Home / Africa / Namibia / Deserto del Namib: le dune più alte del mondo
Deserto del Namib, Namib-Naukluft, Namibia. Author and Copyright Marco Ramerini
Deserto del Namib, Namib-Naukluft, Namibia. Author Marco Ramerini

Deserto del Namib: le dune più alte del mondo

Il Namib-Naukluft National Park, il cui nucleo originale fu fondato nel 1907 dall’amministrazione coloniale tedesca e successivamente allargato, è oggi tra le aree naturali protette più vaste del continente africano (49.768 kmq), i paesaggi che vi si possono ammirare sono davvero mozzafiato. La regione è caratterizzata da alte e isolate formazioni rocciose chiamate “inselbergs” o “kopjes” (quest’ultima è una parola Afrikaans che sta ad indicare “isolate montagne desertiche”) formate da rocce di granito rosso, mentre la parte più orientale del parco è formata dalle montagne del Naukluft.

Il deserto del Namib, che occupa la gran parte del territorio del parco, è probabilmente il più vecchio deserto della terra avendo un età di circa 80 milioni di anni, questo immenso mare di dune si estende da nord a sud lungo la costa dell’oceano Atlantico per oltre 1.600 km e da ovest a est per una profondità nell’interno che varia tra gli 50 e i 160 km.

La parola “Namib”, in lingua Nama significa “spazio aperto”. I venti sono i principali responsabili del modellamento delle dune del Namib, il cui colore ne indica l’età, infatti il ferro contenuto nella sabbia con il tempo si ossida creando il caratteristico colore rosso arancio delle dune del Namib.

Deserto del Namib, Namib-Naukluft, Namibia. Author and Copyright Marco Ramerini

Deserto del Namib, Namib-Naukluft, Namibia. Author Marco Ramerini

Le dune del deserto del Namib sono le più alte del mondo superando i 300 metri d’altezza sopra la pianura desertica circostante. Una sorprendentemente alta quantità di forme di vita si è adatta a vivere in questo territorio estremamente arido, tra queste ci sono iene, sciacalli, orici, serpenti, coleotteri, e altri tipi di insetti, mentre molte varietà di uccelli si trovano in prossimità di rari specchi d’acqua temporanei (come a Sossusvlei).

Le rarissime piogge (10 mm all’anno) talvolta danno un pò di sollievo al terreno completamente arido per il resto dell’anno, anche se le nebbie che si formano nel vicino oceano Atlantico apportano regolarmente una certa quantità di umidità.

banner
Close
Seguiteci su Facebook
Restate informati su Guida Viaggi