Home / America del Sud / Venezuela / Venezuela: Ande, cascate, llanos e spiagge caraibiche
Chinak-Meru Aponguao, Venezuela. Author Tony Jose Araujo. Licensed under the Creative Commons Attribution-Share Alike
Chinak-Meru Aponguao, Venezuela. Author Tony Jose Araujo

Venezuela: Ande, cascate, llanos e spiagge caraibiche

Il Venezuela (República de Venezuela) è una repubblica federale presidenziale, situata a nord dell’equatore, nella parte settentrionale dell’America Meridionale, è bagnata a nord dal Mar dei Caraibi e confina a ovest con la Colombia, a sud col Brasile, e a est con la Guyana. La capitale del Venezuela, Caracas si trova a 922 metri d’altezza nella valle del Río Guaire, sul versante meridionale della Cordillera Litoral, che la separa dalla costa del Mar dei Caraibi, da cui dista in linea d’aria solo 14 km, altre città importanti del paese sono Maracaibo, Valencia, Barquisimeto, e Maracay. L’isola di Margarita, tra le circa settanta isole venezuelane che si trovano al largo della costa del Mar di Caraibi, è la più importante, e la più grande.

Il territorio venezuelano presenta nella parte nord-occidentale del paese una zona montuosa costituita da catene appartenenti alla cordigliera delle Ande, come la Sierra de Perijá lungo il confine tra Colombia e Venezuela e la Cordillera de Mérida che con il Pico de Bolivar (5 007 metri) raggiunge il punto più elevato del paese. Le due catene sono separate dall’ampia depressione in cui si trova il lago di Maracaibo (13 210 kmq).

La parte centrale del paese è caratterizzata da ampie pianure alluvionali erbose chiamate llanos che coprono circa un terzo del territorio e giungono fino al corso del fiume Orinoco. A sud dell’Orinoco invece si estende una vasta area ad altopiani, che fanno parte del massiccio della Guyana, tra questi il più notevole è l’altopiano della Gran Sabana, alto in media circa 1 000 metri, e caratterizzato da caratteristiche montagne tabulari chiamate Tepuis. In questa zona si trovano alcune imponenti cascate, come ad esempio il Salto Kukenam (610 metri) e il Salto Angel (979 metri) che è la cascata più alta del mondo.

Mappa del Venezuela

Mappa del Venezuela

L’altopiano raggiunge le maggiori altitudini con il Pico de Neblina (3 014 metri), al confine con il Brasile, e con il Monte Roraima (2 810 metri), al confine con la Guyana. Il principale fiume del paese è l’Orinoco, lungo 2 410 km e con un bacino di 948 000 kmq, è uno dei più lunghi fiumi dell’America Meridionale, nasce presso il confine con il Brasile, attraversa tutto il paese, e si tuffa, con un ampio delta, nell’Oceano Atlantico davanti alle coste dell’isola di Trinidad.

L’economia del Venezuela è basata principalmente sulla più importante fonte di ricchezza del paese, il petrolio. Le risorse minerarie e del sottosuolo sono la ricchezza dell’economia venezuelana, oltre al petrolio, di cui il paese è uno dei massimi produttori mondiali, il paese possiede importanti giacimenti di gas naturale, di ferro, bauxite, zinco, rame, piombo, oro, argento, diamanti, amianto, magnesite, carbone, stagno, asbesto, titanio, fosfati, manganese e sale. Notevole il potenziale idroelettrico, dopo la costruzione della centrale di Guri, sul fiume Caroní, la seconda centrale idroelettrica del mondo, dopo la centrale di Itaipú (fra Brasile e Paraguay). L’industria venezuelana può vantare industrie tessili, zuccherifici, tabacchifici, cementifici, vetrerie, impianti siderurgici, petrolchimici e per la lavorazione dell’alluminio. L’agricoltura produce caffè, canna da zucchero, cacao, mais, tabacco, riso, patate, cotone, manioca, frutta e banane. Importanti sono anche la pesca (perle, tonni, gamberi e sardine), l’allevamento (principalmente di bovini), e le riserve forestali.

  • Superficie: 912 050 kmq. (Arativo 4,3%, Prati e Pascoli 19,5%, Foreste e Boschi 32,9%, Incolto e Improduttivo 43,3%)
  • Popolazione: 27 730 000 (agg. 2007) (Mestizos (discendenti di europei e amerindi) 68%, Europei 21%, Africani 10%, Amerindi 1%)
  • Capitale: Caracas.
  • Lingue: Lingua ufficiale è lo Spagnolo.
  • Religione: Cattolica Romana 96%; Protestante 2%.
  • Moneta: Bolívar Fuerte (VEF).
  • Fuso orario: -5,30 ore rispetto all’Italia (-6,30 ore quando in Italia vige l’ora legale). UTC -4,30 ore.

banner
Close
Sottoscrivete il nostro canale YOUTUBE
Se vi piace viaggiare sottoscrivete il nostro canale YOU TUBE di viaggi: