Home / Europa / Germania / Bamberga (Bamberg): la Roma della Franconia

Bamberga (Bamberg): la Roma della Franconia

Bamberga (Bamberg) (circa 70.000 abitanti) è una città della Baviera situata nell’Alta Franconia lungo il fiume Regnitz, vicino alla confluenza col fiume Meno ad un altitudine di circa 240 mslm. La città è di origine medievale. Attorno all’anno mille divenne residenza dei Duchi di Baviera. Successivamente fu capitale dell’omonimo principato ecclesiastico che rimase in vigore fino al 1802. In quest’anno divenne parte della Baviera.

Il periodo di maggior fioritura della città fu il rinascimento, durante il quale Bamberga fu un importante centro di cultura e di arte. Fu in questo periodo che furono costruiti numerosi edifici monumentali della città. Nel 1647, fu anche fondata, col nome di “Academia Bambergensis”, l’Università di Bamberg.

La parte più antica della città, la “città vescovile”, sorge su sette collinette (per cui Bamberg è detta la Roma tedesca) e presenta notevoli edifici civili e religiosi, come il Kaiserdom. Nel centro della città si estende la “città borghese”, anch’essa con monumenti molto interessanti.

Il tessuto storico-architettonico di Bamberg, scampato miracolosamente ai bombardamenti della seconda guerra mondiale, si è conservato quasi intatto e presenta ancora oggi lo spettacolo di strade antiche con numerosi monumenti, palazzi e canali d’acqua. Questo è uno dei motivi per cui nel 1993, l’UNESCO ha inserito Bamberg nell’elenco dei patrimoni mondiali dell’umanità.

COSA VEDERE: LE ATTRAZIONI PRINCIPALI DI BAMBERGA

La città di Bamberga è una meta turistica fra le più rinomate della Germania, rappresenta un notevole esempio di urbanistica barocca. Per visitare la città conviene lasciare l’auto in uno dei tanti parcheggi sotterranei presenti nelle vicinanze del centro storico, e da qui proseguire a piedi. Cominciamo la visita dalla città mercantile, per poi terminare in quella vescovile.

La Maximiliansplatz, sede del mercato di frutta e verdura, è una grande piazza con una bella fontana. La piazza è circondata da due edifici in stile barocco opere dell’architetto Balthasar Neumann: il Priesterseminar (Vecchio Seminario) (1732-1737), oggi sede dell’amministrazione comunale, e il Katharinenspital dello stesso periodo.

Si raggiunge quindi il Grüner Markt. Una lunga piazza caratterizzata da residenze barocche, dalla chiesa gesuita di San Martino (Jesuitenkirche St. Martin) e dalla fontana del Nettuno del 1698. Questa piazza ospita il mercato dei fiori ed è oggi il cuore centrale della città. La Jesuitenkirche St. Martin, datata 1693 è opera di Georg Dientzenhofer. La chiesa è in stile barocco e ospita una pietà del XIV secolo e una cupola decorata a trompe l”oeil opera di Giovanni Francesco Marchini.

UNA SERIE DI ISOLE SUL FIUME

Sulla parte nord di un isola al centro del fiume Regnitz si trova il Rathaus Schloss Geyerswörth (castello). Questo è l’antico castello del vescovo-principe. L’edificio fu costruito tra il 1585 e il 1587 da Asmus Braun. Oggi vi ha sede l’ufficio turistico. Se lo viistate è consigliata la salita alla torre del castello da dove si ha la più bella veduta d’insieme della città vescovile dominata dalla cattedrale.

Davanti al castello si trova il piccolo isolotto dov’è l’Altes Rathaus (Vecchio Municipio), edificio che sorge sull’acqua al centro del fiume Regnitz, edificato nel XIV-XV secolo, fu ristrutturato da Michael Küchel in stile barocco e rococo tra il 1744 e il 1756; interessante è la leggenda che riguarda la fondazione di questo edificio, sembra che il vescovo di Bamberg non volesse dare ai cittadini uno spazio di terra per edificare il loro municipio, per cui crearono un isola artificiale nel centro del fiume Regnitz, dovo costruirono il loro palazzo. Il municipio demarca il confine tra la città vescovile e quella mercantile, all’interno si trovano interessanti affreschi.

