Home / Oceania / Figi / Le isole Mamanuca: francobolli di sabbia lungo la costa occidentale della grande isola di Viti Levu
Sacred Islands, Mamanuca, Figi. Autore e Copyright Marco Ramerini
Sacred Islands, Mamanuca, Figi. Autore e Copyright Marco Ramerini

Le isole Mamanuca: francobolli di sabbia lungo la costa occidentale della grande isola di Viti Levu

La quasi totalità dei turisti che arrivano alle isole Figi lo fanno dall’aeroporto internazionale di Nadi situato lungo la costa occidentale della grande isola di Viti Levu. Proprio davanti alla costa dove sorge Nadi si trova l’arcipelago delle isole Mamanuca: una catena di isole esotiche che si trovano a solo un breve tragitto in barca dall’aeroporto internazionale di Nadi. L’arcipelago è formato da una ventina di piccole isole sabbiose (alcune di questi banchi di sabbia sono coperti dall’oceano Pacifico durante l’alta marea) di origine vulcanica. Alcune delle isole sono piccoli banchi di sabbia con poca o addirittura senza vegetazione, mentre altre, come Malolo, Monuriki, Monu, Yanuya e Tavua, sono isole collinari più grandi.

Queste isole sono la destinazione turistica più popolare delle Figi. Le isole offrono acque cristalline, spiagge di sabbia fine bordate da palme da cocco e barriere coralline ricchissime. Qui si trovano alcuni dei più esclusivi resorts delle Figi dove è possibile rilassarsi nei centri benessere o praticare sport acquatici, surf, immersioni, nautica e altre attività. Nelle isole troverete splendide spiagge di sabbia bianca e spettacolari giardini di coralli ricchi di vita marina.

Una delle isole Mamanuca, l’isola di Monuriki, è diventata famosa per essere l’isola dove è stato girato il celebre film “Cast Away” prodotto da Robert Zemeckis nel 2000 e interpretato da Tom Hanks. Tra le isole Mamanuca e le isole Yasawa si trovano le Norokorokoyawa – Sacred Islands (Vanua Levu, Eori, Nai raviravi ni ui, Musumusu ni karikari (Camel Rock) e Navadra) che sono celebrate come il luogo di nascita delle Figi. Qui infatti secondo la tradizione sembra che siano sbarcati i primi abitanti delle isole.

Monuriki Island, Mamanuca, Figi. Autore e Copyright Marco Ramerini

Monuriki Island, Mamanuca, Figi. Autore e Copyright Marco Ramerini

Monuriki Island, Mamanuca, Figi. Autore e Copyright Marco Ramerini.

Le Mamanuca sono facilmente raggiungibili, a causa della loro vicinanza alla costa, della principale isola delle Figi. Il punto di partenza per le isole Mamanuca (come anche per le più selvagge e isolate isole Yasawa) è il porto turistico di Port Denaru da dove partono i battelli che collegano i principali resorts sparsi nelle isole. Anche la più lontana delle isole è raggiungibile con circa 2 ore di navigazione. Esistono anche voli di piccoli aerei che in meno di 15 minuti di volo da Nadi raggiungono i resorts più esclusivi.

L’isola di Malolo Lailai, dove si trovano i resorts di Island Plantation Island Resort, Musket Cove Island Resort e Lomani Island Resort, è servita dal catamarano ad alta velocità “Malolo Cat” che, in meno di un ora, la collega quattro volte al giorno con Port Denarau. Mentre “South Sea Cruises” ha altri catamarani che collegano tutti gli altri resort delle Mamanuca, tra cui le isole di Malolo (dove si trovano i resorts Malolo Island Resort, Tropica Island Resort, Funky Fish Beach Resort e altri), di Qalito (Castaway Island Resort), di Mana (Mana Island Resort e Tadrai Island Resort), di Beachcomber (Beachcomber Island Resort), di Treasure (Treasure Island Resort), di Bounty (Bounty Island Resort), di South Sea (South Sea Island Resort), di Matamanoa (Matamanoa Island Resort) e di Tokoriki (Tokoriki Island Resort e Sheraton Tokoriki).

banner
Close
Seguiteci su Facebook
Restate informati su Guida Viaggi