eXTReMe Tracker
Home / Europa / Spagna / Valencia: una delle città più dinamiche della Spagna
Valencia: una delle città più dinamiche della Spagna
L'Umbracle, Ciudad de las Artes y las Ciencias, Valencia, Comunità Valenciana, Spagna. Author Chamaeleon

Valencia: una delle città più dinamiche della Spagna

Valencia (oltre 800.0000 abitanti), è la terza città della Spagna dopo Madrid e Barcellona, ed anche il terzo centro economico e industriale spagnolo, una delle città più dinamiche della nazione. La città si trova sul mar Mediterraneo ed è anche un importante porto, uno tra i più attivi del Mediterraneo, da dove transitano il 20% delle esportazioni spagnole. Nel 2007 e nel 2010 Valencia, ha ospitato l’America’s Cup di vela.

L’origine di Valencia viene ricondotta alla fondazione di un insediamento militare romano attorno al 140 aC. durante l’impero fu una delle principali città della provincia dell’Hispania Tarraconensis. Nel medioevo, Valencia fu occupata dai Visigoti e nel 711 dagli arabi, durante la dominazione araba era chiamata Balansiya.

Valencia fu liberata da Rodrigo Díaz de Vivar (El Cid), nel 1094, fu nuovamente rioccupata dagli Almoravidi nel 1102. Nel 1238 Valencia fu definitivamennte liberata da Jaime I d’Aragona. Grazie allo sviluppo della Spagna, nei secoli XV e XVI, Valencia fu una delle principali città mercantili del mediterraneo.

COSA VEDERE: LE ATTRAZIONI PRINCIPALI DI VALENCIA

Cattedrale, Valencia, Comunità Valenciana, Spagna. Author Felivet. No Copyright

Cattedrale, Valencia, Comunità Valenciana, Spagna. Author Felivet

Valencia ancora oggi presenta monumenti lasciati in eredità dalle diverse culture che l’hanno abitata, inoltre grazie al repentino e intenso sviluppo degli ultimi anni, la città presenta un ricco patrimonio di architettura moderna. Nel centro storico sono da visitare la Cattedrale gotica del XIII secolo, il Mercado de Colón, il Palazzo della Generalitat, oltre al monumento più notevole del passato valenciano, la Lonja de la Seda, uno splendido edificio civile del XV secolo dichiarato nel 1996 Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, la Lonja fu edificata fra il 1482 e il 1533, usata in origine come mercato della seta è sempre stata il centro del commercio della città, l’edificio è un capolavoro dell’arte gotica, il potere e la ricchezza di Valencia nei secoli XV e XVI sono chiaramente visibili nella la grandiosa Sala de Contratación.

Nelle vicinanze della Loja si trova il modernista Mercado Central e la chiesa de los Santos Juanes. Delle mura della città restano la Torres de Quart e la Torres de Serranos entrambe del XV secolo.

Valencia, Comunità Valenciana, Spagna. Author Keith Ellwood. Licensed under the Creative Commons Attribution

Valencia, Comunità Valenciana, Spagna. Author Keith Ellwood

Nella plaza de la Virgen si trovano il palazzo de la Generalitat (XV secolo), la Basilica gotica de la Virgen de los Desamparados e la Cattedrale, edificio in stile gotico costruito nei secoli XIII e XV, che al suo interno custodisce il Santo Calice. La cattedrale ha tre porte d’accesso, la prima romanica, chiamata “Puerta del Palau o de la Seo”, del XIII secolo; la seconda è una porta gotica, chiamata “Puerta de los Apóstoles” o di “David”, del XIV secolo;la terza porta è barroca e fu edificata nel XVIII secolo. All’interno sono 4 cappelle su ogni lato oltre a quelle che si aprono nel coro, nel transetto e nel presbiterio. Il campanile della cattedrale fu costruito tra il XIV e il XV secolo.

L’antico quartiere del Barrio del Carmen contiene palazzi dell’epoca araba. Gran parte del quartiere del’Eixample è invece caratterizzato da edifici in stile art nouveau. L’edifico della stazione principale, l’Estación Del Norte è un bell’esempio di art deco.

Valencia è una città proiettata nel futuro, tra l’arte moderna sono rimarchevoli i molti progetti dall’architetto Santiago Calatrava, originario di Valencia tra cui la stazione del metro di Alameda, il ponte de la Peineta e la futuristica Città delle Arti e delle Scienze (Ciudad de las Artes y las Ciencias), complesso ricreativo pensato per il divertimento, l’arte, la musica e la scienza, che contiene un museo della scienza; il parco oceanografico (Oceanogràfic), con l’acquario più grande d’Europa, con 45.000 esemplari di 500 specie provenienti da ogni parte del pianeta; un cinema IMAX e il palazzo delle Arti.

I dintorni della città sono ricchi di magnifiche spiagge che si affacciano sul caldo mar Mediterraneo. Valencia è anche una delle città spagnole più conosciute per il divertimento e la vita notturna, nella città ci sono molte zone come Cánovas, il Barrio del Carmen e la Ciudad Universitaria ricche di bar, pub e club. Valencia è poi famosa in tutto il mondo per la Paella Valenciana, ci sono due tipi di paella valenciana, la “paella de marisco”, con prodotti di mare e la “paella mixta” con un mix di carne e pesce.

Lonja de la Seta, Valencia, Comunità Valenciana, Spagna. Author Felivet. No Copyright

Lonja de la Seta, Valencia, Comunità Valenciana, Spagna. Author Felivet

Nel mese di marzo, tradizionalmente dal 15 al 19 di marzo, si tiene in città la festa delle Fallas, la più famosa festa cittadina, una festa spettacolare che stravolge la vita della città, si susseguono manifestazioni, sfilate, fuochi, botti, musica, si organizzano concerti, si balla e si canta nelle strade, si costruiscono dei monumenti di cartapesta che vengono posti nelle strade, nelle piazze, nei quartieri della città per poi essere bruciati la notte del 19.

Tra i luoghi da visitare nei dintorni di Valencia possiamo citare a nord della città il Monastero di El Puig; continuando verso nord si giunge poi ai resti della città romana di Sagunto con un bel Teatro Romano e un imponente castello.

A soli 15 km a sud di Valencia si trova La Albufera, una zona di lagune e paludi, oggi riserva naturale protetta dove nidificano molte specie di uccelli acquatici. Proseguendo verso Alicante, si raggiunge prima la Costa Blanca, e l’importante centro turistico di Benidorm. Tra le cittadine storiche dell’interno, Xàtiva con il suo castello. Patrimonio dell’umanità dell’Unesco sono i circa 300 siti di arte rupestre presenti nella provincia di Valencia. A nord di Valencia, nella provincia di Castellon de la Plana, si trova la Costa del Azahar, una spettacolare area costiera.

COME MUOVERSI: METROPOLITANA E TRASPORTI URBANI DI VALENCIA

Il trasporto urbano di Valencia è servito dalla FGV (Ferrocarrils de la Generalitat Valenciana) che gestisce il MetroValencia e gli altri servizi ferroviari e di bus della città.

La rete del metro consiste in oltre 160 km di linea, dei quali 19 km sotterranei (quelli che attraversano la zona centrale della città) per un totale di tre linee di metro e due linee di tranvia di superficie, le stazioni funzionanti sono per il momento 178.

Valencia ha anche una rete di trasporto di autobus urbani, gestiti dalla Empresa Municipal de Transportes, gli autobus fanno servizio tra le 5:30 della mattina fino alle 2:30 della notte.

COME ARRIVARE: VOLI PER VALENCIA

L’aeroporto di Valencia è il Valencia Airport (IATA: VLC) che si trova a 9 km a ovest di Valencia. L’aeroporto della città è il secondo aeroporto più importante della Comunità Valenciana (il più importante è quello di Alicante) e l’ottavo aeroporto della Spagna. Valencia è collegata con le principali nazioni europee. Le compagnie aeree che volano dall’Italia a Valencia sono la compagnia low cost spagnola Vueling, l’Alitalia, l’Iberia e la Ryanair.

L’aeroporto è ottimamente servito dai trasporti pubblici, le linee 3 e 5 della metropolitana lo collegano con il centro (15 minuti), il porto e la stazione ferroviaria, inoltre ci sono linee di autobus (MetroBus) che in circa 45 minuti lo collegano con il centro città, e anche dei bus navetta (Aerobus) che impiegano solo 20 minuti per raggiungere il centro di Valencia.

Il clima di Valencia.

Scroll To Top
Close
Seguiteci su Facebook
Restate informati su Guida Viaggi