Home / Africa / Tunisia / Tunisia: deserto, storia e archeologia

Tunisia: deserto, storia e archeologia

La Tunisia (Al-Jumhūrīya at-Tūnusīya), è una repubblica di tipo presidenziale dell’Africa settentrionale. Il paese è bagnato a est e a nord dal Mare Mediterraneo, confina a sud-est con la Libia, a sud-ovest e a ovest con l’Algeria.

LA GEOGRAFIA DELLA TUNISIA

Il nord del paese è caratterizzato dai contrafforti orientali dei monti dell’Atlante, l’altitudine media della catena non è elevata, ma è qui che si trova il monte più alto della Tunisia, il Djebel Chambi che raggiunge i 1.544 metri. In questa zona scorre la Medjerda, il principale fiume del paese e il solo a regime perenne, che nasce in Algeria e sfocia nel golfo di Tunisi.

La fascia centrale del paese è formata da un vasto altopiano che presenta un altezza media di 600 metri, che verso sud discende gradualmente verso gli chotts, una zona, larga circa 350 km da ovest a est, di bacini lacustri salmastri situati in parte sotto il livello del mare (il punto più basso del paese è lo Chott el Gharsa, a -17 metri), il più grande dei quali è lo Chott Djerid (7.700 kmq).

Mappa della Tunisia

Mappa della Tunisia

Il meridione della Tunisia è dominato dal deserto del Sahara, che da solo rappresenta circa il 40% della superficie del paese, la parte occidentale è occupata dalle dune di sabbia del Grande Erg Orientale. La Tunisia presenta 1.150 km di coste lungo il Mar Mediterraneo, numerose isole si trovano lungo la costa orientale, tra queste le Kerkenna, le Kuriate e l’isola di Djerba (Gerba), la più grande (514 kmq) della Tunisia.

Il turismo, grazie alla bellezza delle spiagge e alla ricchezza di luoghi storici e archeologici, costituisce un’importante fonte di reddito per il paese, dal punto di vista turistico, la Tunisia, è uno dei paesi più frequentati dell’Africa settentrionale.

L’ECONOMIA DELLA TUNISIA

L’economia è principalmente agricola, vi si coltivano cereali, uva, pomodori, olive, ortaggi, mandorle, agrumi, frutta e datteri; anche l’allevamento ha una certa importanza, si allevano ovini, caprini, bovini; molto importante è la pesca in particolare di tonni, sardine e spugne.

Tra le risorse naturali troviamo soprattutto i fosfati, seguiti dal petrolio. Sviluppato è l’artigianato in particolare la lavorazione dei tappeti e delle stoffe, e i lavori di oreficeria.

  • Superficie: 164.150 kmq. (Arativo 30,3%, Prati e Pascoli 19%, Foreste e Boschi 4,1%, Incolto e Improduttivo 46,6%)
  • Popolazione: 10.100.000 (agg. 2005) Arabi 98%, Berberi 1,7%.
  • Capitale: Tunisi.
  • Lingue: Lingua ufficiale è l’Arabo, diffuso il Francese.
  • Religione: Musulmana 98%, Cristiana 1%, Ebraica 1%
  • Moneta: Dinaro Tunisino (TND).
  • Fuso orario: stessa ora dell’Italia (stessa ora anche quando in Italia è in vigore l’ora legale). UTC +1 ore (Estate: UTC +2 ore).
banner