Home / America Centrale e Caraibi / America Centrale e Caraibi: una lunga striscia di terra

America Centrale e Caraibi: una lunga striscia di terra

LA GEOGRAFIA DELL’AMERICA CENTRALE E DEI CARAIBI

L’America Centrale è quella lunga e stretta regione istmica che, assieme gli arcipelaghi e le isole delle Antille, unisce fra di loro l’America Settentrionale e l’America Meridionale.

L’area dell’America Centrale è circondata a ovest dall’Oceano Pacifico. Mentre a est si trova il Mare dei Caraibi. La superficie di questa piccola parte di terre e isole è di 753.000 kmq e conta 80.000.000 di abitanti.

La parte insulare dell’America Centrale è formata da un largo festone di isole montuose che si estende dallo Yucatan al delta dell’Orinoco.

UN LUNGO ARCO DI ISOLE

Le maggiori isole sono Cuba (105.000 kmq), Hispaniola (76.200 kmq), la Giamaica (10.900 kmq) e Puerto Rico (9.100 kmq), tra gli arcipelaghi maggiori troviamo le Bahamas e le Piccole Antille.

L’estensione della fascia costiera del Centro America è di 2.830 km sul lato dell’Oceano Pacifico e di 2.740 km lungo il Mare dei Caraibi.

VULCANI ANCORA ATTIVI

L’America Centrale è percorsa ininterrottamente da rilievi montuosi, spesso vulcanici, che costituiscono la diretta prosecuzione dei vulcani del Messico.

Oltre 100 sono le montagne vulcaniche della regione, molte delle quali attive, alcune superano i 4.000 metri. Tra queste la montagna più alta della regione è il vulcano Tajumulco, in Guatemala, che raggiunge i 4.220 metri d’altezza.

Notevole importanza commerciale ha il Canale di Panamá, che costituisce l’unica vera via di comunicazione fra l’Oceano Pacifico e il Mare dei Caraibi. Diversi sono i laghi dell’America Centrale, tra questi notevole sviluppo ha il lago Nicaragua (8.430 kmq). Altri importanti laghi sono il lago Managua (sempre in Nicaragua), il lago Gatún a Panamá e il lago Atitlan in Guatemala.

IL CLIMA DEL CENTRO AMERICA

Nelle isole dell’America Centrale il clima è di tipo tropicale. Mentre nella regione istmica si ha una divisione in tre fasce in base all’altitudine. In quest’ultima area troviamo infatti prima le tierras calientes (terre calde) dal livello del mare fino ad un altitudine di 900 metri che sono soggette a un clima tropicale. Ci sono poi le tierras templadas (terre temperate) tra i 900 e i 1.800 metri d’altezza. E infine le tierras frías (terre fredde) oltre i 1.800 metri d’altezza.

Le coste del Mar dei Caraibi e i versanti montuosi orientali ricevono il doppio delle precipitazioni annuali della costa che si affaccia sull’Oceano Pacifico. Alcune aree della costa del Mar dei Caraibi ricevono notevoli quantità di pioggia con punte che, lungo la costa de los Mosquitos, superano i 6.000 mm all’anno.

IL TURISMO NELL’AMERICA CENTRALE

Dal punto di vista turistico, in accordo con le statistiche del World Tourism Organization (WTO), il Centro America con 26.400.000 arrivi di turisti nel 2006 rappresentava il 3,1% del turismo mondiale.

I paesi più visitati del Centro America sono la Repubblica Dominicana, Porto Rico e Cuba. L’America Centrale, presenta per il turista innumerevoli richiami, in primo luogo il mare dei Caraibi con le sue spiagge e isole, poi i siti archeologici, le cittadine coloniali, i vulcani.

banner