Home / Europa / Italia / Milano: la capitale industriale, commerciale e finanziaria d’Italia
Duomo, Milano, Lombardia, Italia. Autore e Copyright Marco Ramerini
Duomo, Milano, Lombardia, Italia. Autore Marco Ramerini

Milano: la capitale industriale, commerciale e finanziaria d’Italia

Milano (circa 1.350.000 abitanti, circa 7.400.000 l’area metropolitana) è la capitale industriale, commerciale e finanziaria d’Italia, ed è uno dei maggiori centri commerciali e finanziari del mondo.

Fondata dai Celti Insubri (probabilmente nel 396 a.C.), fu occupata temporaneamente dai Romani nel 222 a.C. e poi definitavamente annessa nel 196 a.C.. In epoca imperiale la città conobbe un rapido sviluppo, ciò rese la città molto importante, e all’inizio del IV secolo Milano divenne sede dell’imperatore. Ripetutamente saccheggiata durante le invasioni barbariche, la città persa il suo ruolo di capitale, in primo luogo per Ravenna, poi per Pavia.

Nel XII secolo Milano divenne un libero comune. Nel 1162 Federico I Barbarossa rase al suolo Milano. Nel 1311 i Visconti cominciarono a governare Milano con il titolo di vicari imperiali (duchi dal 1395, con Gian Galeazzo). Nel XIV e XV secolo Milano estese il suo dominio su gran parte delle regioni dell’Italia settentrionale, fino al Mar Ligure e ai confini della Toscana.

Galleria Vittorio Emanuele II, Milano, Lombardia, Italia. Autore e Copyright Marco Ramerini

Galleria Vittorio Emanuele II, Milano, Lombardia, Italia. Autore Marco Ramerini

Dopo la morte di Filippo Maria Visconti che non lasciò eredi, il confronto per la successione fu vinto da Francesco Sforza, la signoria della famiglia Sforza continuerà fino al 1535, e fu un periodo di pace e di prosperità economica e culturale per la città. Nel 1540 Milano passò sotto il dominio spagnolo.

Nel 1713, dopo la guerra di successione spagnola, la città passò sotto il controllo dell’Austria. In questo periodo Milano sperimentò una rapida ripresa, favorita dalle riforme di Maria Teresa d’Austria, dalla presenza di una leadership attiva, e dalla vitalità dei suoi centri culturali. Nella nuova Italia unita (1859), Milano divenne la capitale economica del paese.

Trasporto pubblico a Milano: Milano ha una rete metropolitana che si estende per più di 80 km con 3 linee (M1 – rossa, M2 – verde, M3 – giallo). C’è anche un servizio di metropolitana leggera denominato “Metrò S. Raffaele”, che collega l’Ospedale San Raffaele con la stazione di Cascina Gobba della metropolitana (M2). Milano dispone inoltre di una vasta rete tranviaria con 20 linee che si estendono per più di 286 km. Vasto è anche il sistema di rete bus con 93 linee di autobus che si estendono per più di 1070 km.

COSA VEDERE: LE ATTRAZIONI PRINCIPALI DI MILANO

Le attrazioni storiche della città sono contenute tra il Castello Sforzesco, Piazza Cairoli, Piazza Cordusio, Piazza Duomo e Piazza San Babila. Il Duomo, in stile gotico (fine del XIV – XIX secolo), è uno delle più grandi cattedrali gotiche del mondo, la chiesa è a cinque navate ed ha una pianta a croce e può contenere circa 40.000 fedeli.

Teatro alla Scala, Milano, Lombardia, Italia. Autore e Copyright Marco Ramerini

Teatro alla Scala, Milano, Lombardia, Italia. Autore Marco Ramerini

Sul lato settentrionale della piazza del Duomo è la Galleria Vittorio Emanuele II, una galleria coperta a doppia arcata che collega Piazza del Duomo a Piazza della Scala, è tra i centri commerciali più belli in Italia. Il famoso Teatro alla Scala (La Scala) è uno dei teatri più famosi del mondo.

Il Castello Sforzesco costruito nel XV secolo è uno dei monumenti più belli di Milano, il castello contiene tre musei: il Museo delle Arti Applicate, il Museo Archeologico e il Museo di Arte storico (Museo d’Arte Antica del Castello Sforzesco), in questo ultimo museo si trovano la famosa Pietà Rondanini, ultima opera di Michelangelo e alcuni dipinti di Mantegna, Bellini, Leonardo da Vinci e Fra Filippo Lippi.

La chiesa e il convento domenicano di Santa Maria delle Grazie, è sede di uno dei dipinti più famosi di Leonardo da Vinci, il Cenacolo Vinciano (Ultima Cena di Leonardo) che è inclusa nel Patrimonio mondiale dell’UNESCO dal 1980.

Altre attrazioni sono la Basilica di Sant’Ambrogio, la Basilica paleocristiana di San Lorenzo, la Biblioteca Ambrosiana e la Pinacoteca Ambrosiana, la Pinacoteca di Brera (Accademia di Belle Arti di Brera), il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia “Leonardo da Vinci”, la Galleria Civica d’Arte Moderna, con opere di Picasso, Matisse, Renoir, Gauguin e Cézanne.

banner
Close
GDPR
Le leggi dell'UE richiedono che chiediamo il tuo consenso all'uso dei cookies. Utilizziamo i cookie per garantire che il nostro sito funzioni correttamente. Alcuni nostri partner pubblicitari raccolgono anche dati e utilizzano i cookie per pubblicare annunci personalizzati.




Sottoscrivete il nostro canale YOUTUBE: