Home / America del Nord / Stati Uniti / Diario di Viaggio in Arizona e Utah: Moab: il Parco degli Archi e il Canyonlands
Mesa Arch, Island in the Sky, Canyonlands National Park, Utah, Stati Uniti. Author National Park Service Photo. No Copyright
Mesa Arch, Island in the Sky, Canyonlands National Park, Utah, Stati Uniti. Author National Park Service Photo

Diario di Viaggio in Arizona e Utah: Moab: il Parco degli Archi e il Canyonlands

<—- DALLA MONUMENT VALLEY A MOAB

6° giorno: Moab (Arches National Park, Dead Horse Point, Canyonlands e Castle Valley) 6 maggio, sereno ma ventoso, poi nel pomeriggio nuvoloso

Partiamo alle 8,30 dal nostro hotel Ramada Inn, la prima tappa di oggi è l’Arches National Park, che dista poche miglia da Moab. Arches è un parco meraviglioso, il visitor center si trova nella pianura del Colorado, ma il parco si trova sull’altopiano sovrastante dove si arriva dopo una breve ma tortuosa salita.

Il parco è pieno di pinnacoli rocciosi di colore rosso, noi visitiamo la Balanced Rock, un enorme masso in bilico su un pinnacolo, poi visitiamo, percorrendo un sentiero, la North e South Windows e il Turret Arch che sono spettacolari forme d’erosione. Attraverso una altro breve sentiero giungiamo al Doppio Arco (Double Arch): un vero spettacolo della natura! Vediamo dal belvedere il Delicate Arch e infine percorriamo il Devil’s Garden Trail fino al Landscape Arch: il più grande arco naturale del mondo.

Dopo pranzo partiamo per l’esplorazione del Dead Horse Point un punto panoramico su una favolosa gola formata dal fiume Colorado, davvero un posto che merita il viaggio.

Lo spettacolo è davvero magnifico, qui il fiume ha scavato la roccia formando uno stupendo canyon e una favolosa ansa. I colori giocano molto: il rosso, il verde, il bianco e tutte le tonalità del marrone predominano. Al Visitor Center dove ci siamo fermati per avere informazioni (consiglio sempre una preventiva sosta in ogni Visitor Center di ogni parco) siamo stati circondati da tanti piccoli scoiattolini, sono davvero degli animali simpatici.

Delicate Arch, Arches National Park, Utah, Stati Uniti. Author US NPS. No Copyright

Delicate Arch, Arches National Park, Utah, Stati Uniti. Author US NPS

Proseguiamo per il vicino parco dei Canyonlands (area di Island in the Sky), qui seguiamo il cartello per Mesa Arch ci fermiamo al parcheggio e vediamo il cartello che indica un sentiero che in 20 minuti (a/r) porta al Mesa Arch. Il tempo è nuvoloso e iniziano a cadere le prime goccioline, ma noi armati d’ombrello ci incamminiamo comunque.

Il sentiero si snoda sull’altopiano e permette la veduta della vegetazione locale, molte piante hanno anche i cartellini che ne indicano il nome, dopo 10 minuti arriviamo alla meta. Il Mesa Arch è davvero unico, ci troviamo di fronte ad un arco situato sul precipizio del canyon, attraverso l’arco la vista spazia su una scenografia naturale fantastica: la desertica valle del fiume Colorado fatta di canyons, gole e mesas, questa è davvero un’escursione imperdibile!

Proseguiamo verso sud fino al Grand View Point Overlook qui sembra di essere su un aereo mentre sorvoliamo il Canyon del Colorado, la vista abbraccia per centinaia di km le gole formate dal Green River e dal Colorado. E’ chiaramente visibile l’immane opera di scavo che i due fiumi hanno compiuto nell’altopiano e il risultato è davvero sorprendente!

Dopo esserci fermati in altri punti panoramici, ritorniamo verso Moab e decidiamo di percorre un tratto della Castle Valley lungo il Colorado a circa 15 miglia da Moab. Qui ci troviamo dentro a una gola con pareti molto alte di colore rosso con al centro il fiume Colorado.

Oggi abbiamo percorso 210 miglia da Moab a Moab visitando Arches National Park, Dead Horse Point, Canyonlands (area di Island in the Sky) e Castle Valley.

Notte: Ramada, Moab

DA MOAB AL BRYCE CANYON —->

banner
Close
Seguiteci su Facebook
Restate informati su Guida Viaggi