Home / Oceania / Nuova Zelanda / I parchi nazionali della Nuova Zelanda
Mount Cook, Nuova Zelanda. Autore e Copyright Marco Ramerini
Mount Cook, Nuova Zelanda. Autore e Copyright Marco Ramerini

I parchi nazionali della Nuova Zelanda

La Nuova Zelanda è una nazione famosa per la bellezza dei suoi paesaggi naturali. Oltre il 20 per cento del territorio neozelandese è protetto da parchi nazionali, riserve forestali e riserve naturali. Il paese ha 13 parchi nazionali (ce ne erano 14 ma il Te Urawera National Park è stato privato di questo status nel 2014, esso proteggeva una delle più vaste aree di foresta nativa presenti nell’isola del Nord) che si trovano sia nell’isola del Nord che in quella del Sud. Le aree protette della Nuova Zelanda contengono una grande varietà di paesaggi, di flora e fauna. Tre dei parchi nazionali si trovano nell’isola del Nord, nove parchi sono nella più selvaggia isola del Sud e un parco occupa buona parte della Steward Island, situata all’estremo sud del paese. In totale l’area occupata dai parchi nazionali si estende su oltre 30.000 Kmq di superficie.

Tra i parchi dell’isola del Nord il più famoso è il Tongariro National Park che è il più vecchio parco nazionale neozelandese, fu infatti istituito nel lontano 1887. Questo è il quarto parco nazionale più antico al mondo dopo lo Yellowstone negli Stati Uniti, il Royal National Park a sud di Sydney in Australia e il parco di Banff in Alberta, Canada. Il Tongariro, che si trova al centro dell’isola del Nord, comprende tre vulcani attivi: i vulcani Tongariro, Ruapehu e Ngauruhoe. Nel parco ci sono anche numerosi siti sacri maori. Questa sua particolarità ha permesso il suo inserimento nel 1990 tra i siti misti culturali e naturali del Patrimonio Mondiale dell’Umanità dell’UNESCO. Gli altri due parchi nazionali dell’isola del Nord sono il Taranaki National Park, che si estende attorno al Monte Taranaki (Egmont), un cono vulcanico alto oltre 2.500 metri, e il Whanganui National Park, che protegge una parte del corso del fiume Whanganui.

Milford Sound, Nuova Zelanda. Autore e Copyright Marco Ramerini

Milford Sound, Nuova Zelanda. Autore e Copyright Marco Ramerini

Mappa dei parchi nazionali della Nuova Zelanda

Mappa dei parchi nazionali della Nuova Zelanda

L’isola del Sud della Nuova Zelanda è un concentrato di bellezze naturali e paesaggistiche, qui si trovano la maggior parte delle aree protette del paese. Il più grande parco nazionale della Nuova Zelanda è il maestoso Fiordland National Park, un luogo di spettacolari scenari naturali. Qui si trovano profondi fiordi, laghi glaciali, montagne maestose e ghiacciai. Le attrazioni più visitate di questo parco sono i famosi fiordi di Milford Sound e Doubtful Sound.

Un altro parco spettacolare è il parco attorno alla montagna più alta della Nuova Zelanda, il Mount Cook (Aoraki). Il parco è caratterizzato da paesaggi alpini e dalla presenza del più lungo ghiacciaio del paese, il Tasman Glacier. Altri due parchi caratterizzati da paesaggi alpini sono quelli del Mount Aspiring e di Westland. Anche in questi parchi si trovano laghi glaciali, ghiacciai e vaste foreste primordiali. Il Westland si estende lungo la selvaggia e isolata costa occidentale.

Gran parte della parte sud-occidentale dell’isola del Sud è stata inserita nel sito Te Wahipounamu come Patrimonio Mondiale dell’Umanità dell’UNESCO. L’area del sito patrimonio dell’UNESCO si estende su 26.000 Kmq e comprende i parchi nazionali di Fiordland, Mount Cook, Mount Aspiring e Westland.

Doubtful Sound, Nuova Zelanda. Autore e Copyright Marco Ramerini

Doubtful Sound, Nuova Zelanda. Autore e Copyright Marco Ramerini

Nella parte centro-settentrionale dell’isola del Sud si trova l’Arthur’s Pass National Park, un parco selvaggio che è attraversato da una delle più sceniche strade alpine del paese. Più a nord si trova il Nelson Lake National Park, il parco si estende su un territorio montagnoso costellato di laghi. Il Paparoa National Park si estende lungo la costa occidentale tra Greymouth e Westport ed è conosciuto per lapresenza dei celebri Pancake Rocks nei pressi di Punakaiki.

All’estremo nord dell’isola del sud si trovano gli ultimi due parchi: l’Abel Tasman National Park, un bel parco costiero caratterizzato da belle spiagge sabbiose, e il Kahurangi National Park che protegge aree remote, di montagna e di costa, di questa parte dell’isola.

Il più meridonale parco nazionale del paese, il Rakiura National Park, occupa circa l’ottantacinque per cento della superficie dell’isola di Stewart. Qui si può osservare una natura vergine molto simile a quella che doveva essere la Nuova Zelanda prima dell’arrivo dei coloni europei. Il parco è un luogo di riproduzione e di vita per numerose specie di uccelli.

banner
Close
Seguiteci su Facebook
Restate informati su Guida Viaggi