Home / America del Sud / Argentina / Cascate di Iguazú: lato argentino cosa vedere
Garganta del Diablo, Cataratas de Iguazú, Brasil-Argentina. Author and Copyright Marco Ramerini
Garganta del Diablo, Cascate di Iguazú, Brasile-Argentina. Author Marco Ramerini

Cascate di Iguazú: lato argentino cosa vedere

Il lato argentino delle Cascate di Iguazú si trova nel nordest della provincia Argentina di Misiones, lungo il confine con il Brasile, a 17 chilometri da Puerto Iguazú. Per preservare la foresta sub-tropicale attorno alle cascate e le cascate stesse sono stati creati due parchi nazionali, il Parque Nacional Iguazú in Argentina e il Parque Nacional do Iguaçu in Brasile.

Il Parque Nacional Iguazú, che occupa, sul lato argentino, un area di oltre 67.000 ettari, fu creato nel 1934.

Interessante oltre alle cascate è anche l’area di foresta tropicale che le circonda, essa ospita oltre 2000 specie floreali, tra cui felci ed orchidee; 450 specie d’uccelli tra cui tucani, urracas, teros, loros e vencejos quest’ultima specie che vive solo dell’area delle cascate di Iguazú; 80 specie di mammiferi tra cui 5 specie di felini, rettili, e infine un enorme numero di insetti tra cui le coloratissime farfalle.

Il parco è aperto per le visite dalle 08:00 alle 18:00 tra il 1º aprile e il 31 agosto, e dalle 08:00 alle 19:00 nel resto dell’anno. Il biglietto d’ingresso costa 30 $ argentini ed include la possibilità di visita di tutti i sentieri lungo le cascate, l’utilizzo del trenino nell’area delle cascate, la visita del Centro de Visitantes, la visita alla Isla San Martín e al Sendero Macuco.

COSA VISITARE SUL LATO ARGENTINO DELLE CASCATE DI IGUAZÚ: LE ATTRAZIONI PIÙ BELLE

La prima visita della parte argentina delle cascate, subito all’interno del parco, può essere fatta al Centro de Visitantes, dove si potranno raccogliere tutte le informazioni necessarie alla visita.

Sono anche esposte informazioni rigurdanti la storia della presenza umana lungo le cascate dai primi uomini che popolarono la regione, passando per i Guaraní, i Gesuiti, i coloni europei fino all’attuale parco nazionale.

Dalla Stazione Centrale il Treno de las Cataratas,trasporta i visitatori fino all’inizio dei sentieri e delle passarelle che permettono di raggiungere stupendi punti panoramici sulle cascate.

Nel parco esistono diversi sentieri (Paseos) che permettono di osservare le cascate da diverse angolazioni:

Il Paseo Inferior, è un sentiero circolare di 1.200 metri, che permette l’osservazione frontale e dal basso delle cascate, a distanze che variano da ampie panoramiche del fronte delle cascate fino a vedute ravvicinate della Garganta del Diablo. Il tempo di percorrenza di questo sentiero è di due ore, il sentiero è abbastanza difficoltoso a causa della presenza di dislivelli che vengono superati da scale, in totale il dislivello superato è quantificabile in quanto possiamo trovare salendo le scale di un palazzo di otto piani.

Il Paseo Superior: è un sentiero in piano, senza scale, di 1.100 metri (andata e ritorno). Le passerelle passano sopra le cascate, giungendo fino al bordo dei salti, permettendo una veduta dall’alto delle cascate. Il tempo di percorrenza di questo sentiero è di 1 ora.

La Garganta del Diablo: questo sentiero si raggiunge con il Treno de las Cataratas, scendendo alla stazione Garganta del Diablo. Dalla stazione si cammina, in piano, per una nuova passerella che attraverso un percorso di 1.100 metri arriva a degli ampi balconi sul bordo della Garganta del Diablo. E’ questa senza dubbio la visione più spettacolare delle cascate. Il tempo di percorrenza di questo sentiero è di 2 ore, importante è ricordarsi che l’ultimo treno riparte alle 16:30.

Il Paseo da la Isla San Martín: sentiero difficile, si raggiunge l’isola tramite un servizio gratuito di barche che partono dal Paseo Inferior. Da qui parte il sentiero che raggiunge la parte superiore dell’isola di San Martin la cui ascesa equivale a salire le scale di un palazzo di dodici piani.

Il Sendero Macuco: è un sentiero di trekking adatto per l’osservazione della natura, attraverso un percorso nella foresta di 3.600 metri, si giunge ad una cascata di 20 metri d’altezza nel mezzo della foresta.

Cascate di Iguazú

Clima delle Cascate di Iguazù

banner
Close
Seguiteci su Facebook
Restate informati su Guida Viaggi