Home / America Centrale e Caraibi / Bahamas / Andros: l’isola selvaggia
North Beach, Small Hope Bay Lodge, Andros, Bahamas. Autore Njackson7. Licensed under Creative Commons Attribution
North Beach, Small Hope Bay Lodge, Andros, Bahamas. Autore Njackson7

Andros: l’isola selvaggia

Situata nella sezione centro occidentale dell’arcipelago delle isole Bahamas, l’isola di Andros – con 5.957 kmq – è la più estesa in superficie delle isole delle Bahamas. La sua superficie dell’isola è quasi la metà del totale della superficie di tutte le Bahamas.

L’isola era abitata in origine dai Lucayans, un sottogruppo dei Taino. I primi navigatori spagnoli – tra questi il primo a visitare l’isola fu probabilmente Amerigo Vespucci – la chiamarono isola di Espiritu Santo. Andros, come del resto tutte le Bahamas, rimase ai margini dell’impero spagnolo e non fu colonizzata dagli iberici. Solo alla fine del XVII secolo fu talvolta utilizzata dai pirati inglesi.

Più che un isola, Andros è in realtà un arcipelago composto da centinaia di piccoli atolli e tre isole maggiori. L’isola/arcipelago è poco popolata, in totale vi risiedono poco più di sette mila abitanti, il centro abitato principale è la cittadina di Andros Town che si trova lungo la costa nord-orientale dell’isola.

Andros è un isola selvaggia e ricca di attrazioni naturali ed è una meta privilegiata per coloro che amano la natura, l’isola viene considerata un vero e proprio santuario per gli amanti dell’ecoturismo. Qui si trova la terza più grande e la sesta più lunga barriera corallina del mondo. L’isola ha anche la più alta concentrazione di buchi blu del mondo. L’isola è famosa per la pesca del Bonefish (Albula vulpes).

Tiamo Resort, South Andros, Andros, Bahamas. Autore Rs3. Licensed under Creative Commons Attribution

Tiamo Resort, South Andros, Andros, Bahamas. Autore Rs3

In una splendida cornice naturale troverete numerose specie di flora e fauna – parte delle coste sono ricche di mangrovie. L’isola presenta chilometri di spiagge deserte e laghi d’acqua dolce che ospitano numerose specie di fauna selvatica, una ricca vita marina, e flora e fauna di grande interesse. Il sistema di parchi di Andros è la più grande area protetta del paese, e comprende cinque parchi nazionali: Blue Holes National Park, Crab Replenishment Reserve, North & South Marine Parks e il West Side National Park.

Andros offre ai visitatori insediamenti pittoreschi e spiagge appartate, inoltre è conosciuta per il fascino locale e lo stile di vita rilassato. Nell’isola potrete praticare la pesca, lo snorkeling, l’osservazione degli uccelli, le attività subacquee, il kayak, ecc.

COME ARRIVARE: L’isola è servita da quattro aeroporti: San Andros International Airport (SAQ), Andros Town International Airport (ASD), Clarence A. Bain Airport, Mangrove Cay (MAY) e Congo Town Airport (TZN). I collegamenti aerei sono solitamente con Nassau, solo il San Andros International Airport (SAQ) ha voli diretti con Fort Lauderdale in Florida.

La Bahamas Ferry Services provvede ai collegamenti settimanali via mare tra Fresh Creek e Nassau. Via mare ci sono anche servizi di battelli postali.

banner
Close
Seguiteci su Facebook
Restate informati su Guida Viaggi