Home / America del Sud / Brasile / Brasilia: capolavoro di architettura futuristica
Congresso Nacional, Brasilia, Brasile. Author Gribiche (Rob Sinclair). Licensed under the Creative Commons Attribution-Share Alike
Congresso Nacional, Brasilia, Brasile. Author Gribiche (Rob Sinclair)

Brasilia: capolavoro di architettura futuristica

Brasilia, la capitale del Brasile, sorge attorno ad un lago artificiale, il lago Paranoá, ad oltre 1.150 metri d’altitudine nell’altopiano del Goiás (Planalto Central). Amministrativamente il territorio di Brasilia è chiamato Distrito Federal, tale territorio è quasi completamente circondato dallo stato del Goiás, solo per un brevissimo tratto a sud-est confina anche con lo stato di Minas Gerais.

La zona dove sorge la città è un altopiano ondulato che si trova a più di 1.000 km dal mare, e che ha un altezza variabile tra i 600 e i 1.200 metri, il punto più alto è il Pico do Roncador o Rodeador (1.341 metri), che si trova nella Serra do Sobradinho, nella parte nord occidentale della regione.

La città è di fondazione recente, fu progettata urbanisticamente da Lucio Costa, e da Oscar Niemeyer che ne progettò l’architettura. I lavori per la sua costruzione cominciarono nel 1922, ma la città fu inaugurata e divenne la nuova capitale del Brasile nel 1960.

Mappa del Distrito Federal. Wikipédia, Raphael Lorenzeto de Abreu

Mappa del Distrito Federal. Wikipédia, Raphael Lorenzeto de Abreu

Brasilia è un esempio di architettura futurista del XX secolo, nel 1987 è entrata a far parte dei luoghi del patrimonio dell’umanità dell’UNESCO.

  • Superficie: 5.801 km²
  • Popolazione: 2.562.963 (2010) (mulatti 49,60%, bianchi 41,37%, neri 8,14%, asiatici 0,44%, amerindi 0,33%)
  • Capitale: Brasilia
  • Fuso orario: UTC-3 (Estate UTC -2)
banner
Close
Seguiteci su Facebook
Restate informati su Guida Viaggi