Home / Asia / Iran / Teheran: il museo del vetro e della ceramica
Oggetti in vetro, Museo del vetro e della ceramica, Teheran, Iran. Autore e Copyright Marco Ramerini
Oggetti in vetro, Museo del vetro e della ceramica, Teheran, Iran. Autore e Copyright Marco Ramerini

Teheran: il museo del vetro e della ceramica

Nelle vicinanze del Museo Archeologico di Teheran (Museo Nazionale dell’Iran) si trova un piccolo museo dedicato al vetro e alle ceramiche: il Glassware and Ceramic Museum of Iran (conosciuto anche come Museo Abgineh). Si tratta di un interessante museo situato in una bel palazzo signorile risalente agli inizi del novecento e appartenuto a Ahmad Qavam (Qavam-ol-Saltaneh), un uomo politico iraniano che fu per cinque volte primo ministro dell’Iran tra il 1921 e il 1952. Qui il ministro, fino al 1953, aveva la propria residenza e il proprio ufficio. Successivamente il palazzo ospitò la sede dell’ambasciata dell’Egitto.

Nel 1980 dopo che il palazzo era divenuto di proprietà statale vi fu allestito il museo attuale dedicato alla ceramica e al vetro. Il museo è un edificio a pianta ottagonale disposto su due piani ed occupa circa 1.000 metri quadrati di superficie. L’edificio è immerso in un piccolo giardino di circa 7.000 metri quadrati di superficie. Lo stile architettonico dell’edificio è una combinazione di stile tradizionale iraniano, con influssi indiani e di architettura europea del XIX secolo. L’interno dell’edificio presenta soffitti e pareti decorati in gesso, alle pareti si trovano piastrelle, intarsi in legno di cedro e lavori a specchio. Una bella scala in legno collega i due piani dell’edificio.

Oggetti in vetro, Museo del vetro e della ceramica, Teheran, Iran. Autore e Copyright Marco Ramerini.

Oggetti in vetro, Museo del vetro e della ceramica, Teheran, Iran. Autore e Copyright Marco Ramerini.

Nel museo è in mostra un interessante collezione di oggetti in ceramica e vetro. Vi si trovano vasi in terracotta smaltata decorati con disegni geometrici, floreali e di animali che risalgono a periodi tra il IV e il I millennio a.C. Tra le più antiche opere in vetro ce ne sono alcune risalenti al II e al I millennio a.C., si tratta soprattutto di oggetti ornamentali e bottiglie di profumo. Sono presenti anche opere sia in vetro che in ceramica e terracotta (piatti, vasi, boccette) di epoca Achemenide, sasanide e islamica. Fanno parte della collezione anche opere in vetro del XVIII e XIX secolo provenienti dall’Europa.  La collezione è esposta in sei sale, due al piano terra e quattro al piano superiore.

All’interno del museo è possibile fare fotografie senza cavalletto e senza flash. Orario di apertura: Il museo è aperto tra le 9:00 e le 17:00 tutti i giorni dell’anno. Rimane chiuso tutti i lunedì e nelle feste religiose.

banner
Close
Seguiteci su Facebook
Restate informati su Guida Viaggi