Home / Asia / Nepal / Nepal: il paese delle alte montagne dell’Himalaya

Nepal: il paese delle alte montagne dell’Himalaya

Il Nepal (Nepal Adhirajya) è un regno dell’Asia Himalayana, privo di sbocco al mare, situato sul versante meridionale dell’Himalaya. Questo stato himalayano confina a nord con la Cina, a ovest, a est e a sud con l’India. La capitale è la città di Kathmandu. Nonostante le sue ridotte dimensioni, il paese presenta una notevole varietà di ambienti naturali. Infatti esso comprende territori che fanno parte della pianura del Gange e altri che appartengono alla catena montuosa dell’Himalaya.

In prevalenza montuoso, il territorio nepalese presenta verso sud, lungo il confine con l’India, una fascia pianeggiante. Quest’area del paese, la pianura del Terai, fa parte della pianura del Gange. Questo è un territorio ricco di vegetazione, alternata ad acquitrini e paludi, dove scorrono i tre fiumi principali del paese il Kosi, il Narayani, e il Karnali.

Oltre questa stretta fascia pianeggiante, troviamo la regione del Pahad, dove s’innalzano le catene del Mahabharat Lekh e del Shiwalik Range (Churia Range), i primi contrafforti dell’Himalaya, che raggiungono altezze tra i 1.000 e i 2.800 metri. In questa zona si trovano anche alcune valli intensamente popolate, come quella della capitale del paese, Kathmandu.

LA PIÙ ALTA CATENA MONTUOSA DELLA TERRA

Verso nord lungo il confine con la Cina s’innalza la più alta catena montuosa del pianeta, l’Himalaya, che in Nepal presenta la sezione più elevata del sistema himalayano. Qui si trovano infatti ben otto delle quattordici cime del pianeta che superano gli 8.000 metri. Tra queste, lungo il confine con la Cina si trova la montagna più alta della Terra, il Monte Everest (8.848 metri).

Le altre cime del Nepal che superano gli 8.000 metri sono: il Kangchenjunga (terza montagna del pianeta, Nepal-India, 8.586 metri), il Lhotse (quarta montagna del pianeta, Nepal-Cina, 8.516 metri), il Makalu (quinta montagna del pianeta, Nepal-Cina, 8.485 (8.462) metri), il Cho Oyu (sesta montagna del pianeta, Nepal-Cina, 8.188 (8.201) metri), il Dhaulagiri (settima montagna del pianeta, Nepal, 8.167 metri), il Manaslu (ottava montagna del pianeta, Nepal, 8.163 metri), e l’Annapurna (decima montagna del pianeta, Nepal, 8.091 metri).

L’economia nepalese è poverissima, basata sull’agricoltura (riso, grano, mais, orzo, canna da zucchero, patate, tabacco, iuta), l’allevamento (bovini, bufali, caprini, ovini, suini, yak, volatili) e lo sfruttamento forestale (legname). Le poche attività industriali presenti sono legate ai settori alimentare, tessile, della ceramica, e alla trasformazione dei prodotti agricoli. Il turismo è un importante fonte di reddito. Il paesaggio di montagne spettacolari e le diverse culture del Nepal rappresentano un notevole potenziale per il turismo. 

Il clima del Nepal.

  • Superficie: 147.181 kmq. (Arativo 17%, Prati e Pascoli 14%, Foreste e Boschi 41%, Incolto e Improduttivo 28%)
  • Popolazione: 28.900.000 (agg. 2007) (Indo-Nepalesi, Tibeto-Nepalesi)
  • Capitale: Kathmandu.
  • Lingue: Lingua ufficiale il Nepalese (Nepali).
  • Religione: Induista 84%, Buddista 8%, Musulmana 4%, Animista (Kirant) 3%, Cristiana 1%.
  • Moneta: Rupia Nepalese (NPR)
  • Fuso orario: +4,45 ore rispetto all’Italia (+3,45 ore quando in Italia è in vigore l’ora legale). UTC +5,45 ore.
banner