Home / Europa / Slovacchia / Bratislava: l’antica Presburgo
Castello di Bratislava, Slovacchia. Author Ondrejk. No Copyright
Castello di Bratislava, Slovacchia. Author Ondrejk

Bratislava: l’antica Presburgo

Bratislava (450.000 abitanti) è la capitale della Slovacchia, la città si trova nel sud-ovest del paese, sulle sponde del Danubio, molto vicina al confine con l’Austria e l’Ungheria, a poche decine di chilometri da Vienna.

La città è posizionata in modo pittoresco sulle sponde del Danubio, con a nord la catena montuosa dei Carpazi, e presenta un interessante centro storico caratterizzato da un’archittettura mista influenzata dalle diverse popolazioni che l’hanno abitata. Fino al 1919 la città era conosciuta con il nome tedesco di Pressburg, in quella data la popolazione della città era equamente divisa tra ungheresi (40%) e tedeschi (42%), gli slovacchi erano solo il 15% degli abitanti.

COSA VEDERE: LE ATTRAZIONI PRINCIPALI DI BRATISLAVA

Uno dei più importanti palazzi del centro storico è il Castello, situato su una collina che domina da un altezza di 82 metri il Danubio. Il luogo dove fu costruito il castello era in origine un insediamento celtico, fu poi fortificazione romana facente parte del Limes Romano. Nel medioevo divenne un insediamento fortificato slavo, nel X secolo fu costruito un castello di pietra, che nel 1430 fu considerevolmente ingrandito in stile gotico da Sigismondo di Lussemburgo. Nel 1562 e poi nel 1649 la costruzione fu modificata, successivamente sotto il governo di Maria Teresa d’Austria, il castello fu ristrutturato e utilizzato in come sede del governatore reale Albert von Sachsen-Teschen, che fondò nel castello la galleria di stampe, acquerelli e disegni chiamata Albertina, che fu poi spostata a Vienna.

Distrutto accidentalmente dalle truppe francesi nel 1811, il castello rimase in rovina fino agli anni ’50 del novecento, quando fu ricostruito nelle forme che aveva al tempo di Maria Teresa d’Austria, oggi ospita il Museo Nazionale Slovacco.

Bratislava, Slovacchia. Autore Jonik. Licensed under the Creative Commons Attribution-Share Alike

Bratislava, Slovacchia. Autore Jonik

Il centro storico di Bratislava è caratterizzato da molti palazzi barocchi, tra i quali spicca il palazzo Grassalkovich (costruito nel 1760) oggi residenza del presidente della repubblica slovacca. Tra gli edifici religiosi da ricordare la cattedrale di San Martino (Dóm sv. Martina), edificata nei secoli XIV-XV in stile gotico, era il luogo dove venivano incoronati i re d’Ungheria, ha la torre campanaria più alta della città (85 metri). Tra i resti delle antiche mura l’unica porta ancora oggi visibile è la porta Michalská del XIV secolo.

L’antico palazzo municipale risalente al XV secolo ospita il Museo della Città. Il più bell’esempio di architettura classicista di Bratislava è il palazzo Primaciálny con la sala degli specchi. Questo palazzo nel 1805 fu la sede della pace di Pressburg (Presburgo, l’antico nome di Bratislava). Nel palazzo è ospitata un collezione unica di antica tappezzeria.

Nelle vicinanze di Bratislava, su un’alta roccia alla confluenza tra la Morava e il Danubio, si trovano i ruderi del castello di Devín. A sud di Bratislava, nel paese di Rusovce, sono un castello del XIX secolo e i resti dell’insediamento romano di Gerulata.

COME ARRIVARE: VOLI PER BRATISLAVA

L’aeroporto di Bratislava è lo Milan Rastislav Štefánik International Airport. La compagnia aerea principale che vola verso Bratislava è la compagnia low cost irlandese Ryanair. Esistono voli diretti con l’Italia effettuati dalla Ryanair dagli aeroporti di  Bergamo-Orio al Serio, Roma-Ciampino e voli stagionali da Alghero e Trapani.

Bratislava può essere raggiunta in aereo anche volando verso l’aeroporto di Vienna, in Austria, che si trova a poche decine di chilometri dalla capitale Slovacca.

COME MUOVERSI A BRATISLAVA

Il centro storico di Bratislava è facilmente visitabile a piedi. La rete dei trasporti pubblici di Bratislava utilizza tre principali tipi di veicoli: bus, che servono la maggior parte della città e l’area di Petržalka. I trams, che collegano il centro con i sobborghi, con l’esclusione di Petržalka. I filobus, che collegano il centro con i sobborghi e servono come mezzo di trasporto complementare.

banner