Home / Asia / Iran / Il museo del vetro e della ceramica di Teheran

Il museo del vetro e della ceramica di Teheran

Nelle vicinanze del Museo Archeologico di Teheran (Museo Nazionale dell’Iran) si trova un piccolo museo dedicato al vetro e alle ceramiche: il Glassware and Ceramic Museum of Iran (conosciuto anche come Museo Abgineh). Si tratta di un interessante museo situato in una bel palazzo signorile risalente agli inizi del novecento. Il palazzo apparteneva a Ahmad Qavam (Qavam-ol-Saltaneh), un uomo politico iraniano che fu per cinque volte primo ministro dell’Iran tra il 1921 e il 1952. Qui il ministro, fino al 1953, aveva la propria residenza e il proprio ufficio. Successivamente il palazzo ospitò la sede dell’ambasciata dell’Egitto.

Nel 1980 dopo che il palazzo era divenuto di proprietà statale vi fu allestito il museo attuale dedicato alla ceramica e al vetro. Il museo è un edificio a pianta ottagonale disposto su due piani ed occupa circa 1.000 metri quadrati di superficie. L’edificio è immerso in un piccolo giardino di circa 7.000 metri quadrati di superficie. Lo stile architettonico dell’edificio è una combinazione di stile tradizionale iraniano, con influssi indiani e di architettura europea del XIX secolo. L’interno dell’edificio presenta soffitti e pareti decorati in gesso, alle pareti si trovano piastrelle, intarsi in legno di cedro e lavori a specchio. Una bella scala in legno collega i due piani dell’edificio.

Oggetti in vetro, Museo del vetro e della ceramica, Teheran, Iran. Autore e Copyright Marco Ramerini.

Oggetti in vetro, Museo del vetro e della ceramica, Teheran, Iran. Autore e Copyright Marco Ramerini.

UNA RICCA COLLEZIONE DI OGGETTI

Nel museo del vetro e della ceramica è in mostra un interessante collezione di oggetti in ceramica e vetro. Vi si trovano soprattutto vasi in terracotta smaltata decorati con disegni geometrici, floreali e di animali che risalgono a periodi tra il IV e il I millennio a.C. Tra le più antiche opere in vetro ce ne sono alcune risalenti al II e al I millennio a.C.. Si tratta soprattutto di oggetti ornamentali e bottiglie di profumo. Sono presenti anche opere sia in vetro che in ceramica e terracotta (piatti, vasi, boccette) di epoca Achemenide, sasanide e islamica. Fanno parte della collezione anche opere in vetro del XVIII e XIX secolo provenienti dall’Europa.  La collezione è esposta in sei sale, due al piano terra e quattro al piano superiore.

All’interno del museo è possibile fare fotografie senza cavalletto e inoltre senza flash. Orario di apertura: Il museo è aperto tra le 9:00 e le 17:00 tutti i giorni dell’anno. Rimane chiuso tutti i lunedì e nelle feste religiose.

banner