Home / Asia / Turchia / Antalya: una delle mete più frequentate della Turchia

Antalya: una delle mete più frequentate della Turchia

Antalya (600.000 abitanti) è una delle località turistiche più rinomate della costa meridionale turca. La città si trova, sul mare, in una splendida posizione attorniata dalla catena montuosa dei Monti Tauri, che qui superano i 3.000 metri d’altezza.

Fondata nel II secolo a.C., con il nome di Attaleai dal re di Pergamo Attalo II, la città ha una ricca storia che passa attraverso la dominazione dei romani, dei bizantini, dei selgiuchidi, dei crociati e degli ottomani.

La città posizionata al termine del vasto golfo omonimo gode di un ottimo clima mediterraneo e negli ultimi anni è diventata una delle mete turistiche più frequentate della Turchia. Ciò a causa sia delle sue lunghe spiagge, che a causa della bellezza dei suoi monumenti storici che spaziano dall’epoca romana a quella bizantina fino a giungere a quella ottomana.

COME ARRIVARE AD ANTALYA

Voli aerei: L’aeroporto della città è l’Antalya Airport (IATA: AYT) che si trova a soli 10 km a oriente del centro cittadino. Non ci sono voli di linea diretti dall’Italia. Proveniendo dall’Italia conviene probabilmente utilizzare i comodi collegamenti con scalo ad Istanbul che la Turkish Airlines ha da molti aeroporti italiani.

COSA VEDERE AD ANTALYA

Il quartiere di Kaleici, è il pittoresco centro storico della città, qui sono delle belle e caratteristiche case di legno. Oggi negozi, bar e ristoranti occupano le sue strette e suggestive strade. Interessante il Museo Archeologico di Antalya con una ricca collezione di statue classiche.

Dell’epoca greco-romana restano la torre Hidirlik Kulesi costruita probabilmente come faro nel II secolo, le mura romane e l’arco di Adriano (130 dC). Del periodo Selgiuchida restano il minareto della moschea Yivli Minareli nel centro della città e il Karatay Medrese (collegio di teologia) nel quartiere di Kaleici entrambi costruiti nel XIII secolo.

Del periodo Ottomano sono invece altre due moschee: la moschea Murat Pasa (XVI secolo) e la moschea Tekeli Mehmet Pasa (XIX secolo).

COSA VEDERE NEI DINTORNI DI ANTALYA

A 12 km verso est, dopo essere passati dalle cascate di Duden Su, dove un torrente si getta con un salto d’acqua nel mare, si raggiunge la spiaggia di Lara. Attorno ad Antalya si trovano una serie sorprendente di resti di antiche città. Tra le più importanti spiccano: Termessos, che è situata ad oltre 1.000 metri d’altezza nelle montagne del Tauro, è probabilmente la più interessante di tutte. La città era il più importante insediamento della Pisidia, sono oggi visibili i resti dell’agora, dell’odeon e del teatro, il panorama dei monti che fa da sfondo all’anfiteatro è indimenticabile.

Aspendos, che fu una delle più importanti città della Pampilia, qui oggi sono visibili i resti dell’odeon e della basilica. Ariassos, situata in una valle a 48 km da Antalya sono visibili le porte della cinta muraria, i bagni, alcune tombe scavate nella roccia e un intatto mausoleo. Perge, a 18 km a nord-est di Antalya, posta su due colline, su una collina troviamo il teatro sull’altra l’acropoli. Altri resti di antiche città si trovano a Phaselis e a Side.

Il clima di Antalya.

Il sito ufficiale del municipio di Antalya.

banner