Home / Europa / Spagna / Burgos: una maestosa cattedrale gotica

Burgos: una maestosa cattedrale gotica

Burgosè una splendida città storica di 170.000 abitant. Si trova nella Spagna nord-occidentale, nella regione di Castiglia y Leon. La storia di Burgos inizia nell’anno 884, quando Diego Porcelos, secondo Conte di Castiglia, ripopolò l’area con l’intenzione di formare un bastione contro le continue incursioni arabe.

Di questo periodo sono i resti del Castillo di Burgos, che dall’alto di una collina domina la città. Posizionata sul cammino di Santiago, e luogo di frontiera, Burgos divenne un importante centro della Castiglia. Nel 1075 divenne sede episcopale. Il periodo di massimo splendore della città si ebbe tra il XIII e il XVI secolo.

Testimonianza dell’importanza che ebbe Burgos in questo periodo sono le importanti opere d’arte presenti, tre su tutte: la Cattedrale gotica, il monastero de las Huelgas e il monastero Cartusiano di Miraflores (Cartuja de Miraflores).

COSA VEDERE: LE ATTRAZIONI PRINCIPALI DI BURGOS

UNA SPLENDIDA CATTEDRALE GOTICA

La bellissima cattedrale gotica di Burgos, nel 1984 è stata dichiarata dall’UNESCO patrimonio mondiale dell’umanità. La chiesa fu edificata tra il XIII e il XVI secolo, nella sua architettura è rappresentata l’intera storia dell’arte gotica. Al suo interno sono interessanti capolavori pittorici, cappelle, tombe e vetrate dipinte.

La cattedrale, iniziata nel 1221, per volere di Fernando III il Santo e del vescovo Maurizio, presenta influenze francesi, mentre le torri opera di Juan de Colonia (Hans von Koln) sono del XV secolo e s’ispirano al gotico tedesco. Dietro l’altare è la magnifica capilla del Condestable (1486) con statue funebri del XVI secolo. La cattedrale di Burgos è anche il luogo di sepoltura di Rodrigo Díaz de Vivar, chiamato El Cid, eroe guerriero dell’XI secolo.

UNA GRANDE RICCHEZZA DI CHIESE E MONASTERI

Oltre alla Cattedrale, Burgos possiede più monumenti religiosi di qualunque altra città spagnola ad eccezione di Toledo. Da segnalare: la chiesa di San Esteban, la chiesa di San Gil, la chiesa di San Nicolás, la chiesa di Santa Águeda, la chiesa di de Santa María la Real y Antigua e il Conjunto monumental di Plaza de San Juan.

Tra l’architetura civile della città, dei secoli XV-XVI, sono degni di nota: la Casa del Cordón, la Casa de Miranda, l’Hospital de San Juan e l’Hospital de la Concepción, l’Arco de San Esteban, l’Arco de Santa María, il Castillo (IX secolo) e le mura medievali. Altri edifici interessanti sono infine il Palacio de Capitanía, il Palacio de Castilfalé e il Palacio de la Diputación.

Il Monastero de las Huelgas, alla periferia della città, fu edificato a partire dal 1187 per volere del re Alfonso VIII. Il suo stile è un misto tra gotico e bizantino, molto belli sono i chiostri. Il monastero fu destinato a pantheón reale. Nelle vicinanze del monastero è l’Hospital del Rey, fondato sempre da Alfonso VIII.

DA VEDERE NEI DINTORNI DI BURGOS

A tre km dal centro cittadino, si trova la Cartuja de Miraflores, monastero opera di Juan de Colonia tra il 1454 e il 1488. Al suo interno è il mausoleo in marmo di re Juan II e di sua moglie Isabella del Portogallo capolavoro di Gil de Siloe.

A soli 16 km da Burgos si trova una altro sito iscritto nel 2000 nella lista patrimonio mondiale dell’umanità dell’UNESCO: il sito archeologico di Atapuerca. Le grotte della Sierra di Atapuerca contengono ricchi giacimenti di fossili umani che risalgono fino ad un milione di anni fa e rappresentano il più antico e abbondante ritrovamento della presenza umana in Europa.

Il clima di Burgos.

banner