Home / America del Nord / Stati Uniti / Arizona / Arizona: deserti e paesaggi spettacolari

Arizona: deserti e paesaggi spettacolari

L’Arizona (Grand Canyon State) è uno stato che si trova nella parte sud-occidentale degli Stati Uniti. Il territorio dell’Arizona è in gran parte arido e semi-desertico. Ma nonostante questa caratteristica presenta una grande varietà di paesaggi. La città di Phoenix è la capitale dell’Arizona. Oltre alla capitale dello stato, le altre principali città sono Scottsdale, Glendale, Mesa e Tempe. Tutte queste città si trovano nell’area attorno alla capitale. Mentre tra i centri abitati fuori dall’area metropolitana di Phoenix troviamo Tucson e Flagstaff.

LA GEOGRAFIA DELL’ARIZONA

L’Arizona ha un territorio geograficamente distinto in tre aree definite. Verso sud-ovest si trova il deserto di Sonora, uno dei deserti più estesi e più caldi del Nord America. A sud-est e nella zona centrale si estendono le ultime propaggini dell’altopiano messicano. Nella zona settentrionale troviamo l’altopiano del Colorado, che presenta un altezza media di 1.200 – 2.200 metri. Ed è caratterizzato dalla presenza di profondi canyons, tra cui il celebre Grand Canyon formato dal fiume Colorado.

A sud-ovest l’altopiano del Colorado è chiuso dal Mogollon Rim, una scarpata rocciosa di arenaria e calcare. A sud del Grand Canyon s’innalzano le San Francisco Peaks, dove si trova l’Humphreys Peak (3.851 metri), la montagna più alta dell’Arizona.

I principali fiumi sono il Gila, il Little Colorado e soprattutto il Colorado. A causa dell’aridità del territorio, lungo il corso dei fiumi sono state costruite numerose dighe, che creano vasti laghi artificiali, tra questi il Lake Powell, il Lake Mead, il Lake Mohave e il Lake Havasu.

L’ECONOMIA DELL’ARIZONA

Per quanto riguarda l’economia dello stato, l’agricoltura è possibile grazie alla presenza di questi bacini lacustri artificiali, si coltivano cotone, frutta, agrumi; diffuso è l’allevamento di ovini e bovini.

Le risorse del sottosuolo sono notevoli, si estraggono rame, piombo, zinco, uranio, oro e argento. L’industria è un settore molto importante, specialmente nei settori meccanico, elettronico, aerospaziale e dell’alta tecnologia. Grande sviluppo ha avuto il turismo per la presenza di luoghi di notevole interesse paesaggistico e di numerose vestigia delle antiche civiltà indiane.

LA STORIA DELL’ARIZONA

L’Arizona è stata esplorata fin dal XVI secolo dagli spagnoli. Alla fine del XVII secolo i gesuiti fondarono alcune missioni nel sud del paese. Successivamente furono fondati alcuni presidios tra i quali Tubac nel 1752 e Tucson nel 1775. Il territorio dell’Arizona passato al Messico nel 1821, fu ceduto agli Stati Uniti nel 1848, al termine della guerra tra i due paesi.

Le attrazioni turistiche.

Il Clima.

Pagina ufficiale del governo dello stato.

  • Superficie: 295.254 kmq. (6° stato per grandezza degli Stati Uniti d’America)
  • Popolazione: 6.166.000 (agg. 2006) (Bianchi 75.5%, Amerindi 5.0%, Neri 3.1%; Asiatici 1.8%. Gli Ispanici (classificati in diversi tipi razziali) sono il 25.3%. Dati 2000).
  • Capitale: Phoenix.
  • Lingue: La lingua ufficiale è l’Inglese (che è parlato come prima lingua dal 72,5% della popolazione). Lo spagnolo è parlato come prima lingua dal 21,5% della popolazione, il Navajo dall’1,5% (Dati 2005).
  • Religione: Cristiana 71% (Cattolica Romana (25%), Evangelica (23%), Protestante (17%), Mormone (4%), Testimoni di Geova (1%)), Ebraica (1%), Buddista (1%).
  • Fuso orario: nella maggior parte dello stato: (UTC-7); nel territorio della Nazione Navajo (UTC-7; Estate: UTC-6).

banner