Home / Organizzare un viaggio / Come richiedere il visto per gli Stati Uniti d’America
Visto degli Stati Uniti d'America
Visto degli Stati Uniti d'America

Come richiedere il visto per gli Stati Uniti d’America

La maggior parte dei cittadini italiani che visitano gli Stati Uniti possono entrare nel paese con l’ESTA, tramite il Visa Waiver Program (VWP). A questa regola ci sono però alcune eccezioni che riguardano anche i cittadini italiani. Tali novità sono state introdotte ad inizio 2016. La legge americana indica che: i viaggiatori appartenenti alle seguenti categorie non saranno più idonei a viaggiare e ad essere ammessi negli Stati Uniti nell’ambito del Visa Waiver Program (VWP):

1) Cittadini italiani (o appartenenti ad un altro paese aderente al Visa Waiver Program) che hanno effettuato viaggi, o risultano essere stati, in Iran, Iraq, Libia, Siria, Somalia, Sudan e Yemen a partire dal 1 marzo 2011.

2) Cittadini italiani (o appartenenti ad un altro paese aderente al Visa Waiver Program) in possesso di doppia cittadinanza iraniana, irachena, sudanese o siriana.

Avendo visitato per turismo l’Iran nel 2016 anche io rientro in una di queste categorie. Per cui ho dovute fare richiesta del visto americano. Qui sotto cercherò di descrivere nel miglior modo possibile le procedure necessarie per richiedere il visto americano.

Se avete la necessità di ottenere un visto per gli Stati Uniti d’America perché non siete idonei ad entrare nel paese con il Visa Waiver Program (VWP) dovete seguire la seguente procedura che oltre a farvi compilare on-line una serie di moduli renderà necessaria la vostra visita all’ambasciata/consolato americano per un colloquio. Per ottenere il visto dovete fissare un intervista al consolato o ambasciata più comoda per voi. In Italia avete da scegliere tra l’ambasciata di Roma e i consolati di Milano, Firenze e Napoli.

Il distretto consolare di Milano si estende su tutto il nord Italia, coprendo le regioni della Liguria, Piemonte, Valle d’Aosta, Lombardia, Veneto, Trentino-Alto Adige e Friuli-Venezia Giulia, così come le province di Parma e Piacenza in Emilia-Romagna. Il distretto consolare di Firenze comprende le regioni della Toscana e dell’Emilia Romagna, ad eccezione delle due province più settentrionali dell’Emilia-Romagna (Parma e Piacenza). Il distretto consolare di Napoli comprende le regioni delle Campania, Basilicata, Molise, Puglia, Calabria e Sicilia.

Come fare richiesta del visto per gli Stati Uniti d’America:

Per prima cosa è necessario visitare la pagina dell’ambasciata americana in Italia: https://it.usembassy.gov/

Qui dovete cliccare su VISAS, leggere le istruzioni e scegliere accuratamente il tipo di visto che volete richiedere. Nel mio caso ho scelto il visto per turismo: B2. Questo tipo di visto viene emesso per coloro che visitano gli Stati Uniti per turismo o per ricevere trattamenti medici.

Leggete con cura la pagine che descrivono il vostro visto e cominciate a procurarvi i documenti necessari per ottenere il visto. Nel caso del visto turistico oltre al passaporto valido è necessario avere una foto tessera e la stampa del modello DS-160 (Online Nonimmigrant Visa Application (DS-160) che dovrete compilare on-line. Inoltre all’intervista viene consigliato di portare con voi i seguenti documenti: Documentazione che dimostra legami sociali, economici e familiari con l’Italia. Tali documenti possono includere: il certificato di residenza, lo  stato di famiglia, il certificato di matrimonio, il contratto di vendita o locazione di proprietà, il contratto di lavoro, l’ultima busta paga, la dichiarazione dei redditi, l’estratto conto bancario, ecc … * Riguardo a questi documenti leggete la nota a fondo pagina riguardante la mia esperienza.

Una volta che vi siete procurati i documenti richiesti potete passare alla compilazione del modello DS-160 (Online Nonimmigrant Visa Application (DS-160)). La compilazione di questo modello si fa on-line. A questo punto avrete un numero di applicazione (salvatelo) e dovrete rispondere ad una domanda di sicurezza (che vi servirà nel caso non completate il modulo in un unica sessione).

