Home / Europa / Spagna / Ubeda: una cittadina opera d’arte del rinascimento spagnolo

Ubeda: una cittadina opera d’arte del rinascimento spagnolo

La città di Ubeda, che conta circa 35.000 abitanti, si trova a soli 10 km da Baeza. Entrambe le due cittadine sono state dichiarate, nel 2003, dall’UNESCO patrimonio mondiale dell’umanità. I centri storici di queste due città rappresentano infatti il primo sorprendente esempio di architettura civile rinascimentale e di pianificazione urbana nella Spagna di inizio XVI secolo. Ubeda fu fondata dagli Arabi con il nome di Madinat Ubbadat Al-Arab (Úbeda de los Árabes). La città fu riconquistata definitivamente da re Ferdinando III nel 1233.

Il definitivo sviluppo della città si ebbe solamente dopo la caduta dell’Emirato di Granada. In quel periodo, grazie ad alcuni nobili della città, come Francisco de los Cobos, che era segretario dell’Imperatore Carlo I, e a Juan Vázquez de Molina, che rivestiva alti incarichi nella gerarchia statale, furono commissionati importanti lavori edilizi all’architetto Andrés de Vandelvira. Questa intensa attività edilizia portò all’edificazione di alcune autentiche opere d’arte del rinascimento spagnolo. Ubeda, nel suo centro storico conta quasi cinquanta notevoli monumenti del rinascimento.

COSA VEDERE: LE ATTRAZIONI PRINCIPALI DI UBEDA

Real Colegiata y Sacra Iglesia de Santa María la Mayor de los Reales Alcázares, Ubeda, Andalusia, Spagna. Author and Copyright Liliana Ramerini

Real Colegiata y Sacra Iglesia de Santa María la Mayor de los Reales Alcázares, Ubeda, Andalusia, Spagna. Author Liliana Ramerini

LA PIAZZA CENTRALE: PLAZA VAZQUEZ DE MOLINA

La plaza Vázquez de Molina è, uno dei migliori spazi rinascimentali della Spagna. Soprattutto questo è il cuore della città. Nella piazza monumentale si trovano molti edifici storici di pregio. Tra cui la Sacra Capilla del Salvador (1540-1556), progettata da Diego de Siloé e realizzata da Andrés de Vandelvira. La gotica Iglesia de Santa María de los Reales Alcázares edificata nel XIII secolo sul luogo della moschea. Il Palacio de Vázquez de Molina, un opera di Andrés de Vandelvira, conosciuto anche come Palacio de las Cadenas. Il Palazzo del Deán Ortega, un palazzo rinascimentale, opera di Andrés de Vandelvira. Il Palacio del Marqués de Mancera. L’Antiguo Pósito, un deposito del grano del XVII secolo. La casa de Juan de Medina, il Cárcel del Obispo e il Palacio Francisco de los Cobos.

UNA GRANDE RICHCEZZA DI EDIFICI STORICI

A destra della Capilla del Salvador comincia Calle Baja del Salvador che porta all’Hospital de los Honrados Viejos del Salvador e a un belvedere da dove si ammirano soprattutto panorami verso le montagne di Cazorla e Mágina. L’Hospital de Santiago fu progettato da Andrés de Vandelvira nel tardo XVI secolo. Dalla piazza Vázquez de Molina, si arriva alla piazza del Mercado. Questa piazza che fu in parte ricostruita nel XIX secolo, presenta anche alcuni interessanti costruzioni come la iglesia de San Pablo (XV-XVI secolo), e l’Ayuntamiento Viejo.

Casa de las Torres, Ubeda, Andalusia, Spagna. Author and Copyright Liliana Ramerini

Casa de las Torres, Ubeda, Andalusia, Spagna. Author Liliana Ramerini

Altri palazzi della città da visitare nelle immediate vicinanze della plaza Vázquez de Molina sono prima di tutto La Casa de las Torres, che è un palazzo di aspetto medievale con aggiunte rinascimentali con un bel portale in stile plateresco. In secondo luogo ll Palacio de los Vela de los Cobos, un palazzo rinascimentale edificato nel XVI secolo su progetto di Andrés de Vandelvira.

Il Palacio del conde de Guadiana, è un edificio in stile manierista che oggi ospita un hotel. Il Convento de Santa Clara, è uno dei monasteri più antichi della città fu fondato dai francescani nel XIII secolo. Nel centro storico ci sono allo stesso modo altri edifici da visitare tra cui la Iglesia de San Pedro, la Iglesia de San Lorenzo, il Convento de San Miguel y Oratorio de San Juan de la Cruz. Di interesse sono infine anche gli edifici del Convento de Carmelitas Descalzos, il Convento de la Inmaculada Concepción, il Palacio de D. Luis de la Cueva, il Palacio del Marqués de la Rambla e infine il Palacio de los Medinilla.

banner