Home / Europa / Francia / Tournus: una della più importanti abbazie della Francia

Tournus: una della più importanti abbazie della Francia

Tournus è una piccola cittadina di circa 7.000 abitanti della Francia centro-orientale. Situata nella regione francese della Borgogna, nel dipartimento di Saône-et-Loire. La città è situata sulla sponda del fiume Saone, al centro di dolci colline in buona parte ricoperte da vigneti, a 50 km a sud di Beaune, e a 100 km a nord di Lione. Principale attività della cittadina, come di tutta la zona circostante, è la produzione di vino.

Nel passato, fu in origine sede di un’antica guarnigione romana situata lungo le sponde del fiume Saône. Successivamente dopo la fondazione dell’Abbazia di Saint-Philibert, Tournus divenne un importante centro religioso grazie all’influenza esercitata dall’Abbazia. L’attuale Abbazia fu costruita alla fine dell’XI secolo. All’apice del suo potere, l’Abbazia di Tournus estendeva la sua giurisdizione su 10 comunità religiose, alcune delle quali erano situate perfino in Provenza.

LE ATTRAZIONI TURISTICHE: COSA VISITARE A TOURNUS

La graziosa cittadina di Tournus è famosa per il notevole complesso abbaziale dedicato a Saint-Philibert (San Filiberto) datato all’XI secolo. Tra gli altri edifici notevoli della cittadina un bel municipio settecentesco e un ospedale del seicento.

UNO DEI PIÙ IMPORTANTI MONUMENTI ROMANICI DELLA FRANCIA

L’Abbazia di Saint-Philibert di Tournus è uno dei più importanti monumenti romanici della Francia. Costruita alla fine dell’XI secolo, quando in Borgogna era diffuso il tipo basilicale a tre navate coperte a botte. La grande chiesa di Saint-Philibert di Tournus, è uno dei primi esempi di tale stile. La chiesa ha la facciata dominata da due massicce torri e decorata con lesene e archetti secondo lo stile lombardo. Mentre l’interno è severo e maestoso con pilastri cilindrici.

L’Abbazia è notevole per la struttura tipica delle basiliche a due piani con volta a crociera che collega la navata con l’esterno della chiesa (detta “nartece”). Questa ha la funzione di atrio, stretto e lungo, che contribuì allo sviluppo della facciata a due livelli. L’Abbazia è composta da un insieme di santuari ripartiti su tre livelli. La cripta, la grande chiesa e una chiesa superiore.

Accanto alla chiesa sul fianco meridionale si trovano i principali ambienti conventuali disposti attorno al chiostro. Le reliquie del Santo sono in una cassa dorata, in una cappella con capitelli romanici. Mentre i mosaici del coro risalgono al XII secolo.

La Chiesa di Saint-Valerien, considerata una cappella dell’Abbazia destinata a onorare San Valeriano primo patrono di Tournus, è una delle più antiche chiese della cittadina. Questa chiesa oggi è sconsacrata ed ospita una galleria antiquaria.

Di origine romanica è anche la Chiesa di Sainte-Madaleine (Santa Maddalena), rifatta però in forme gotiche. La chiesa conserva dell’antica struttura romanica il campanile quadrato e un elegante portale ornato di colonne e capitelli finemente decorati.

MUSEI:

L’Hôtel-Dieu, edificato tra il XVII e il XVIII secolo, è un perfetto esempio dell’architettura ospedaliera del XVIII secolo. L’edificio è oggi un museo che ospita le collezioni dell’ospedale, con un’antica farmacia, strumenti medici, oggetti d’arte, di culto e musicali.

All’interno dell’Hôtel-Dieu si trova anche il Musée Greuze che ospita collezioni di archeologia, sculture, dipinti, arti grafiche, arte contemporanea e in particolare le opere del pittore Jean-Baptiste Greuze (1725-1805), nativo di Tournus.

Il clima di Tournus.

banner