Home / Europa / Francia / Chambery: la capitale storica della Savoia
Château des ducs de Savoie, Chambéry, Rodano Alpi, Francia. Author Francoisj. No Copyright
Château des ducs de Savoie, Chambéry, Rodano Alpi, Francia. Author Francoisj

Chambery: la capitale storica della Savoia

Chambery è una città di 60.000 abitanti dalla Savoia (Savoie), nella regione francese del Rodano-Alpi (Rhône-Alpes). La città si trova in una valle alla confluenza del fiume Leysse e del fiume Albanne, a circa 270 metri d’altezza. Chambery è circondata dal lato est dal massiccio montuoso dei Bauges, verso sud dal Monte Granier, a ovest dalla catena dell’Épine e verso nord dal Lago di Bourget.

La città è oggi un importante centro turistico, ricca di monumenti, in particolare del periodo barocco. Chambery è stata fin dal XIII secolo la capitale storica della Savoia, da allora fece parte del Regno dei Savoia fino al 1860, anno in cui fu ceduta alla Francia.

Chambery divenne possedimento dei Savoia nel 1232 e pochi decenni dopo, nel 1295, divenne la capitale della Contea di Savoia. Solo nel 1562 la città perse lo status di capitale, in quell’anno infatti i Savoia trasferirono la capitale del loro stato a Torino. Tuttavia Chambéry rimase tradizionalmente la capitale storica della Savoia ed assieme ad essa passò sotto il controllo francese nel 1860.

La città vecchia (Vieille Ville) di Chambery è formata da un gran numero di edifici storici – chiamati hôtels – della nobiltà sabauda, molti dei quali risalenti ai secoli XV e XVI. Il più antico edificio di Chambery è la Chiesa Saint-Pierre de Lémenc che risale al XV secolo, ma che ospita al suo interno una cripta più antica, la cui datazione è incerta ma che probabilmente risale al IX-XI secolo.

Chambéry, Rodano Alpi, Francia. Author Florian Pépellin. Licensed under the Creative Commons Attribution-Share Alike

Chambéry, Rodano Alpi, Francia. Author Florian Pépellin

Uno degli edifici storici più interessanti è certamente il Castello dei Duchi di Savoia, un edificio in vari stili e con aggiunte di varie epoche formato da tre torri costruite nei secoli XIV e XV, da una serie di annessi di epoca medievale e da un grande edificio principale risalente ai secoli XVIII e XIX.

All’interno delle mura del castello si trova la Sainte-Chapelle (1408-1430), che ha ospitato tra il 1453 e il 1578 la Sacra Sindone. La facciata della cappella ricostruita nel 1641 è opera dell’architetto Amedeo di Castellamonte. Il Castello di Chambery (Château des ducs de Savoie), antica residenza dei Savoia, è oggi la sede della regione della Savoia.

La cattedrale di Chambery dedicata a Saint-François-de-Sales, deriva da una vecchia cappella francescana del XV secolo, la chiesa è conosciuta per ospitare la più ampia raccolta di quadri di trompe-l’oeil d’Europa risalenti al XIX secolo. La città ha anche numerosi palazzi e abitazioni del periodo barocco costruiti dalla nobiltà tra il XVII e il XVIII secolo.

banner