Home / Europa / Belgio / Tournai: una tra le più belle cittadine storiche del Belgio

Tournai: una tra le più belle cittadine storiche del Belgio

Tournai è una città belga della Vallonia di circa settanta mila abitanti. La cità si trova nella provincia dell’Hinault, a 10 km dal confine con la Francia, sulle due rive del fiume Schelda.

Le origini di Tournai vengono fatte risalire al campo militare romano di Tornacum fondato alla metà del I secolo d.C.. Durante il medioevo, il piccolo centro fu occupato dai Franchi e poi distrutto dai Normanni. Nel XIII secolo la città fu cinta di mura, corrispondenti al tracciato degli attuali boulevards.

Tra il XII e il XV secolo, Tournai fu un’importante centro culturale, in particolare per la scultura, e la pittura fiamminga. La cittadina si sviluppò grazie alla presenza di cave di calcare utilizzato per la fabbricazione della calce e come pietra da taglio utilizzata per decorare le cattedrali.

Nel XVIII secolo divenne un importante centro ceramico, la cui manifattura principale, fondata nel 1750, produsse fino alla fine del XIX secolo porcellana di buona qualità.

Durante la seconda guerra mondiale Tournai fu gravemente danneggiata dai bombardamenti, che nel maggio 1940 ne distrussero quasi completamente il centro storico.

Nel 2000 l’UNESCO ha inserito la Cattedrale di Notre-Dame a Tournai nella lista dei patrimoni dell’umanità, inoltre l’UNESCO ha inserito il Beffroi di Tournai, tra i Beffrois di Belgio e Francia un altro sito nella lista del patrimonio dell’umanità.

LE ATTRAZIONI TURISTICHE: COSA VEDERE A TOURNAI

La Grand-Place, è la piazza centrale di Tournai. Di forma triangolare, è circondata da palazzi nobiliari del XVII secolo ed è dominata dal Beffroi (oggi patrimonio mondiale dell’UNESCO), la torre civica del XII secolo. La torre s’innalza per 72 metri sopra la piazza e al suo interno racchiude un carillon di 43 campane.

Tra i palazzi che si affacciano sulla piazza troviamo l’Halle aux Draps (il mercato dei tessuti) un bell’edificio rinascimentale costruito nel 1610. Ci sono poi la Conciergerie des Halles del 1612, l’Hôtel du Bailliage (tribunale reale) del 1640, e il Granaio delle Decime dell’Abbazia di San Martino (Grange aux Dimes de l’Abbaye Saint-Martin) del 1633. A un estremità della piazza si trova la Chiesa di Saint-Quentin, del XII secolo.

LA CATTEDRALE

A breve distanza dalla Grand-Place si trova la maestosa Cattedrale di Notre-Dame (patrimonio mondiale dell’UNESCO) in stile romanico. Questo è uno dei più importanti monumenti architettonici del Belgio. Edificata nella prima metà del XII secolo, è dominata da cinque campanili posti sopra il transetto. L’edificio ha un grandioso interno con navata a quattro piani, tutte soluzioni architettoniche precursori dello stile gotico. Notevole è la ricchezza di sculture nei suoi capitelli, e nei suoi portali, in particolare nel portale nord (1141-71). Solo il coro è in puro stile gotico (1242-55).

Al suo interno sono custodite numerose opere d’arte tra cui una celebre Crocifissione detta “Cristo di Tournai” oltre a dipinti di Metsys, Jordaens, Rubens. La cattedrale ospita anche un piccolo museo di tesori medievali, tra cui una croce bizantina con smalti, perle e pietre preziose del quinto secolo, e la cassa di Notre-Dame, di Nicolas de Verdun, del 1205, e arazzi antichi.

L’attuale Municipio (Hôtel de Ville) si trova nei locali dell’antica Abbazia di San Martino (Abbaye Saint-Martin). L’edificio costruito nel 1763 è circondato da un bel parco. Tra le altre chiese della città: la Chiesa di Saint-Jacques, chiesa in stile gotico, con pitture murali del XV secolo, e la Chiesa di Saint-Brice.