Davanti all’Altes Rathaus si trova il caratteristico quartiere di pescatori del XIX secolo, chiamato Klein Venedig (Piccola Venezia). Qui si trovano una serie di coloratissime case di pescatori raggruppate su alcuni isolotti lungo il fiume Regnitz.

LA CATTEDRALE IMPERIALE

Dall’Altes Rathaus si prende la Karolinenstrasse, una suggestiva via con acciottolato ricca di negozi antiquari, e si giunge alla parte alta della città. Qui, sulla Domplatz, si affacciano l’imponente Kaiserdom e importanti edifici quali l’Alte Hofhaltung e la Neue Residenz. L’edificio che più caratterizza il centro storico è la Kaiserdom (Cattedrale Imperiale). Fu costruita nel XIII secolo in stile tardo-romanico con alcuni elementi di gotico. Essa misura 94 metri di lunghezza, 28 metri di larghezza e 26 metri in altezza. La struttura è caratterizzata da quattro imponenti torri alte ognuna 81 metri.

LA DOMPLATZ

La cattedrale si affaccia sulla Domplatz. All’esterno interessante è il coro tardo romanico, affiancato da torri dove si aprono due bei portali, il Marienpforte e il Diözesandampforte. Il Fürstenportal, il portale nord è indubbiamente il portale più bello. Tra le numerose opere d’arte presenti al suo interno sono: la magnifica tomba in marmo dell’imperatore Enrico I e della moglie Cunegonda, scolpita tra il 1499 e il 1513, e considerata il capolavoro dello scultore Tilman Riemenschneider. La statua equestre chiamata “Der Bamberger Reiter” (il Cavaliere di Bamberg) del XIII secolo, e simbolo della città. La tomba di Papa Clemente II (XIII secolo). Il monumento al vescovo Friedrich von Hohenlohe (XIV secolo). Il “Marienaltar” di Veit Stoss del 1523. La Kapitelhaus (Casa Capitolare), connessa direttamente con la cattedrale, fu costruita nel 1731, ed è oggi sede del Museo Diocesano.

Sulla Domplatz si trovano altri notevoli edifici legati al potere vescovile. Tra questi la Neue Residenz (Nuova Residenza), un complesso edificio a quattro ali. Una prima sezione fu costruita nel 1602 in stile rinascimentale, e allargata e ampliata tra il 1697 e il 1703, in stile barocco. Fu utilizzata come residenza per il vescovo-principe. L’edificio fu progettato da Leonhard Dientzenhofer per volere del vescovo-principe Lothar von Schönborn. Oggi il palazzo, visitabile, ospita la Biblioteca Statale e la Staatsgalerie Bamberg. Al suo interno sono bellissimi saloni storici ricchi di pitture e affreschi, tra questi la Sala Imperiale con numerosi affreschi.

La Nuova Residenza è collegata al Duomo tramite l’Alte Hofhaltung (Vecchia Corte), ex residenza imperiale e vescovile, oggi sede del Museo Storico. L’edificio è caratterizzato da un bel portale rinascimentale e da un cortile interno centrale che si raggiunge attraversando lo “Schöne Pforte” (bell’ingresso), ricco di rilievi, opera dello scultore Pankraz Wagner del 1573.

LA VIA DELLA BORGHESIA CITTADINA

Sempre nella cosiddetta città vescovile sono da visitare la Judenstrasse, la via della borghesia cittadina affiancata da palazzi settecenteschi. Tra cui la Böttingerhaus, residenza del consigliere Ignaz Tobias Böttinger, con un bel cortile e l’interno ricco di decorazioni, oggi sede di una galleria d’arte. Proseguendo lungo la Concordiastrasse si arriva al Wasserschloss Concordia (Castello d’Acqua), edificio barocco opera dell’architetto Johann Dientzenhofer fatto costruire tra il 1716 e il 1722 dallo stesso Ignaz Tobias Böttinger. Per una bella veduta del castello d’acqua conviene attraversare il fiume ed osservarlo dal lato opposto.

