Home / Viaggio con i bambini / Come pianificare una crociera con i bambini

Come pianificare una crociera con i bambini

Solitamente, non siamo amanti delle grandi imbarcazioni. Infatti preferiamo organizzare le vacanze utilizzando altri mezzi di trasporto come l’aereo o le quattro ruote. Non amiamo i viaggi di gruppo organizzati con tante persone, dove gli orari e i programmi devono essere rigorosamente rispettati. Ma preferiamo preparare il nostro viaggio a tavolino, tenendo conto delle esigenze di tutti i componenti della famiglia e quando ci sono dei bambini, queste diventano delle priorità. Questa volta però abbiamo voluto pianificare una crociera con i bambini.

Cosa dire, ci siamo dovuti ricredere! La crociera all’estero con i nostri bambini, Andrea 8 anni e Mattia di 6 è stata un vero successo! Nel nostro caso scelta della nave è stata d’obbligo in quanto unico modo per godere della bellezza del continente che avevamo da tempo sognato di vedere: l’Antartide. Viaggiare con i bambini: in crociera verso l’Antartide.

PARTITE, OGNI VIAGGIO ARRICCHIRÁ VOI E I VOSTRI BAMBINI

Non esitate a imbarcarvi con i vostri figli, lasciate a casa pensieri e preoccupazioni e partite. Inoltre ricordatevi che in crociera non siete soli (c’è anche il medico a bordo care mamme ansiose !) e che potrete godere di tutte le comodità per godere appieno della vacanza. Siate consapevoli del bellissimo regalo che fate loro, della possibilità di vedere luoghi da una prospettiva diversa, dal mare o dall’oceano. Coinvolgeteli in tutte le attività, nella fotografia oppure facendo dei video per esempio. Stimolandoli ad immortalare immagini e momenti indimenticabili, come il tuffo di una balena o il salto di un delfino. Diventeranno dei piccoli YouTubers.

Andrea, davanti ad uno scheletro di balena, Museo maggiorino Borgatello, Punta Arenas, Cile. Autore e Copyright Marco Ramerini

Andrea, davanti ad uno scheletro di balena, Museo maggiorino Borgatello, Punta Arenas, Cile. Autore e Copyright Marco Ramerini

Rendete i bambini attivamente partecipi a quello che volete visitare. Prima di partire incuriositeli parlando di quello che vedranno una volta salpati con la nave. Magari potrà essere utile vedere qualche bel documentario. Affinché la crociera diventi un viaggio indimenticabile, rendete partecipi sempre i vostri figli. Specialmente durante le escursioni, trasmettete loro l’amore per la natura, fategli notare le popolazioni diverse, i diversi modi di vivere, le usanze e i costumi dei paesi che visitate. Fate in modo di poter leggere nei loro occhi lo stupore nel vedere cose mai viste prima, di confrontarsi con più facilità con culture diverse e lontane dalle loro.

COME PIANIFICARE UNA CROCIERA CON I BAMBINI

Se avete bambini al di sotto di 5 anni, vi consiglio di pianificare la crociera scegliendo luoghi non molto lontani dalla nazione in cui vivete. In questo caso è consigliabile visitare luoghi caratterizzati da un clima mite. La crociera in questo caso è bene che non sia troppo lunga, una durata di una settimana è perfetta. Facendo escursioni non troppo impegnative e non dimenticando di portare con voi il passeggino, utile qualora i marmocchi non fossero in grado e non avessero voglia di camminare!! Se la vostra famiglia è composta da più bambini piccoli (i capricci sono sempre in agguato). Vi consiglio di far partecipare al vostro viaggio anche i nonni sicuramente ben felici di accompagnare i loro nipoti in vacanza e voi lo sarete di più!!!

Se invece, i vostri figli hanno un’età compresa tra i 6 e i 10 anni, potrete permettervi di organizzare una crociera più impegnativa. All’estero, visitando anche paesi lontani. In questo caso ci saranno da prendere lunghi voli aerei, ciò comporterà  un po’ di stanchezza, ma sarà senz’altro un sacrificio necessario per fare certe esperienze!! Viaggiare in aereo con i bambini.

Andrea e Mattia in Antartide. Autore e Copyright Marco Ramerini

Andrea e Mattia in Antartide. Autore e Copyright Marco Ramerini

LA DECISIONE È PRESA

Una volta deciso la crociera da fare, con i luoghi da visitare. Una scelta che deve essere presa tenendo anche conto delle esigenze e degli interessi dei giovani partecipanti. Non vi resta che stimolare il loro entusiasmo, rendendoli partecipi all’organizzazione del viaggio.

Spiegate loro che la crociera rappresenta un modo di viaggiare diverso dal solito. Potranno godere della bellezza di luoghi e di città, visti da un’altro punto di vista, cioè, dal mare o dall’oceano. Avranno poi l’opportunità di vedere gli animali che popolano il mare come le balene o i delfini. Mostrate loro, attraverso una cartina geografica o attraverso Google Map, l’itinerario che la nave percorrerà. Parlate con loro delle escursioni che intendete fare una volta sbarcati nei vari porti. Solleticate la loro curiosità condividendo con i vostri bambini la scelta dei musei da visitare. Inoltre un mezzo per aumentare il loro entusiasmo, potrà essere quello di guardare insieme a loro, documentari in tv, dvd, filmati su youtube riguardanti i posti che andrete a vedere: i bambini dovranno partire con entusiasmo e consapevoli del tipo di vacanza che intraprenderanno, sennò potete rischiare di rovinarvi la vacanza che aspettavate da tempo!!

In crociera con i bambini: la vita a bordo della nave.

La crociera con i bambini: le escursioni.

In crociera con i bambini: il mal di mare.

banner