OPERE DI FORTIFICAZIONE

Tra le opere di fortificazione rimaste notevole è il cosidetto Fort Rouge, torre difensiva del XIII secolo. Il Pont des Trous rappresenta una delle più importanti vestigia dell’architettura militare medievale del Belgio. Questo ponte era parte della seconda cinta muraria (XIII-XIV secolo), ed è un ponte fortificato che difendeva il corso della Schelda nel tratto in cui attraversava la città. Dal ponte potevano calare la griglie che sbarravano il passo alle imbarcazioni, il ponte è difeso da due massicci torrioni: la Tour de la Thieulerie (1302-1304) e la Tour du Bourdiel, sul lato della Cattedrale (1281).

Delle mura della città restano alcuni resti della prima cinta comunale del XII secolo in rue Saint-Georges, place Reine Astrid e nel giardino del Seminario Episcopale. Mentre facevano parte della seconda cinta comunale del XIII secolo, il cui tracciato corrisponde al tracciato degli attuali boulevard, il Pont des Trous, e le torri Marvis e Saint-Jean.

COSA VEDERE: I MUSEI

Tra i musei da visitare a Tournai possiamo segnalare: Il Museo d’Archeologia (Musée d’Archéologie), situato nell’edificio dell’antico monte di pietà. Questo museo è diviso in tre sezioni, quaternaria, gallo-romana e merovingia.

Il Museo Reale delle Armi e della Storia Militare (Musée Royal d’Armes et d’Histoire Militaire). Questo museo è formato da una decina di sale tematiche, con armi del periodo napoleonico, armi africane provenienti dall’ex-Congo Belga, armi della marina belga, armi della seconda guerra mondiale, della legione straniera ecc.

Il Museo delle Belle Arti (Musée des Beaux-Arts), presenta una collezione di dipinti dei primitivi fiamminghi (R. Campin, R. de le Pasture, J. Gossart, Bruegel). Ci sono anche opere del XVII e XVIII secolo di Rubens, Watteau, ecc, e degli impressionisti (Manet, Monet, Seurat, Van Gogh) oltre a opere di pittori locali.

Il Museo del Folklore (Maison Tournaisienne – Musée de Folklore), è un museo dedicato alla storia della casa e del folklore di Tournais. Il Museo di Storia delle Arti Decorative (Musée d’Histoire et des Arts décoratifs). Un museo dedicato alla storia delle produzioni artistiche di Tournais: ceramiche, monete, argenteria, oggettistica.

Se viaggiate con bambini potete visitare il Museo di Storia Naturale e il Vivarium (Musée d’Histoire naturelle et Vivarium). Un museo dedicato alla storia del mondo animale, comprende anche un Vivarium contenente oltre 70 specie di rettili, anfibi, pesci e invertebrati.

Altri musei da visitare sono il Museo della Tappezzeria e dell’Arte del Tessuto (Musée de la Tapisserie et des arts du tissu) e il Centro delle Marionette della Comunità Francese del Belgio (Centre de la Marionnette de la Communauté Française de Belgique).

QUANDO ANDARE: IL CLIMA DI TOURNAI

Il clima di Tournai è un clima continentale-temperato di tipo atlantico. Come in gran parte del Belgio anche qui il clima ha estrema variabilità e piovosità diffusa in tutti i mesi dell’anno. Gli inverni sono piuttosto freddi, mentre le estati sono fresche.

La quantità media delle precipitazioni annuali è di 640 mm. Le piogge sono ben distribuite, ma i mesi leggermente più piovosi sono quelli tra maggio e dicembre.

La media delle temperature massime varia tra 23°C di luglio e i 6°C di gennaio. Mentre le temperature medie minime variano tra i 13°C di luglio e 1°C di gennaio.

IL CLIMA DI TOURNAI: TABELLE CLIMATICHE

TOURNAI (22 metri)
Mese Temp. min. media (°C) Temp. mas. media (°C) Precip. (mm) Giorni di precip.
Gennaio 1 6 48  
Febbraio 1 6 41  
Marzo 3 9 43  
Aprile 4 12 43  
Maggio 8 17 51  
Giugno 11 19 56  
Luglio 13 22 61  
Agosto 13 23 58  
Settembre 11 19 56  
Ottobre 7 14 64  
Novembre 4 9 61  
Dicembre 2 7 58  
ANNO     640  

ALLOGGI, APPARTAMENTI, B&B E HOTEL

Booking.com
banner