Home / America del Sud / Perù / Cuzco: resti Incas e architettura coloniale spagnola
Catterdale, Cuzco, Perù. Author and Copyright Nello and Nadia Lubrina
Catterdale, Cuzco, Perù. Author Nello and Nadia Lubrina

Cuzco: resti Incas e architettura coloniale spagnola

La città di Cuzco sorge a circa 3400 metri d’altitudine nel bel mezzo della catena delle Ande, la città è disposta lungo la valle montana del fiume Huatanay in un grandioso paesaggio montano.

Nella zona di Cuzco viveva la tribù di pastori degli Incas, che nel XII secolo fondarono la città, e pochi anni dopo, sotto la guida di Manco Cápac cominciarono ad espandere il loro potere e i loro territori. Cuzco divenne presto la capitale del loro vasto impero, che si estendeva in tutta la catena andina comprendendo vaste aree degli attuali Ecuador, Perù, Bolivia, Cile e Argentina.

Cuzco rimase capitale dell’impero Inca tra il XIII secolo e il 1533, anno in cui gli spagnoli occuparono la città e posero fine alla civiltà incaica.

Dopo l’occupazione spagnola Cuzco divenne il centro principale della colonizzazione iberica e della diffusione del cristianesimo nel mondo andino, la città si arricchì di monumenti, chiese, conventi e palazzi in stile coloniale spagnolo. Con il passare degli anni però Cuzco, che si trovava fuori dalle grandi rotte commerciali dell’impero spagnolo, decadde in favore della nuova capitale Lima.

La città è tra le più frequentate mete turistiche del Perù, il suo centro storico è incentrato sulla vasta Plaza de  Armas. Cuzco conserva un enorme patrimonio di monumenti di epoca incaica come la Fortezza Inca di Sacsayhuamán, i resti del palazzo degli Incas, dell Tempio del Sole, e del Tempio delle Vergini del Sole.

Cuzco conserva un altrettanto importante patrimonio di edifici di epoca coloniale spagnola come la maestosa Cattedrale di Santo Domingo costruita tra il XVI e il XVII secolo, il rinascimentale Convento di Santo Domingo, e la Chiesa della Compagnia di Gesù del XVI secolo. A causa dell’importanza e della bellezza dei monumenti incaici e spagnoli di Cuzco, la città è stata dichiarata dall’UNESCO patrimonio mondiale dell’umanità nel 1983.

La città di Cuzco sorge a circa 3400 metri d'altitudine nel bel mezzo della catena delle Ande, la città è disposta lungo la valle montana del fiume Huatanay in un grandioso paesaggio montano. Nella zona di Cuzco viveva la tribù di pastori degli Incas, che nel XII secolo fondarono la città, e pochi anni dopo, sotto la guida di Manco Cápac cominciarono ad espandere il loro potere e i loro territori. Cuzco divenne presto la capitale del loro vasto impero, che si estendeva in tutta la catena andina comprendendo vaste aree degli attuali Ecuador, Perù, Bolivia, Cile e Argentina. Cuzco…

Score

Storia
Architettura

Per gli amanti di storia e di arte

Conclusione : Belle costruzioni coloniali e rovine incaiche

Voto Utenti : Puoi essere il primo !
banner