Home / Oceania / Papua Nuova Guinea / Papua Nuova Guinea: foreste, isole e tradizioni tribali

Papua Nuova Guinea: foreste, isole e tradizioni tribali

La Papua Nuova Guinea (Papua New Guinea, Papua Niugini) è una monarchia parlamentare associata al Commonwealth britannico. Questa nazione è situata a sud dell’equatore, nell’oceano Pacifico sud-occidentale. Il paese si trova a est dell’Indonesia e a nord dell’Australia dalla quale è separata dallo stretto di Torres. Mentre è bagnato a nord dal mare di Bismarck, a est dal mare delle Salomone, a sud dal mar dei Coralli, e quindi confina a ovest con la provincia indonesiana di Papua (Irian Jaya).

Lo stato, che ha come capitale la città di Port Moresby, è formato dalla sezione orientale della grande isola della Nuova Guinea, dall’arcipelago di Bismarck, dall’arcipelago di Louisiade, dalle isole Trobriand, dalle isole d’Entrecasteaux, e dalla parte settentrionale delle isole Salomone (tra cui le isole Bougainville e Buka).

LA GEOGRAFIA DELLA PAPUA NUOVA GUINEA

Il territorio dalla Papua Nuova Guinea è formato lungo la costa sud-ovest, da vaste pianure alluvionali, spesso piuttosto paludose, dove scorrono i fiumi Fly e Purari. Mentre la regione settentrionale è percorsa dai fiumi Sepik, Markham e Ramu che formano a loro volta estese pianure.

Il resto del territorio è in gran parte montuoso. L’interno è percorso, da nord-ovest a sud-est, da una importante catena montuosa suddivisa in Central Range (New Guinea Highlands), Bismarck Range e Owen Stanley Range. Queste montagne hanno aspri rilievi che talvolta superano i 4.000 metri d’altezza. La cima più elevata del paese è il monte Wilhelm (4.509 metri) nel Bismarck Range. L’Owen Stanley Range s’innalza all’estremità sud-orientale dell’isola e supera i 4.000 metri d’altezza con il Mount Victoria (4.072 metri).

Un’altra catena montuosa si trova a ridosso di quasi tutta la costa settentrionale. Essa è formata ad occidente dalle Bewani Mountains, dalle Torricelli Mountains e dalle Prince Alexander Mountains che non superano i 2.000 metri d’altezza.

Verso est, sempre lungo la costa, troviamo il Finisterre Range e il Saruwaged Range. Queste catene superano, in corrispondenza della penisola di Huon, i 4.000 metri d’altezza, il Mount Bangeta nel Saruwaged Range è la cima più alta (4.121 metri). La popolazione del paese è per lo più concentrata in villaggi sulla costa o lungo i corsi d’acqua.

NUMEROSI ARCIPELAGHI DI ISOLE

LE ISOLE BISMARCK

Tra i numerosi arcipelaghi di isole che fanno parte della Papua Nuova Guinea, il più importante è senza dubbio l’arcipelago delle Isole Bismarck. Fanno parte di questo vasto arcipelago oltre 200 isole vulcaniche e atolli che si estendono a nord-est della Nuova Guinea e sono formate dalle isole Nuova Britannia, Nuova Irlanda, Nuova Hannover (o Lavongai) e dal gruppo dell’Ammiragliato (Admiralty Islands).

L’isola principale è la grande isola di Nuova Britannia (New Britain, 36.519 kmq), di origine vulcanica. Quest’isola ha diversi vulcani ancora attivi come l’Ulawun, che è la montagna più alta dell’isola (2.334 metri). Tra gli altri vulcani dell’isola troviamo il Langila (1.330 metri), il gruppo di vulcani del Garbuna (Krummel, Garbuna, e Welcker), il Sulu Range (Malopu), e i vulcani Tavurvur e Vulcan nella caldera di Rabaul. Rabaul-Kokopo è il principale centro abitato e il capoluogo dell’isola.

L’isola della Nuova Irlanda (New Ireland, 8.650 kmq), è un isola vulcanica lunga oltre 300 km e stretta (10 km) situata a nord della Nuova Britannia. Il capoluogo è il centro di Kavieng. L’isola è soprattutto selvaggia e montuosa con montagne che superano i 2.000 metri (Mount Lambel 2.150 metri). Pochi chilometri a ovest della Nuova Irlanda si trova l’isola di New Hanover (Lavongai, 1.190 kmq). Continuando verso ovest troviamo il gruppo delle isole dell’Ammiragliato (Admiralty Islands), facenti parte sempre dell’arcipelago delle Isole Bismarck. Qui troviamo l’isola di Manus (2.100 kmq), che è densamente coperta dalla foresta tropicale e ha la sua cima più alta nel il monte Dremsel (718 metri).

LE ISOLE SALOMONE

A est dell’arcipelago delle Isole Bismarck inizia l’arcipelago delle Isole Salomone, di cui le due isole più occidentali, Bouganville e Buka, fanno parte dello stato di Papua Nuova Guinea. L’isola di Bouganville (10.049 kmq) è la più grande isola dell’arcipelago delle Isole Salomone a cui appartiene geograficamente. Quest’isola, di origine vulcanica, è ricoperta da dense foreste e ha alte montagne che culminano con il vulcano Balbi (2.715 metri).

L’isola di Buka (500 kmq) è un isola piuttosto piatta che si trova a nord-ovest di Bouganville. Il Mount Bei (458 metri) è la sua cima più alta. A est e a nord-est della propaggine estrema orientale dell’isola di Nuova Guinea si trovano gli altri gruppi di isole facenti parte della Papua Nuova Guinea: l’arcipelago di Louisiade, le isole Trobriand, e le isole d’Entrecasteaux.

L’ECONOMIA DELLA PAPUA NUOVA GUINEA

La Papua Nuova Guinea ha un territorio prima di tutto ricco di minerali (rame, petrolio, oro, argento) e di risorse forestali. Soprattutto degno di nota è che oltre il 90% del territorio del paese è coperto da foreste. Per questo motivo tra le principali produzioni oltre al legname è il caucciù. L’agricoltura è di conseguenza piuttosto limitata, infatti si producono cereali (riso, mais, sorgo), patate dolci, taro, manioca, banane, caffè, cacao, canna da zucchero, noci di cocco e tè. Le attività industriali sono anch’esse limitate a qualche stabilimento attivo nei settori alimentare (zuccherifici), del legno e dell’abbigliamento.

Pagina ufficiale del Parlamento della Papua Nuova Guinea.

  • Superficie: 462.840 kmq. (Arativo 1%, Prati e Pascoli 0%, Foreste e Boschi 91%, Incolto e Improduttivo 8%)
  • Popolazione: 7.060.000 (agg. 2012).
  • Capitale: Port Moresby.
  • Lingue: Lingue ufficiali sono l’Inglese, il Tok Pisin e l’Hiri Motu. Nel paese sono parlate 715 lingue indigene.
  • Religione: Cristiana 96% (Cattolica 27%, Luterana 19%, United 11%, Avventista 10%, Pentecostale 8%, Evangelica 5%, Anglicana 3%), Animisti 4%.
  • Moneta: Kina (PGK).
  • Fuso orario: +9 ore rispetto all’Italia (+8 ore quando in Italia è in vigore l’ora legale). UTC +10 ore.
banner