Home / America del Sud / Brasile / Acre / Acre: l’estremità occidentale del Brasile
Cattedrale di Nossa Senhora da Glória, Cruzeiro do Sul, Acre, Brasile. Author Gabriel-AC. No Copyright
Cattedrale di Nossa Senhora da Glória, Cruzeiro do Sul, Acre, Brasile. Author Gabriel-AC

Acre: l’estremità occidentale del Brasile

Lo stato dell’Acre è il più occidentale del paese, qui infatti si trova l’estremità occidentale del Brasile: le sorgenti del Rio Moa, nella Serra Contamana al confine con il Perù. L’Acre è uno degli stati meno popolati del paese, l’unica città importante è la capitale Rio Branco, altro centro di rilievo è Cruzeiro do Sul.

L’Acre confina ad ovest e a sud-ovest con il Perù, a sud-est con la Bolivia, a nord con lo stato brasiliano dell’Amazonas, mentre a est confina per un breve tratto con lo stato brasiliano della Rondonia.

L’Acre fu fino all’inizio del XX secolo un territorio sotto il controllo boliviano, solo nel 1903 fu acquistato dal Brasile con il pagamento di 2 milioni di sterline e la costruzione della linea ferroviaria Madeira-Mamoré.

Il territorio dell’Acre fa parte del bassopiano amazzonico e la foresta amazzonica occupa tutto il paese. Molto utilizzate sono le vie d’acqua, che durante la stagione delle piogge sono le principali arterie di collegamento terrestre, i principali fiumi sono il Purus e il Juruá, tutti appartenenti al bacino idrografico del Rio delle Amazzoni.

Mappa dell'Acre. Wikipédia, Raphael Lorenzeto de Abreu

Mappa dell’Acre. Wikipédia, Raphael Lorenzeto de Abreu

Gran parte del territorio si trova a basse altezze, sotto ai 300 metri, soltanto nella parte occidentale, lungo il confine con il Perù si trova la Serra da Contamana (Serra do Divisor), dove si hanno le maggiori altezze dello stato (609 metri).

L’Acre è, tra gli stati brasiliani, uno dei maggiori produttori ed esportatori di gomma, nelle sue foreste crescono infatti i pregiati alberi della gomma (Hevea brasiliensis), anche la produzione di noci del Brasile (Bertholletia excelsa) è molto importante. Lo sfruttamento dell’immenso patrimonio forestale è la principale voce economica dello stato.

  • Superficie: 152.581 km²
  • Popolazione: 746.375 (2011) (mulatti 57,5%, bianchi 33,0%, neri 7,8%, asiatici e indigeni 1,7%)
  • Capitale: Rio Branco
  • Fuso orario: UTC-4
banner
Close
GDPR
Le leggi dell'UE richiedono che chiediamo il tuo consenso all'uso dei cookies. Utilizziamo i cookie per garantire che il nostro sito funzioni correttamente. Alcuni nostri partner pubblicitari raccolgono anche dati e utilizzano i cookie per pubblicare annunci personalizzati.




Sottoscrivete il nostro canale YOUTUBE: