Home / Europa / Svizzera / Zurigo: una tra le città con la più alta qualità della vita

Zurigo: una tra le città con la più alta qualità della vita

Zurigo è la principale città della Svizzera, oltre ad essere il capoluogo del cantone omonimo. La città, che conta 370.000 abitanti che con l’area urbana superano il milione, si trova ad un altezza di oltre 400 metri, al limite settentrionale dell’omonimo lago, dove il fiume Limmat abbandona il lago stesso. Posta all’incrocio di importanti vie di comunicazioni ferroviarie e stradali, Zurigo è il maggior centro commerciale, industriale, finanziario e culturale del Paese. Negli ultimi anni, secondo alcune ricerche, Zurigo è stata dichiarata la città con la miglior qualità della vita al mondo.

Anticamente fu un piccolo centro celtico-romano (Turicum). La città si sviluppò solo in epoca carolingia. Ed ebbe un ruolo importante fra il XII e il XV secolo, quando divenne libero Comune, giungendo a controllare un vasto territorio. Nel 1450 entrò nella Confederazione svizzera e fu con Berna il centro più importante della Confederazione.

COSA VEDERE: LE ATTRAZIONI PRINCIPALI DI ZURIGO

GLI EDIFICI RELIGIOSI

Il centro storico della città di Zurigo è ottimamente preservato. Si trova sulla riva della Limmat e vanta numerosi punti d’attrazione. Il monumento più notevole della città è il Grossmünster (l’antico Duomo), costruito attorno al 1100, mentre le torri sono gotiche. All’interno della chiesa sono da vedere la Cripta romanica, i capitelli romanici in chiesa e nella via crucis, le finestre del coro realizzate da Augusto Giacometti (1932), le porte in bronzo di Otto Münch (1935 e 1950), e il museo della riforma protestante nella via crucis.

Il Fraumünster è una chiesa con convento femminile. Interessanti sono il coro romanico e la navata centrale con le sue alte volte. All’interno si trova un grande organo a 5.793 canne (del 1953), ma l’attrazione principale della chiesa è costituita dalle vetrate variopinte: la finestra nord nella navata trasversale è opera di Augusto Giacometti, mentre sono opere di Marc Chagall il ciclo di vetrate nel coro (1945), e la rosetta nella navata trasversale meridionale (1978).

La Peterskirche, è la più antica chiesa della città, risale infatti a prima del IX secolo. L’edificio odierno presenta una navata barocca dell’inizio del XVIII secolo. La chiesa custodisce un Coro dell’inizio del XIII secolo. Il campanile tardoromanico-gotico della chiesa ha un orologio con un diametro di 8,7 metri, che è l’orologio a torre con il quadrante più grande d’Europa. Fra gli edifici religiosi sono da menzionare la Chiesa domenicana Predigerkirche del XIII secolo ma rifatta in età barocca e la tardogotica Wasserkirche del XV secolo.

GLI EDIFICI CIVILI

Tra gli edifici civili da ricordare è il Rathaus (Municipio), una costruzione barocca del 1694-1698. Molto caratteristiche sono infine numerose case borghesi dei secoli XV-XVIII e gli edifici che ospitavano le corporazioni come la casa Rüden (gotica) e la casa zur Meise (rococò). L’Opernhaus di Zurigo, costruzione neobarocca del 1891 è stato il primo teatro lirico in Europa ad essere illuminato con la luce elettrica.

LA VIA DELLO SHOPPING

La Bahnhofstrasse (Via della stazione) è la via che conduce dalla stazione centrale al lago di Zurigo. Essa attraversa la Paradeplatz, ed è nota per lo shopping. Vi si trovano eleganti negozi di moda, shopping centers, negozi di scarpe, pellicce, accessori, gioielli e orologi, banche, pasticcerie. Nota per lo shopping è anche la zona di Niederdorf con le zone pedonali e i tanti negozi nascosti in piccoli vicoli che invitano agli acquisti. Alla sera, la zona del Niederdorf, con tutti i suoi bar, le trattorie e gli artisti di strada, si trasforma nel quartiere dei divertimenti della città.

Altro luogo da non mancare per gli acquisti è l’area della Storchengasse/Strehlgasse cuore del centro antico di Zurigo. Mentre lo Schipfe è uno dei più vecchi quartieri di Zurigo. Questo antico quartiere ospita oggi numerosi negozi artigianali, ed è un posto ideale per una sosta, per gli acquisti e per mangiare.

I PARCHI

Il bel parco verde, Quaianlagen, ubicato sul bacino inferiore del lago diviene nei mesi estivi un frequentato luogo di ritrovo della cittadinanza. Da non mancare infine una visita al Lindenhof, belvedere panoramico con stupenda vista sulla città vecchia, qui si trovano i resti di una stazione doganale romana nonché del castello tardoromano. A Zurigo si trova anche la famosa Casa Le Corbusier (Heidi Weber Haus), progettata dall’architetto svizzero Le Corbusier. Fu realizzata inizialmente come abitazione, ma oggi accoglie un’esposizione di arte moderna.

Nei dintorni di Zurigo un escursione da non mancare è quella alle Cascate del Reno, che si trovano vicino a Schaffhausen (50 km da Zurigo). Sono le più grandi cascate d’Europa, larghe 150 metri e alte 23 metri. Queste cascate hanno una portata media di 700 metri cubi di acqua al secondo. Interessante è l’escursione lungo il lago di Zurigo (Zürichsee), che può essere completata con la visita del Castello di Rapperswil e del suo Museo polacco, un’esposizione che illustra il contributo della Polonia alla cultura occidentale.

