Home / Oceania / Figi / La cucina delle isole Figi: tradizioni melanesiane e sapori indiani
Pranzo vegetariano figiano. Autore e Copyright Marco Ramerini
Pranzo vegetariano figiano. Autore e Copyright Marco Ramerini

La cucina delle isole Figi: tradizioni melanesiane e sapori indiani

Le isole Figi sono un paese multiculturale dove convivono più o meno pacificamente gli abitanti melanesiani originari della isole e i discendenti dei lavoratori indiani importati qui nell’ottocento dagli inglesi per lavorare nei campi di canna da zucchero. Oltre a questi due principali gruppi etnici si trovano anche minoranze di persone provenienti da altre isole del Pacifico, dalla Cina, dall’Australia e dall’Europa. Con questa diversità di culture potete immaginare come sarà varia la cucina di queste isole paradisiache al centro dell’oceano Pacifico. Gli immigrati indiani hanno portato nuovi e emozionanti ingredienti dalla loro patria contribuendo a creare un nuovo tipo di cucina che predilige l’uso delle spezie e che viene chiamata cucino Indo-Figiana. Proprio per questo la cucina figiana si differenzia da quella delle altre isole del Pacifico per l’uso di spezie che i vicini paesi del Pacifico non utilizzano.

Tipica cucina di una casa figiana. Autore e Copyright Marco Ramerini

Tipica cucina di una casa figiana. Autore e Copyright Marco Ramerini

Esplorando uno dei numerosi mercati presenti nelle varie isole di questo arcipelago avrete l’opportunità di osservare la ricchezza di prodotti freschi che le isole producono. Questi ingredienti, insieme alla creatività della cucina figiana, contribuiscono a creare una cucina davvero diversificata e affascinante. La cucina tradizionale delle isole Figi è un meraviglioso amalgama di ingredienti locali freschi cucinati secondo la tradizione che si tramanda da generazioni. Tra gli ingredienti più utilizzati nella cucina delle isole Figi troviamo la noce di cocco, il pesce, il taro, le patate dolci (kumala), il riso, l’albero del pane e la cassava (tavioka). I piatti tradizionali delle isole Figi includono una grande varietà di piatti preparati con molluschi, alghe (nama), polpi, cetrioli di mare, ricci di mare, tartarughe, squali e, naturalmente, pesce.

Preparazione del Lovo. Autore e Copyright Marco Ramerini

Preparazione del Lovo. Autore e Copyright Marco Ramerini

Uno dei piatti più caratteristici delle Figi è il “lovo”. Si tratta di una forma di cottura tradizionale che avviene sottoterra tramite pietre roventi. Questo tipo di cottura è tipica di tutto il sud-pacifico e viene utilizzata in occasione di grandi feste come i matrimoni. Questo è un modo molto efficiente per cucinare grandi quantità di cibo contemporaneamente. Con questo tipo di cottura il cibo assorbe tutti i sapori. Il primo passo nella preparazione di un “lovo” comincia accendendo un falò e poi riscaldando le rocce che serviranno come base per il “lovo”. Quando le rocce sono sufficientemente riscaldate, vengono tolte dalle fiamme e poste in fondo a una buca poco profonda. Successivamente sono posizionati accanto alle rocce ardenti pezzi di carne (pollo, maiale) e del pesce, strettamente avvolti in foglie di banana. Solitamente la carne è marinata con crema di cocco, salsa di soia e aglio. Sopra alla carne e al pesce vengono messe a cuocere anche del taro (dalo), della cassava e dello yam selvatico (uvi). Una volta che la buca è riempita di cibo, l’intero foro è coperto di terra. Il cibo viene cotto in questo modo per un periodo di tempo che può variare dalle 2 alle 3 ore. Una volta cotto il cibo la buca viene aperta e le pietanze sono srotolate e pronte per essere mangiate. Con questa cottura lenta il cibo assume un sapore fumoso delizioso a causa delle foglie e del metodo di cottura.

Il cocco è un ingrediente tipico della cucina figiana. Autore e Copyright Marco Ramerini

Il cocco è un ingrediente tipico della cucina figiana. Autore e Copyright Marco Ramerini

Un’altra famosa pietanza delle isole Figi è il kokodo, un piatto composto da mahi mahi crudo (un tipo di pesce) marinato in crema di cocco, lime, cipolle e pomodori. La crema di cocco è un ingrediente importante in molte prelibatezze figiane. Dal momento che una buona parte della popolazione delle Figi è di origine indiana, la cucina della Fiji include anche la cucina tradizionale indiana. Quindi in un viaggio alle isole Figi potrete avere l’occasione di assaggiare anche piatti tipici della ricca cucina indiana: come il Madrasi masala dosa (pastella croccante a base di riso farcita) o il Punjabi tandoori chicken (pollo arrosto con yogurt e spezie).

La cerimonia della Kava. Autore e Copyright Marco Ramerini

La cerimonia della Kava. Autore e Copyright Marco Ramerini

La bevanda tradizionale delle Figi è la Kava (o Yagona), tratta dall’omonima pianta della famiglia del pepe (Piper methysticum). La Kava è nota per essere un blando sedativo i cui effetti facilitano le persone a rilassarsi e a creare un’atmosfera sociale amichevole. Questa bevanda è largamente consumata nei villaggi ed è parte fondamentale delle celebrazioni e dei rituali. Essa incarna lo spirito degli abitanti delle isole i suoi effetti di rilassamento, cordialità e allegria si riflettono nel cosiddetto ‘Fiji Time’, cioè la filosofia di vita dei figiani che prendono la vita senza stress e senza fretta. La Kava era in origine preparata da ragazze vergini che masticavano le radici della pianta prima di mescolarle con l’acqua. Oggi la bevanda per ragioni igieniche viene preparata pestando le radici in una ciotola. Questa bevanda è tipica di tutto il Pacifico dalla Melanesia alla Polinesia. La Kava ha un posto di estrema importanza nella cultura delle Fiji.

banner
Close
Seguiteci su Facebook
Restate informati su Guida Viaggi