Mercatino di Natale (Bamberger Weihnachtsmarkt): si svolge in Maxplatz, accompagnato da vari eventi e spettacoli natalizi nella zona pedonale della città e davanti alla chiesa di San Martino (St.- Martins- Kirche). Mercatino di Natale di Bamberg.

COSA VEDERE: I MUSEI DI BAMBERGA

La città di Bamberga ospita vari e interessanti musei. Tra cui il Neue Residenz-Staatsgalerie in der neuen Residenz Bamberg (Nuova Residenza e Galleria Statale). Questo museo permette la visita degli appartamenti privati e di stato della residenza del vescovo-principe. Tra questi la Sala Imperiale, la Stanza Cinese e numerosi dipinti di pregio.

Il Naturkundemuseum (Museo di Storia Naturale). Si tratta di uno dei più antichi musei tedeschi, fondato nel 1793-1795. Al suo interno si trova la “Vogelsaal”, una bellissima antica sala da museo. Il museo tratta di ecologia, mineralogia e zoologia.

Il Bamberger Krippenmuseum (Museo Bamberg dei Presepi), è un importante collezione di presepi provenienti da oltre 25 nazioni e alcuni vecchi di oltre 400 anni. Il Diözesanmuseum (Museo Diocesano), ospita il ricco tesoro della cattedrale, tra cui alcuni paramenti di grande valore storico come la corona imperiale di Enrico II, il manto di S. Cunegonda, gli ornamenti funebri di papa Clemente II.

MUSEI PER TUTTI I GUSTI

Il Fränkisches Brauereimuseum (Museo della Birra Franconiana), ospitato nelle sale di un antico monastero benedettino. Il museo è dedicato alla tradizione della birra franconiana. L’Historisches Museum (Museo Storico), ospitato nella Vecchia Corte, espone la storia, la cultura e l’arte della città di Bamberg e della Franconia. L’E.T.A.-Hoffmann-Haus (Casa di E.T.A-Hoffmann), è un museo dedicato al poeta romantico, caricaturista e compositore teatrale E.T.A Hoffmann, che visse a Bamberga tra il 1808 e il 1813. Il Sammlung Ludwig (Collezione Ludwig), ospita la ricca collezione di porcellane (porcellane di Strasburg, Meißen, Nymphenburg e Frankenthal) di Peter e Irene Ludwig.

Il Missionsmuseum (Museo Missionario), dedicato alle missioni e al lavoro dei missionari. Ospita pezzi provenienti dall’India e dal Sud America. Il Museum für Frühislamische Kunst (Museo di Arte Islamica Primitiva), dedicato all’arte islamica, in particolare ai prodotti artigianali in metallo del primo periodo islamico provenienti dall’Iran, Turkmenistan e Afghanistan.

Museum der “Kommunikations- und Bürogeschichte” (Museo Storico del Mondo dell’Ufficio e delle Comunicazioni), dedicato alla storia dell’ufficio e delle comunicazioni. Gärtner–und Häckermuseum (Museo del Mercato dei Giardinieri e dei Coltivatori di Vigne), illustra la storia e le attività dei giardinieri e dei coltivatori dei vigneti nei secoli, presenta costumi tradizionali e una casa giardino con coltivazione di erbe e verdure.

Staatsbibliothek (Biblioteca Statale), ospitata in un ala della Nuova Residenza, mostra alcune delle antiche opere custodite nella biblioteca tra cui il manoscritto dell’imperatore Enrico II redatto per la fondazione di una chiesa nel 1007. Villa Dessauer-Stadtgalerie für moderne Kunst (Villa Dessauer-Galleria d’Arte Moderna Comunale), galleria dedicata all’arte moderna. Feuerwehrmuseum Bamberg (Museo dei Vigili del Fuoco), la storia dei vigili del fuoco dal XVIII secolo ad oggi.

Il clima di Bamberga.

banner