Home / Asia / Indonesia / Jakarta: l’antica Batavia, la capitale delle Indie Orientali Olandesi
Jakarta, Indonesia. Autore Putri Willy. Licensed under the Creative Commons Attribution-Share Alike
Jakarta, Indonesia. Autore Putri Willy. Licensed under the Creative Commons Attribution-Share Alike

Jakarta: l’antica Batavia, la capitale delle Indie Orientali Olandesi

L’odierna Giacarta (Jakarta), l’antica Batavia, la capitale delle Indie Orientali Olandesi – fondata nel 1619 da J. P. Coen – fu fin dalla sua nascita uno dei più importanti centri commerciali dell’Estremo Oriente. Fin dalla sua nascita Batavia (oggi Giacarta-Jakarta) fu la sede asiatica della Compagnia Olandese delle Indie Orientali (VOC) la più importante compagnia commerciale del XVII secolo. Il porto era al centro della vasta rete di traffici marittimi che collegavano Batavia con i principali porti asiatici. Oggi la città – che è la capitale del paese e la città più importante dell’Indonesia – è una moderna metropoli in crescita tumultuosa. Il suo agglomerato urbano è tra i primi al mondo per popolazione.

Jakarta sorge lungo la costa nord-occidentale dell’isola di Giava alla foce del fiume Ciliwung. Il terreno dove sorge la città, di aspetto paludoso, fu bonificato dagli olandesi nel XVII secolo. Buona parte della città si trova ad un altitudine inferiore a quella media del livello del mare. La vecchia Jakarta conserva ancora l’aspetto olandese con canali e ponti e abitazioni coloniali. Nella parte antica della città si trovano il municipio, l’abitazione del governatore olandese e alcune chiese coloniali. Accanto alla parte coloniale della città si trovano il quartiere cinese e il mercato del pesce.

Jakarta, Indonesia. Autore Gunawan Kartapranata. Licensed under the Creative Commons Attribution-Share Alike

Jakarta, Indonesia. Autore Gunawan Kartapranata. Licensed under the Creative Commons Attribution-Share Alike

Nella parte antica di Jakarta, la vecchia Batavia, si trovano dei musei alcuni dei quali ospitati in edifici storici, tra questi sono da segnalare: il Museo Storico di Jakarta (Jakarta History Museum) che si trova all’interno del vecchio municipio olandese di Batavia che fu l’antica sede del governatore della Compagnia Olandese delle Indie Orientali. Il Museo della Ceramica e delle Belle Arti (Fine Art and Ceramic Museum) è invece ospitato nell’ex Corte di Giustizia di Batavia. Il Museo delle marionette (Wayang Museum) è situato nella vecchia chiesa di Batavia, e infine il Museo Marittimo (Maritime Museum) è ospitato in alcuni magazzini della Compagnia Olandese delle Indie Orientali. La città ospita anche uno dei Musei Storici ed Etnografici tra i più forniti dell’Asia: il National Museum of Indonesia che si trova nell’area di Merdeka Square nel centro della moderna Jakarta. L’area centrale della città è di aspetto moderno e la sua skyline è dominata da moderni grattacieli.

Mappa del Castello e della città di Batavia, sull'isola di Giava (oggi Jakarta, Indonesia) 1681. Autore Jan Janssonius

Mappa del Castello e della città di Batavia, sull’isola di Giava (oggi Jakarta, Indonesia) 1681. Autore Jan Janssonius

La cucina tipica della città è chiamata cucina Betawi, e rappresenta le tradizioni culinarie portate dalle popolazioni che hanno storicamente dominato e abitato la città negli ultimi secoli. In questa cucina si rifletto i contatti culturali e commerciali con gli altri paesi asiatici e con l’Europa. Nella cucina di Jakarta oltre alla gastronomia tipica giavanese si hanno tracce delle cucine europee, arabe, cinesi, indiane e malesi.

Come Arrivare: L’aeroporto internazionale di Jakarta (Soekarno–Hatta International Airport, CGK) è la principale porta di accesso per i turisti che visitano l’Indonesia. L’aeroporto di Jakarta è collegato da voli diretti con le principali capitali e città asiatiche, australiane ed europee. L’aeroporto si trova a circa 20 km ad ovest del centro città.

Jakarta clima: quando andare a Jakarta.

banner