Home / Africa / Mozambico / Mozambico: eco-turismo e attrazioni storiche

Mozambico: eco-turismo e attrazioni storiche

Il Mozambico (República de Moçambique), è una repubblica di tipo presidenziale dell’Africa sud-orientale. Il paese si trova lungo la costa orientale africana ed è bagnato dalle acque dell’oceano Indiano, la sua linea costiera si estende per oltre 2.300 km. Nell’interno il Mozambico confina, a sud con lo Swaziland, a sud e a sud-ovest con il Sudafrica, a ovest con lo Zimbabwe, a nord-ovest con lo Zambia e il Malawi, a nord con la Tanzania.

Il paese è un’antica colonia portoghese, che fu colonizzata a partire dai primi anni del XVI secolo. Rimase in possesso portoghese fino all’indipendenza ottenuta nel 1975. La capitale del paese è la città di Maputo, conosciuta ai tempi della colonizzazione portoghese con il nome di Lourenço Marques. Altre città importanti sono Beira, Nampula, Chimoio, Inhambane, Nacala, Tete, Quelimane, Mocuba, Xai-Xai e Lichinga.

ALTOPIANI E UNA LUNGA ZONA COSTIERA

Amministrativamente il Mozambico è suddiviso in 10 provincie (provincias). A nord si trovano le provincie di Cabo Delgado, Nampula e Niassa. Nella zona centrale sono le provincie di Sofala, Tete, Zambezia e Manica. Mentre a sud sono le provincie di Gaza, Inhambane e Maputo.

Il Mozambico è formato a nord e a nord-ovest dal margine orientale degli altopiani africani. Mentre a sud si apre una vasta pianura dove scorrono i fiumi Limpopo, Save (Sabi) e Zambesi. La fascia costiera che ha una lunghezza di oltre 2.300 km è formata per gran parte da pianure più o meno vaste e bordeggiata in alcuni punti da isole. La costa settentrionale è invece alta, qui gli altopiani si spingono a ridosso dell’oceano.

La zona degli altopiani ha un altitudine media di circa 500 metri, ma s’innalza oltre i 1.000 metri a ridosso del lago Niassa (Malawi). Nel paese si trovano massicci montuosi che superano i duemila metri d’altezza, come nel caso del monte Namuli (2.419 metri), situato nella sezione nord-occidentale del Mozambico. La cima più alta del paese è il monte Binga (2.436 metri), situato vicino al confine con lo Zimbabwe, nella parte centro-occidentale del paese.

Il Mozambico ha diversi laghi, il più importante dei quali è il lago Niassa (Malawi), che solo in parte è nel territorio mozambicano. Altri laghi sono il lago Chiuta, il lago artificiale di Cahora Bassa e il lago di Shirwa.

UN PAESE POVERO MA CON GRANDI POTENZIALITÀ TURISTICHE

Il paese è uno dei più poveri dell’Africa. La sua economia è soprattutto di tipo agricolo ma negli ultimi anni anche l’industria ha avuto un discreto sviluppo. Il Mozambico produce mais, manioca, tabacco, cotone, canna da zucchero e legname. La pesca è un attività importante per la popolazione costiera.

Per quanto riguarda le risorse del sottosuolo il Mozambico estrae importanti quantità di alluminio, berillio, e tantalio. Inoltre recentemente sono state scoperte ingenti quantità di gas naturale.

Altra fonte di reddito, se oculatamente sviluppata, potrebbe rivelarsi il turismo. Il Mozambico ha infatti grandi potenzialità turistiche in particolare ci sono attrattive storiche (Ilha de Moçambique, Ibo), eco-turistiche (fauna e natura incontaminate) e balneari (splendide spiagge).

Il clima del Mozambico.

  • Superficie: 801.590 kmq. (Arativo 4%, Prati e Pascoli 55%, Foreste e Boschi 22%, Incolto e Improduttivo 19%)
  • Popolazione: 29.500.000 (agg. 2018) Neri Africani 98% (Macua, Sena, Shona, Tsonga), Mestiços (discendenti di incroci tra europei e africani) 1%, Europei 1%.
  • Capitale: Maputo.
  • Lingue: Lingua ufficiale è il Portoghese. Altre lingue parlate sono lo Swahili, il Makhuwa, e il Sena.
  • Religione: Cristiana 69% (Cattolica 30%, Protestante 38%), Musulmana 19%, Credenze Indigene 7%.
  • Moneta: Metical (MZN)
  • Fuso orario: UTC +2 ore.

banner