Home / Oceania / Samoa / Savaii: isola dalla genuina atmosfera polinesiana

Savaii: isola dalla genuina atmosfera polinesiana

L’isola di Savaii (1.709 kmq) è l’isola più grande dell’arcipelago delle isole Samoa. Quest’isola si trova a soli 20 km a nord-ovest di Upolu al di là dello stretto di Apolima nell’Oceano Pacifico. L’isola è di origine vulcanica ed è coperta da una fitta e densa foresta. Nel centro dell’isola si trova il Monte Silisili (1.858 metri), la montagna più alta delle Isole Samoa.

Savaii è un isola vulcanica che ha avuto la sua ultima eruzione vulcanica tra il 1905 e il 1911. In questi anni il Monte Matavanu (402 metri), situato nella zona nord dell’isola, eruttò trasformando drammaticamente il paesaggio con campi di lava che arrivarono fino al mare.

Savaii è poco popolata, vi vivono sono solo 45.000 abitanti. L’isola è anche meno sviluppata della vicina Upolu. Gli abitanti sono principalmente dediti alla pesca e all’agricoltura, vi vengono coltivati il cacao, le banane e le noci di cocco. Una certa importanza è rivestita anche dall’allevamento e dallo sfruttamento delle riserve forestali.

LE ATTRAZIONI TURISTICHE: COSA VISITARE NELL’ISOLA DI SAVAII

Savaii si trova a circa un’ora di barca dal piccolo porto di Mulifanua sul lato ovest di Upolu, da qui partono le imbarcazioni che arrivano a Salelologa sulla costa sud-orientale di Savaii. Il traghetto per le auto impiega invece circa un’ora e mezza.

Savaii offre anche delle buone sistemazioni per i turisti (in genere si tratta di resort in stile di un tipico villaggio samoano). Vi si trovano eccezionali spiagge bianche e lagune cristalline. Gli abitanti del villaggio pescano nelle lagune, utilizzando le stesse tecniche adottate dai samoani 200 anni fa.

Le attrazioni turistiche da vedere lungo la costa settentrionale includono i villaggi idilliaci di Falealupo e Papa. I mulini in legno di grandi dimensioni presso Asau. Le piscine di balneazione Alelo di Safune, il Virgins Grave e i vasti campi di lava di Saleaula. Lungo la costa sud sono da visitare i famosi blowholes, il Capo Asuisui, il Lovers Leap a Fagafau e gli splendidi villaggi di Palauli, Sagone, Foalalo e Faoluga.

A nord del molo di Salelologa, si trova il Memorial al reverendo John Williams, un omaggio al primo missionario cristiano che è arrivato nelle isole Samoa nel 1830. Qui si trova anche una splendida laguna per nuotare davanti al villaggio di Lano. All’estremità occidentale di Savaii ci sono molte belle spiagge, alcune delle quali molto isolate e selvagge.

La visita di Savaii è molto piacevole, le sue strade sono poco trafficate, potete visitare l’isola con i tours in mini-bus forniti dalle pensioni o con gli autobus pubblici, in quanto questo è il principale mezzo di trasporto nella stessa isola. Ci sono solo un paio di taxi disponibili, ma il trasporto potrebbe essere organizzato in anticipo.

banner