Home / Oceania / Micronesia / Micronesia: monete di pietra, resti di antiche civiltà e atolli

Micronesia: monete di pietra, resti di antiche civiltà e atolli

Gli Stati Federati di Micronesia (Federates States of Micronesia) sono una repubblica federale situata nell’Oceano Pacifico a nord dell’equatore. Le isole che ne fanno parte si trovano a nord-est della Papua Nuova Guinea. Gli Stati Federati di Micronesia si trovano nel cuore dell’Arcipelago delle Isole Caroline, una vasta area di oceano che si estende da Palau a ovest a Kiribati a est.

UNA SERIE DI ISOLE VULCANICHE E ATOLLI CORALLINI

Lo stato è composto da 4 stati federati che fanno parte dell’arcipelago delle Isole Caroline, sono questi gli stati di Yap, Chuuk (Truk), Pohnpei (Ponape), e Kosrae (Kusiae). La capitale federale è la cittadina di Palikir sull’isola di Pohnpei (o Ponape).

Le isole sono in parte di origine vulcanica e in parte atolli corallini. L’isola più importante è quella di Pohnpei (334 kmq), una selvaggia isola vulcanica, sede delle capitale dello stato, Palikir. Pohnpei s’innalza fino ai 791 metri del monte Totolom, la cima più alta degli Stati Federati di Micronesia. Nell’isola di Pohnpei si trova Nan Madol il più importante centro cerimoniale della Micronesia orientale, che l’UNESCO ha dichiarato patrimonio mondiale.

L’isola di Chuuk (Truk) è formata da un gruppo di isole all’interno di un’unica laguna corallina. Yap è famosa soprattutto per le moneta di pietra. Kosrae (110 kmq), è l’unica isola che forma lo stato omonimo. Questa è anche l’isola più orientale dell’arcipelago, ed è un isola montuosa. La sua cima più alta, di origine vulcanica, raggiunge i 634 metri d’altezza.

La religione praticata dagli abitanti è quella cristiana. I fedeli sono quasi equamente divisi tra cattolici e protestanti. L’inglese è la lingua ufficiale, ma sono lingue regionali riconosciute le lingue parlate nelle quattro isole principali di Yap, Chuuk (Truk), Pohnpei (Ponape), e Kosrae (Kusiae). In tutto lo stato siparlano un totale di 17 lingue indigene.

LA FOSSA OCEANICA PIÙ PROFONDA DEL PIANETA

Nello spazio marittimo degli Stati Federati di Micronesia, tra le isole di Yap e Guam, si trova l’Abisso Challenger. Questa è la fossa oceanica più profonda al mondo (-10.911 metri). Quest’abisso fa parte della Fossa delle Marianne.

L’economia degli Stati Federati di Micronesia è basata soprattutto sulla pesca e sull’agricoltura (noci di cocco (copra), manioca, banane e batate). Il turismo rappresenta una potenziale risorsa del paese ma non è attualmente troppo sfruttato. Questo è infatti uno dei luoghi più remoti e belli della terra. La regione ospita soprattutto una grande diversità culturale e biologica. Qui si trovano isole con barriere coralline incontaminate. Le isole hanno un clima tropicale, con temperature relativamente calde durante tutto l’anno.

La pagina del Governo degli Stati Federati di Micronesia.

  • Superficie: 707 kmq.
  • Popolazione: 107.000 (agg. 2007) (Micronesiani 89% (Chuukese 49%, Pohnpeian 24%, Yapese 10%, Kosraean 6%), Asiatici 2%, Polinesiani 2%, altri 7%).
  • Capitale: Palikir (Pohnpei).
  • Lingue: Lingue ufficiali sono l’Inglese, l’Ulithian, il Woleaian, il Yapese, il Pohnpeian, il Kosraean, e il Chuukese.
  • Religione: Cristiana 97% (Cattolica 50%, Protestante 47%).
  • Moneta: Dollaro Americano (USD).
  • Fuso orario: L’arcipelago si estende su due fusi orari: +9, +10 ore rispetto all’Italia (+8, +9 ore quando in Italia è in vigore l’ora legale). UTC +10, +11 ore.
banner