Home / Europa / Polonia / Torun (Turonia): il gioiello medievale della Polonia

Torun (Turonia): il gioiello medievale della Polonia

Torun (Turonia) è un importante porto fluviale e una città di circa 210 000 abitanti. Turonia è anche il capoluogo del voivodato di Cuiavia-Pomerania (Województwo kujawsko-pomorskie) assieme alla città di  Bydgoszcz. Torun è dopo Cracovia, la seconda città meglio conservata della Polonia e una della mete turistiche più importanti del paese. Situata sul fiume Vistola fu fondata nel 1231 dai Cavalieri Teutonici, come base per l’evangelizzazione della Prussia. In seguito divenne la città più grande dello stato Teutonico e un importante centro commerciale della Lega Anseatica.

Nel 1454, la città entrò a far parte della Polonia, perdendo la sua importanza commerciale, oscurata dall’ascesa del porto di Danzica sul Mar Baltico. Nonostante questo riuscì a diventare un importante centro di scienza e cultura durante la riforma e il rinascimento. A Torun nacque Niccolò Copernico (Nicholas Copernicus, 1473-1543), famoso astronomo e fondatore della moderna astronomia. Nel 1793, fu annessa alla Prussia. La città rimase alla Germania col nome di Thorn fino al 1920.

Nel 1997, l’UNESCO ha inserito la città medievale di Torun, nella lista del patrimonio mondiale dell’umanità.

COSA VEDERE: LE ATTRAZIONI PRINCIPALI DI TORUN (TURONIA)

Torun è una piccola storica città mercantile che ancora oggi mantiene il suo antico aspetto medievale con le sue strade e i suoi palazzi. Per fortuna, infatti, la città non ha subito particolari distruzioni durante la seconda guerra mondiale, ed è molto ben conservata. Altro apetto positivo per il visitatore è che oggi il suo centro storico è quasi interamente un’isola pedonale.

La parte antica della città è composta da tre sezioni urbane: la Città Vecchia (1233), la Città Nuova (1264) e il Castello Teutonico (metà del XIII secolo). Sia nella Città Vecchia che nella Città Nuova si trovano molti palazzi e edifici, pubblici e privati, dei secoli XIV e XV (tra cui anche la casa di Niccolò Copernico).

Il gotico dei suoi edifici è la principale attrazione di Torun, qui si possono trovare numerose chiese e palazzi gotici, che testimoniano l’importanza della città tra il XIII e il XIV secolo.

LA CINTA MURARIA E IL CASTELLO

Tutta la parte antica della città (Stare Miasto) era un tempo circondata da una cinta fortificata medievale, costruita tra il XIII e il XIV secolo. La cinta muraria era lunga 4 chilometri, aveva 11 porte d’accesso, ed era rafforzata da 54 bastioni (33 nella Città Vecchia e 21 nella Città Nuova). Le mura erano inoltre formate da una doppia linea di mura fortificate divise fra loro da un fossato pieno d’acqua. Infatti solo dal lato del fiume Vistola le mura erano ad un unica linea di difesa.

Oggi Torun conserva ancora parte delle mura cittadine, ne restano tratti per 1.000 metri complessivi. I resti delle mura si trovano principalmente lungo la Vistola. Sono visibili 9 bastioni e 3 delle antiche porte, costruite nel XV secolo: Porta del Monastero (Brama Klasztorna), Porta del Ponte (Brama Mostowa) e la Porta dei Marinai (Brama Żeglarska).

Su una piccola elevazione lungo le rive della Vistola, si trovano le rovine del Castello dei Cavalieri dell’Ordine Teutonico (Zamek Krzyżacki), costruito tra il XIII e il XV secolo. Fu il primo castello costruito dai teutonici in Polonia. Il castello fu distrutto durante la rivolta popolare contro i Cavalieri dell’Ordine Teutonico del 1454. Oggi restano delle suggestive rovine tra cui la torre Gdanisko.

LA CITTÀ VECCHIA

IL VECCHIO MUNICIPIO

La nostra visita della città può cominciare dalla cosiddetta Città Vecchia. Questa parte del centro abitato fu edificata a partire dal 1233. La piazza centrale di questo settore della città è quella dove si trova il Vecchio Municipio (Ratusz Staromiejski). Uno dei municipi medievali più grandi d’Europa. Edificio monumentale ricco di fastosi interni, edificato nella seconda metà del XIII secolo sullo stile dei municipi delle Fiandre. Il palazzo fu rimodellato in stile rinascimentale nel XVII secolo. Nel 1703 parte dell’edificio fu distrutto dal fuoco. L’edificio è fiancheggiato da una torre alta 40 metri dalla quale si ha un bel panorama sulla città.

