Home / Europa / Lettonia / Riga: Art Nouveau e architettura in legno
Castello di Riga, Lettonia. Autore Britt Storlykken Helland. Licensed under the Creative Commons Attribution-Share Alike
Castello di Riga, Lettonia. Autore Britt Storlykken Helland

Riga: Art Nouveau e architettura in legno

Riga (circa 730 000 abitanti, dei quali: Russi 43.5%, Lettoni 41.5%, Bielorussi 4.6%, Ucraini 4.1%, Polacchi 2.1%, altri 4.3%), capitale della Lettonia è un importante porto sull’estuario del fiume Daugava nel mar Baltico.

Fondata nel 1201 dal vescovo Albrecht von Buxthoeven, per tutto il medioevo ebbe importanza come porto commerciale e presto (1282) entrò a far parte della Lega Anseatica, conoscendo un periodo di notevole floridezza commerciale.

Nel 1561 la città fu annessa alla Polonia. Successivamente passò, nel 1621, sotto il dominio svedese sotto il cui controllo rimase fino al 1710 anno in cui divenne parte dell’Impero Russo, la sua importanza per l’impero zarista crebbe col tempo, fino a diventare uno dei principali porti della Russia.

Nel 1919 divenne capitale della Lettonia indipendente. Nell’agosto 1940 fu annessa all’URSS. Occupata per 3 anni (1941-1944) dalle truppe tedesche, fece parte dell’Unione Sovietica fino alla sua dissoluzione. Nel 1991, Riga fu nuovamente la capitale della Lettonia indipendente.

Nel 1997, l’UNESCO ha inserito il centro storico di Riga nella lista dei patrimoni mondiali dell’umanità, per i suoi edifici in Art Nouveau/Jugendstil, e per quelli in legno. Riga ebbe notevole prosperità durante l’esistenza della Lega Anseatica tra il XIII e il XV secolo, ma la maggior parte degli edifici medievali della città è stato distrutto dal fuoco o dalla guerra. La città conobbe un nuovo periodo di splendore nel XIX secolo, quando nei sobborghi attorno al centro storico furono edificati importanti edifici in legno in stile Neoclassico e Art Nouveau/Jugendstil. Oggi, Riga, è universalmente riconosciuta come la città con la più bella e ricca collezione di edifici di Art Nouveau in Europa, e per l’importante architettura in legno del XIX secolo.

COME ARRIVARE A RIGA

Aereo: L’aeroporto internazionale di Riga (Riga International Airport, Rīgas Starptautiskā Lidosta) si trova a circa 13 km a sud-ovest del centro di Riga. L’aeroporto di Riga è la base della compagnia aerea lettone AirBaltic. Le compagnie aeree Ryanair e Air Baltic hanno voli dall’Italia per l’aeroporto di Riga. Oltre ai collegamenti aerei diretti Riga è facilmente raggiungibile tramite uno scalo nei principali aeroporti europei. Oltre alla compagnia di bandiera lettone Air Baltic hanno frequenti voli per Riga le compagnie low cost Ryanair e Wizz Air.

L’aeroporto è collegato con il centro città da un servizio di autobus della Rīgas Satiksme (22 e 22A) ogni 10-30 minuti il tragitto viene fatto in circa 30 minuti.

Auto: Per raggiungere Riga dall’Italia si devono attraversare i seguenti paesi: Austria, Repubblica Ceca (o Slovacchia), Polonia, Lituania.

L’itinerario è molto lungo, è di gran lunga preferibile l’uso dell’aereo. Altro itinerario è quello che utilizza la rete autostradale tedesca attraversando tutta la Germania, la Polonia, la Lituania fino a giungere a Riga.

COME MUOVERSI: TRASPORTI URBANI DI RIGA

Riga è servita da una fitta rete di servizi pubblici: bus (52 linee), tram (11 linee) e filobus (20 linee). I mezzi pubblici sono in funzione tra le 5,30 e le 23,30. Durante la notte funzionano, con frequenze orarie, diverse linee di tram e filobus.

I biglietti possono essere anche acquistati direttamente dall’autista con un sovrapprezzo, oppure acquistato negli uffici della Rīgas Satiksme o presso i negozi “Narvessen” e “Preses Apienība”. Una volta saliti sul bus è necessario timbrare i biglietti.

Riga attrazioni turistiche: cosa vedere a Riga.

Riga clima: quando andare a Riga.

banner
Close
Seguiteci su Facebook
Restate informati su Guida Viaggi