Home / Asia / Armenia / Armenia attrazioni turistiche: cosa vedere in Armenia
Monastero di Sevanavank, Lago Sevan, Armenia. Author Vigen Hakhverdyan. Licensed under the Creative Commons Attribution-Share Alike
Monastero di Sevanavank, Lago Sevan, Armenia. Author Vigen Hakhverdyan

Armenia attrazioni turistiche: cosa vedere in Armenia

L’Armenia è un paese che presenta notevoli attrazioni per il viaggiatore, su tutti i suoi numerosi e antichi monasteri e chiese, ma notevoli sono anche le bellezze paesaggistiche del paese.

L’UNESCO ha inserito tre siti armeni nei patrimoni mondiali dell’umanità: i Monasteri di Haghpat e Sanahin (1996, 2000), la Cattedrale e le Chiese di Echmiatsin e il sito archeologico di Zvartnots (2000), il Monastero di Geghard e l’Alta Valle di Azat (2000).

I Monasteri di Haghpat e Sanahin (1996, 2000): Sono due monasteri bizantini situati nella regione di Tumanian, nel nord dell’Armenia, essi furono importanti centri del sapere durante la dinastia Kiurikian (X-XIII secolo). Questi due monasteri rappresentano il massimo livello raggiunto dall’architettura religiosa armena, il cui stile unico è una mescolanza di elementi bizantini e di architettura tradizionale delle regioni del Caucaso. Entrambi i monasteri furono fondati nel X secolo, a pochi km di distanza l’uno dall’altro, in posizioni dominanti sulla profonda valle formata dal fiume Dzoraget, è un luogo naturale idilliaco e meraviglioso.

Rovine della Cattedrale di Zvartnots, Armenia. Author Hayk. Licensed under the Creative Commons Attribution-Share Alike

Rovine della Cattedrale di Zvartnots, Armenia. Author Hayk

La Cattedrale e le Chiese di Echmiatsin (Ejmiatsin) e il sito archeologico di Zvartnots (2000): La Cattedrale e le Chiese di Echmiatsin (Ejmiatsin) e il sito archeologico di Zvartnots, rappresentano l’evoluzione e lo sviluppo del tipo di chiesa tipico del paese con pianta a croce e cupola centrale. La cattedrale di St. Echmiadzin che fu costruita nel V secolo, è oggi la sede dei cattolici armeni. Interessante è anche il museo ospitato all’interno della cattedrale, che espone tesori dell’arte armena, reliquie e resti archeologici. Zvartnots, è un complesso di strutture molto suggestivo, eretto a metà del VII secolo vicino a Echmiatsin (Ejmiatsin), all’epoca della sua costruzione era la più importante cattedrale dell’Armenia, il complesso di rovine è formato dalla cattedrale di San Giorgio (Zvartnots) e dal palazzo di Nerses III.

Il Monastero di Geghard e l’Alta Valle di Azat (2000): Il Monastero di Geghard, che si trova pochi km a nord di Garni, contiene numerose chiese e tombe, la maggior parte scavate nella roccia che rappresentano l’apice dell’architettura armena medievale. Il complesso di edifici medievali si trova inserito in un paesaggio di grande bellezza naturale, circondato da rupi all’ingresso della Valle di Azat. La chiesa scavata nella roccia più antica del monastero quella di St Gregory risale al VII secolo, mentre la struttura principale del complesso, la chiesa della Vergine, a pianta cruciforme, risale al XIII secolo.

Altri interessanti luoghi da visitare nel paese sono il Monastero di Haghartsin, che si trova nelle vicinanze della città di Dilijan, il monastero è formato da una serie di costruzioni monastiche tra cui tre chiese e diverse cappelle. La chiesa principale è quella di St. Astvatsatsin, costruita nel 1281, mentre la più antica è quella di St Grigor che risale all’XI secolo. Il Monastero di Tatev, fondato nel IX secolo, si trova su una rupe rocciosa strategicamente situata a dominare un canyon sottostante. L’edificio più importante del monastero è la chiesa di Pogos e Petros (Pietro e Paolo) costruita tra il IX e il X secolo. Al suo interno sono ancora visibili alcuni affreschi del X secolo.

banner
Close
Seguiteci su Facebook
Restate informati su Guida Viaggi