Altro edificio di pregio della piazza è la Casa della Stella (Kamienica Pod Gwiazda), costruita tra il XIV e il XV secolo. Fu allargata alla fine del XVI secolo, diventando una delle più sontuose case barocche della città. Notevole la ricca facciata, la casa ospita un museo dedicato all’oriente. Sulla piazza è il monumento a Niccolò Copernico e vi si trovano anche il Palazzo Arthus (Dwor Artusa), un edificio neo-rinascimentale della fine del XIX secolo, sorto al posto del palazzo quattrocentesco sede della confraternita di San Giorgio. Vicino è anche la Chiesa del Santo Spirito (Kosciol Sw. Ducha), edificio del XVIII secolo, in origine chiesa luterana.

Vicino alla piazza del Municipio si trova la Chiesa francescana di Santa Maria (Kosciol Mariacki), un edificio gotico del XIV secolo. All’interno si vedono interessanti affreschi della seconda metà del XIV secolo, un bell’organo, e un altare barocco. Mentre nel presbiterio è il mausoleo barocco di Anna Vasa (1568-1625), sorella del re di Polonia Sigismundus III.

IL MUSEO DI COPERNICO

Probabilmente il museo più visitato della città è quello che si trova nella Casa di Niccolò Copernico (Dom Mikołaja Kopernika). Questo museo è formato da due tipiche case mercantili del XV secolo con bella facciata gotica, una della quali è stata la casa di famiglia di Niccolò Copernico. Il museo è dedicato alla figura del grande astronomo.

La Cattedrale di San Giovanni Battista e San Giovanni Evangelista (Bazylika katedralna św. Janow w Toruniu), è un’altra delle tre chiese gotiche della città. Costruita a partire dal XIII secolo, la sua costruzione fu terminata nel XV secolo. Al suo interno si trovano sculture gotiche. Mentre il presbiterio contiene alcuni affreschi del XVI secolo. Dal campanile della cattedrale si ammira un bel panorama sulla città. Troviamo quindi il Palazzo Stanislaw Dambski (Palac Dambskich), costruito nel 1693 dal vescovo Stanislaw Dambski, è un palazzo in stile barocco con la facciata riccamente decorata in stucco floreale. Oggi ospita il dipartimento di Belle Arti dell’Università.

Proseguendo dalla Cattedrale verso il Castello Teutonico troviamo la Casa Eskens (Dom Eskenow), una grande casa patrizia rinascimentale, trasformata in granaio nel XIX secolo, oggi sede del museo di archeologia e storia. Vicino al Castello e alla Vistola si trova il Palazzo della Confraternita di San Giorgio (Dwor Bractwa sw. Jerzego), palazzo in stile gotico del XV secolo, era una della residenze della confraternita di San Giorgio. La struttura ha incorporata una torre di guardia (Wieża Wartownia) delle mura cittadine.

LA CITTÀ NUOVA

Passando alla Città Nuova edificata a partire dal 1264, è da visitare: la Chiesa di San Giacomo (Kosciol Sw. Jakuba). Questa è la principale chiesa di questa parte della città, una basilica gotica costruita nel XIII secolo. Al suo interno si trovano preziosi affreschi gotici del XIV secolo. Affiancato alla chiesa è il chiostro benedettino. In tutta la città storica sono da ricercare le facciate delle vecchie case signorili, Torun ha la più grande concentrazione di case gotiche della Polonia, circa 200, molte con affreschi e soffitti originali del XVI-XVII secolo.

Uno spettacolo da non perdere è la veduta della città di notte, numerosi palazzi e le mura della città sono magistralmente illuminate, creando un bell’effetto scenico.

COSA VEDERE: I MUSEI DI TORUN (TURONIA)

Sono cinque i principali musei della città, essi fanno parte del cosiddetto Distretto dei Musei di Torun (Muzeum Okręgowego w Toruniu):

IL MUSEO DI COPERNICO

1) La Casa di Niccolò Copernico (Dom Mikołaja Kopernika), museo situato in due tipiche case mercantili del XV secolo, una della quali è la sua casa di famiglia con bella facciata gotica. Il museo è dedicato alla figura del grande astronomo e presenta 6 diverse esposizioni permanenti: il plastico della ricostruzione della Toruń medievale. La cultura mercantile a Toruń al tempo di Niccolò Copernico. Niccolò Copernico: la sua vita e il suo lavoro. La ricostruzione della più vecchia collezione di memorabilia di Copernico. Il mondo del pan di zenzero di Torun. Lo studio di uno scolaro.

IL VECCHIO MUNICIPIO

2) Il Vecchio Municipio (Ratusz Staromiejski): all’interno di quest’edificio monumentale, uno dei municipi più grandi d’Europa, ricco di fastosi interni, si trovano 8 esposizioni permanenti: la galleria di arte gotica (sculture, dipinti sacri, arte medievale, vetrate dipinte); i mestieri artistici della vecchia Torun, 1233-1793; Torun zecca e monete, 1233/1238-1765 (numismatica); il tribunale; la galleria dei cittadini (ritratti di cittadini illustri); il salone reale (ritratti del re di Polonia); galleria dei pittori polacchi dal XVIII al XX secolo (Matejko, Kossak, Chelmonski, Wyspianski, Witkiewicz, Grottger); i tesori Skrwilno e Nieszawa (antichi lavori in oro dal XIV al XX secolo).

LA CASA STELLA

3) La Casa della Stella (Kamienica Pod Gwiazda), in una delle più sontuose case barocche della città, si trova questo museo dedicato al mondo orientale, con oggetti di arte antica, armi, sculture, ceramiche provenienti dalla Cina, Giappone, Corea, India, Vietnam, ecc.

LA CASA ESKENS

4) La Casa Eskens (Dom Eskenow), questo museo di archeologia e storia si trova all’interno di una grande casa patrizia rinascimentale, esso presenta 3 esposizioni permanenti: scoprire il passato (esposizione di archeologia, con reperti dal tardo paleolitico al primo medioevo); Torun 1793-1920, la città di confine (relativo alla storia politica, culturale, sociale e economica di Torun e la sua regione durante l’epoca Prussiana); Armamenti dal medioevo all’inizio del XX secolo (collezione di armi europee e orientali, tra cui spade medievali, moschetti del XVI-XVII secolo, ecc.).

IL MUSEO DEGLI ESPLORATORI

5) Il Museo degli Esploratori Tony Halik (Muzeum Podroznikow), museo dedicato ai viaggi e ospitato in un vecchio granaio, ospita fotografie prese da esploratori polacchi attorno al mondo.

Tra gli altri musei interessanti di Torun: il Museo del Pan di Zenzero (Muzeum Piernika), il Museo e Parco Etnografico (Muzeum i Park Etnograficzny), il Museo di Storia Naturale Universitario (Muzeum Przyrodnicze Uniwersytetu Mikolaja Kopernika), Museo della Pesca e dell’Agricoltura (Zagroda Rybacko-Rolnicza), l’Osservatorio Astronomico Universitario Niccolò Copernico (Obserwatorium Astronomiczne Uniwersytetu Mikolaja Kopernika), il Planetario (Planetarium im. Wladyslawa Dziewulskiego), Parco Museo della Batteria Prussiana (1895-1897) (Skansen Forteczny Twierdzy Toruń. Bateria AB IV).

COME ARRIVARE A TORUN (TURONIA)

Auto: Per raggiungere Torun dall’Italia la via più veloce è utilizzare le autostrade tedesche poaasando da Monaco di Baviera (o Ulm), Norimberga, Lipsia e Berlino, fino a raggiungere il confine con la Polonia e da qui passare per Poznań e arrivare infine a Torun. La città si trova, nella parte centro-settentrionale della Polonia, a circa a metà strada tra le città di Varsavia, Danzica e Poznań, e a soli 40 km da Bydgoszcz.

Aereo: Torun non ha un proprio aeroporto, gli aeroporti più vicini si trovano a Danzica (Gdansk) (180 km), Poznan (150 km) e Varsavia (210 km).

Autobus: Esistono collegamenti internazionali di autobus delle compagnie Sira-Sokol e Eurolines Polska, che dall’Italia giungono a Torun. Altre compagnie di autobus internazionali hanno collegamenti regolari per Torun dalla Germania, dal Belgio, dalla Francia, dai Paesi Bassi. La stazione degli autobus (Dworzec Autobusowy) si trova nel centro città (8-24, Dabrowskiego Street), qui arrivano sia i bus locali che quelli internazionali.

Treno: Torun è ottimamente collegata con il treno con tutte le principali città polacche. Il servizio ferrioviario è garantito dalla PKP (Ferrovie Nazionali Polacche). La stazione ferroviaria si trova nel centro della città.

Il clima di Torun.

banner