Home / America del Nord / Messico / Messico: antiche civiltà e cultura latina

Messico: antiche civiltà e cultura latina

Il Messico (Estados Unidos Mexicanos) è una repubblica federale presidenziale composta da 31 Stati e 1 Distretto Federale. La capitale del paese è la famosa Città del Messico. Il paese è bagnato a ovest dall’Oceano Pacifico e a est dal Golfo del Messico e dal Mar delle Antille. Mentre confina a nord con gli Stati Uniti d’America, e a sud-est con il Guatemala e il Belize.

Fanno parte dello stato messicano anche le remote isole di Isla Guadalupe e Islas Revillagigedo nell’Oceano Pacifico. La capitale, Città di Messico, è una delle metropoli più popolose della Terra. Altre importanti città sono Guadalajara, Monterrey, Ciudad Juárez, Tijuana, Toluca, Mexicali, Mérida, Acapulco de Juárez, Mazatlán, Hermosillo, Chihuahua, Villahermosa, Puebla e León.

Le coste messicane che si sviluppano per un totale di 9.000 km. Lungo il Golfo del Messico sono di solito basse e sabbiose con frequenti lagune. Mentre lungo l’Oceano Pacifico e in particolare nella penisola della Bassa California le coste sono alte e rocciose.

MONTAGNE E VULCANI

Il territorio messicano è attraversato da nord a sud da due catene montuose la Sierra Madre Oriental (vetta più alta il Cerro San Rafael 3.700 metri) e la Sierra Madre Occidental (vetta più alta il Cerro Gordo 3.340 metri). Queste catene sono la continuazione delle Montagne Rocciose nord americane. Esse racchiudono il vasto Altopiano messicano (Altiplanicie Mexicana). Un altopiano alto in media 1.100 metri nel nord e 2.000 metri nella sua parte sud, che si estende su più della metà dell’area totale del paese. L’estrema parte nord-occidentale del paese è occupata dall’arido deserto di Sonora, e della penisola semi-arida della Bassa California.

Nel centro del paese si trova la catena vulcanica della Cordillera Volcanica, che con i suoi vulcani maggiori circonda gli altopiani dove sorgono Citta del Messico, Puebla e Toluca. Qui s’innalzano le più alte montagne: la montagna più alta del Messico è il Pico de Orizaba o Citlaltépētl (5.636 metri), seguono poi il Popocatépetl (5.426 metri), l’Iztaccíhuatl (5.230 metri) e il Nevado de Toluca (4.680 metri). Più a sud lungo la costa dell’Oceano Pacifico sorge la Sierra Madre del Sur, la cui cima più alta è il Cerro Nube Flan (3.750 metri).

Affacciata sul mar dei Caraibi e sul Golfo del Messico si trova infine la penisola dello Yucatán. Il territorio di questa penisola è pianeggiante, con coste basse, spesso orlate da lagune, ed è formato da terreni carsici calcarei, caratterizzato dall’assenza di corsi d’acqua superficiali.

Il fiume più importante del paese è il Rio Grande (3.034 km di lunghezza), che segna per un lungo tratto il confine con gli Stati Uniti d’America. Dall’Altopiano Centrale scendono verso l’Oceano Pacifico il Río Grande de Santiago e il Río Balsas. Il più grande lago messicano è il lago di Chapala, situato nell’Altopiano Centrale.

L’ECONOMIA MESSICANA

Al primo posto nell’economia del paese sono le ingenti risorse minerarie. Il Messico è il primo produttore mondiale di argento, e tra i primi per quanto riguarda lo zolfo. Tra le fonti d’energia sono importanti anche le risorse di petrolio, gas naturale e carbone. Si estraggono poi ferro, fluorite, fosfati, uranio, oro, stagno, rame, piombo, zinco, antimonio, grafite, manganese, barite e tungsteno.

Le terre agricole del paese producono cereali (mais, frumento, orzo, sorgo e riso), legumi (fagioli secchi, ceci), pomodori, patate, cotone, caffè, tabacco, canna da zucchero, cacao, frutta (arance, mandarini, limoni, pompelmi, banane, mele, ananas), e l’agave fourcroydes (da cui si ottiene lo henequén, una tradizionale bevanda alcolica messicana). Importante l’allevamento in special modo dei bovini e dei suini.

Notevoli sono le risorse forestali e rilevante la pesca (crostacei, sardine, alici, tonni, acciughe, ostriche e sgombri). Dal punto di vista industriale il Messico è uno dei paesi più sviluppati dell’America Latina. La sua industria si basa sui settori meccanico, elettronico, tessile, alimentare, siderurgico, chimico e petrolchimico. Il turismo è molto importante.

Il clima del Messico.

  • Superficie: 1.972.547 kmq. (Arativo 12,6%, Prati e Pascoli 38%, Foreste e Boschi 24,9%, Incolto e Improduttivo 24,5%)
  • Popolazione: 115.423.000 (agg. 2012) (Mestizos (discendenti di europei e amerindi) 60%-75%, Amerindi 12%-30%, Europei 12%-15%).
  • Capitale: Città del Messico.
  • Lingue: Spagnolo.
  • Religione: Cristiana 96% (Cattolica Romana 90%; Protestante 6%).
  • Moneta: Peso (MXN)
  • Fuso orario: da -7 a -9 ore rispetto all’Italia. UTC da -6 a -8 ore.

banner