Home / America del Nord / Saint-Pierre-et-Miquelon / Saint-Pierre-et-Miquelon: ultimo lembo di un impero
Saint-Pierre, Saint-Pierre-et-Miquelon. Author © Marc A. Cormier – www.spm.org. Licensed under Creative Commons Attribution.
Saint-Pierre, Saint-Pierre-et-Miquelon. Author © Marc A. Cormier – www.spm.org

Saint-Pierre-et-Miquelon: ultimo lembo di un impero

Saint-Pierre-et-Miquelon (Collectivité territoriale de Saint-Pierre-et-Miquelon) è una collettività territoriale francese formata da due isole più grandi (Miquelon e Saint-Pierre) e da piccoli scogli e isolotti che si trovano attorno all’isola di Saint-Pierre: Grand Colombier, Petit Colombier, Île aux Marins (Île aux Chiens), Île aux Pigeons e Île aux Vainqueurs.

Il piccolo possedimento francese si trova nell’Oceano Atlantico a sud di Terranova, e rappresenta quanto resta del vasto impero che la Francia possedeva in Nord America durante il XVII e XVIII secolo e che all’epoca del massimo splendore si estendeva dal fiume San Lorenzo al Mississipi. Le isole furono colonizzate dalla Francia alla fine del XVII secolo, ma negli anni successivi passarono spesso di mano tra Francia e Gran Bretagna. Gli inglesi occuparono le isole più volte, esse rimasero sotto continuo controllo inglese tra il 1714 e il 1763, e poi furono occupate ad intermittenza dagli inglesi tra il 1778 e il 1814. Con il trattato di Parigi del 1814 furono rese definitivamente alla Francia.

Le isole sono situate all’entrata della baia di Fortune (Fortune Bay) lungo la costa meridionale di Terranova. L’isola più grande del territorio è quella di Miquelon (216 kmq), essa però non è la più densamente abitata. Miquelon è formata da tre territori – Le Cap, Miquelon (Grande Miquelon), e Langlade (Petite Miquelon) – uniti fra loro da banchi di sabbia.

Mappa di Saint-Pierre-et-Miquelon

Mappa di Saint-Pierre-et-Miquelon

L’isola con più abitanti dell’arcipelago è quella di Saint-Pierre (26 kmq) dove si trova l’importante porto di pesca di Saint-Pierre, capoluogo del territorio. La maggior parte degli abitanti sono di origine bretone, normanna o basca e tutti parlano francese. Saint-Pierre-et-Miquelon avevano un economia basata principalmente sulla pesca, ma negli ultimi anni del XX secolo tale attività si è ridotta notevolmente fino a cessare quasi del tutto per carenza di pesce. Negli ultimi anni le attività emergenti sono l’artigianato e il turismo.

  • Superficie: 242 kmq.
  • Popolazione: 6.125 (5.509 nel comune di Saint-Pierre e gli altri 616 nel comune di Miquelon-Langlade) (agg. 2006).
  • Capitale: Saint-Pierre.
  • Lingue: Francese.
  • Religione: Cattolica Romana.
  • Moneta: Euro (EUR)
  • Fuso orario: da -4 rispetto all’Italia. UTC – 3 ore (Estate UTC -2 ore).
banner
Close
Seguiteci su Facebook
Restate informati su Guida Viaggi