Per compilare il modulo DS-160 dovete visitare questa pagina: https://ceac.state.gov/genniv/

Il primo passo è selezionare l’ambasciata o il consolato dove volete richiedere il visto, quindi inserire il codice captcha e poi cliccare su “start an application”. A questo punto rispondete passo passo a tutte le domande che vi saranno presentate nel modulo. Se non riuscite a compilarlo in una sola sessione potete recuperare il vostro modulo tramite il numero di applicazione e la risposta ad una domanda di sicurezza. Una volta terminato questo procedimento dovete stampare il modulo finale. Tale modulo vi verrà recapitato anche per e-mail e deve essere stampato e portato con voi all’intervista.

Il passo successivo è visitare questa pagina: https://ais.usvisa-info.com/

Scegliete il tipo di visto: “temporary” o “permanent”. Nel mio caso, per turismo, è “temporary”. Poi scegliete il paese di cui avete la cittadinanza. Vi si aprirà una pagina dove dovrete cliccare su Apply (o invia richiesta). Quindi selezionate: “Ho compilato il modulo per la domanda di visto per nonimmigrant negli Stati Uniti (DS-160) e ho bisogno di richiedere un visto”. Il passo successivo è inserire i vostri dati anagrafici con password ed e-mail e creare il vostro account (appuntatevi anche questi dati). Quindi seguite la semplice procedura passo passo che vi porterà ad effetture il pagamento della tassa per ottenere il visto (160 US$ cioè 136 Euro)Il pagamento può essere effettuato con carta di credito o con bonifico bancario. Nel mio caso dopo alcuni tentativi con la carta di credito ho dovuto optare per il bonifico bancario. [Durante la procedura tra le altre cose dovrete anche scegliere in quale sede di corriere andrete a ritirare il passaporto, ma al termine del procedimento potete richiedere, pagando 30 Euro, che la consegna sia effettuata direttamente a casa vostra]

Una volta effettuato il pagamento dovrete solo aspettare di ricevere una e-mail di conferma che il pagamento è stato recepito (nel caso del bonifico sono necessari due o tre giorni). Quindi dovrete ritornare alla pagina: https://ais.usvisa-info.com/it-IT/niv/users/sign_in  ed effettuare il login con l’e-mail e la password del vostro account.

A questo punto il sistema vi farà andare avanti per selezionare un appuntamento con l’ambasciata/consolato che avete scelto. Generalmente gli appuntamenti sono disponibili nel giro di 3 o 4 giorni. In questa sezione potete anche scegliere di farvi recapitare direttamente a casa, tramite corriere, il vostro passaporto con il visto. La spesa per questo servizio è di 30 Euro, pagabili con carta di credito (in questo caso il pagamento con carta di credito ha funzionato).

A questo punto dovete recarvi in ambasciata/consolato il giorno e all’ora del vostro appuntamento.

Qui ci sarà da aspettare con calma il vostro turno. Vi verranno fatte alcune domande riguardante lo scopo del vostro viaggio. Vi chiederanno i vostri redditi e qual’è il vostro lavoro, se avete una casa di proprietà e altre informazioni necessarie per giudicare se siete idonei al visto per gli Stati Uniti. Fate attenzione perché il visto non viene concesso a tutti, anzi viene fatta una discreta selezione. La mattina in cui avevo la mia intervista oltre la metà di coloro che erano prima di me hanno avuto il visto rifiutato o rinviato per ulteriori indagini. Se invece tutto andrà bene, nel giro di due o tre giorni, avrete di nuovo a casa il vostro passaporto con il visto americano stampato in una delle pagine. Il visto americano ha una validità di 10 anni. Tale validità resta anche se il vostro passaporto scade. Se il vostro passaporto scade prima del visto americano dovete solo portare con voi, assieme al nuovo passaporto, il passaporto scaduto dov’è stampato il visto valido.

*Un ultima nota: nonostante i vari documenti come il certificato di residenza, lo  stato di famiglia, il certificato di matrimonio, il contratto di vendita o locazione di proprietà, il contratto di lavoro, l’ultima busta paga, la dichiarazione dei redditi, l’estratto conto bancario, ecc … siano tra i documenti consigliati nel sito del governo americano da portare all’intervista. Nessuno li ha voluti vedere. Gli unici documenti indispensabili oltre al passaporto sono la stampa del modello DS-160 (Online Nonimmigrant Visa Application (DS-160) e una fotografia del giusto formato.

banner
Close
Sottoscrivete il nostro canale YOUTUBE
Se vi piace viaggiare sottoscrivete il nostro canale YOU TUBE di viaggi: