Home / Africa / Benin / Le attrazioni turistiche del Benin: cosa vedere in Benin

Le attrazioni turistiche del Benin: cosa vedere in Benin

Il Benin è un paese interessante per il viaggiatore. Tra le più interessanti attrazioni turistiche del Benin troviamo le tante etnie che popolano il paese e che hanno preservato le loro peculiarità e le loro tradizioni tribali. Inoltre nel paese si trovano tradizioni e culti animisti e curiose tradizioni che richiamano al feticismo. Il Benin è anche conosciuto per le pittoresche vestigia del regno di Abomey. Ma tra le attrazioni turistiche del Benin si trovano anche scenari naturali pregevoli come quelli che si possono ammirare nelle montagne dell’Atakora. Che sono caratterizzate da boschi, cascate e laghi.

L’UNESCO ha inserito nella lista del Patrimonio Mondiale dell’Umanità 1 sito del Benin: il Palazzo Reale di Abomey (1985, 2007). Il Palazzo Reale di Abomey è la residenza dei re del regno di Abomey, un luogo dove tra il 1625 e il 1900, hanno vissuto i re che si sono succeduti nel governo del Regno di Abomey. Ogni re edificò una residenza all’interno di una area comune circondata da una muraglia. Ciò venne fatto da tutti i re con la sola eccezione del Re Akaba, che costruì il suo palazzo in una zona separata. I palazzi reali di Abomey sono una costruzione unica e ottimamente preservata di questo regno scomparso.

Molto interessanti per una visita più approfondita del paese sono inoltre il Museo Storico di Abomey (Musée Historique d’Abomey), il Grande Mercato di Danktokpa (Grand Marché du Danktokpa) e il Forte Portoghese di São João Baptista de Ajudá a Ouidah con il suo museo. Tra le attrazioni naturali c’è anche il Parco Nazionale de Pendjari (Parc National de Pendjari), un parco selvaggio situato a 45 km a nord di Natitingou, vicino al confine con il Burkina Faso. In questo parco è possibile avvistare e fotografare leoni, leopardi, elefanti, babbuini, ippopotami e altri animali africani.

Il clima del Benin.

banner