COSA VEDERE: I MUSEI DI ZURIGO

IL MUSEO DELL’ARTE

Zurigo ospita più di 50 musei. Tra i più importanti musei della città è senz’altro la Kunsthaus Zürich (Museo dell’arte), si tratta di uno dei musei d’arte moderna più importanti d’Europa. Le principali opere del museo comprendono la più grande raccolta di opere di Edvard Munch al di fuori della Norvegia, importanti dipinti di Picasso e degli espressionisti Kokoschka, Beckmann e Corinth. C’è anche un gruppo significativo di opere di Claude Monet, Marc Chagall e un importante galleria fotografica. Nel museo è esposta la più importante collezione di opere di Alberto Giacometti, scultore surrealista svizzero. Sono presenti anche sculture medievali e pale d’altare, pittura fiamminga, pittura barocca italiana, e arte svizzera del XIX e XX secolo con opere dei più noti artisti quali Johann Heinrich Fuseli e Ferdinand Hodler. Le moderne tendenze artistiche sono rappresentate da opere di Rothko, Merz, Twombly, Beuys, Bacon e Baselitz.

IL MUSEO NAZIONALE SVIZZERO

Il Museo Nazionale Svizzero (Schweizerisches Landemuseum), ospita la più grande collezione storico-culturale della Svizzera, dalla preistoria ai nostri giorni. Sono presenti opere d’arte sacra e profana dal medioevo al XV e XVI secolo. Oggetti d’artigianato del XVI e XVII secolo come orologi e gioielli. Vetrate, tessuti, costumi tradizionali, stemmi e mobili rinascimentali. vi si trovano ricostruzioni di ambienti del XV e XVI secolo. Ci sono mobili, arazzi, dipinti, argenti e grandi stufe in maiolica. Un importante collezione di armi e armature dal IX al XX secolo. Infine numerosi sono anche i reperti della Svizzera preistorica e romana.

ARTE IMPRESSIONISTA E MODERNA

La Collezione della Fondazione E.G. Bührle (Stiftung Sammlung E. G. Bührle) è una collezione principalmente di arte impressionista e moderna d’importanza mondiale. Vi sono esposte opere di: Vincent Van Gogh, Pierre-Auguste Renoir, Georges Braque, Paul Cézanne, Claude Monet, Pablo Picasso, Paul Gauguin, Pierre Bonnard, Marc Chagall, Gustave Courbet, Edgar Degas, Eugène Delacroix, Camille Pissarro, Henri de Toulouse-Lautrec, Maurice Utrillo, Edouard Manet, Henri Matisse, Amedeo Modigliani, ecc. Inoltre sono presenti opere di noti maestri olandesi (Rubens, Rembrandt van Rijn) e veneziani (Canaletto, Tintoretto, Tiepolo) e arte figurativa gotica.

Il Nordamerika Native Museum (NONAM), è un museo che raccoglie gli oggetti d’uso comune, oggetti artistici e spaccati di vita degli indiani americani e degli inuit (eschimesi). Il Museo Rietberg (Museum Rietberg) ospita l’arte extraeuropea, soprattutto dall’India, dalla Cina e dall’Africa. Un museo interessante è il Museo degli orologi Beyer (Uhrenmuseum Beyer Zurich), che ospita una collezione di orologi antichi dal XVI al XX secolo.

Per le famiglie sono da visitare anche il Museo del giocattolo – Collezione Depuoz (Spielzeugmuseum Sammlung Depuoz) che espone giocattoli d’epoca dal XVIII al XX secolo. E anche il Museo delle figurine di stagno (Zinnfiguren Museum Zürich), un piccolo museo che illustra la produzione delle statuine di stagno nel XVIII e nel XIX secolo.

Il Museo Kulturama dell’umanità (Kulturama Museum des Menschen), è un museo didattico interdisciplinare, che documenta e spiega 600 milioni d’anni di evoluzione umana e animale, il museo presenta inoltre aspetti della biologia umana e della storia culturale dell’uomo. Tra i molti altri musei segnaliamo: la Kunsthalle Zürich, il Museo etnologico (Völkerkundemuseum) dell’Università di Zurigo, il MoneyMuseum (museo del denaro e della valuta).

COME MUOVERSI: TRASPORTI URBANI DI ZURIGO

I collegamenti più economici, e spesso anche i più rapidi, sono quelli via ferrovia, bus, battello o funivia dei trasporti pubblici di Zurigo (VBZ Verkehrsbetriebe Zürich). Nella città ci sono 13 linee di tram, 6 di filobus e 18 di bus. In più ci sono 9 bus di quartiere e 2 funicolari, la Polybahn e la Seilbahn Rigiblick.

In tutto l’agglomerato di Zurigo ci sono poi altre 32 linee di bus. Le Ferrovie Federali Svizzere gestiscono il servizio S-Bahn (abbreviazione di Stadtschnellbahn, “ferrovia veloce urbana”), che serve non solo la città (con 13 stazioni all’interno della città) ma anche tutto il cantone e parzialmente i cantoni limitrofi.

A Zurigo con un unico biglietto si possono utilizzare tutti i mezzi di trasporto della città (comunità tariffaria ZVV Zürcher Verkehrsverbund).

Clima di Zurigo.

banner