Home / Oceania / Hawaii / Niihau: “l’isola proibita”
Niihau cliffs, Hawaii. Autor Christopher p. Becker (polihale). Licensed under the Creative Commons Attribution-Share Alike
Niihau cliffs, Hawaii. Autore Christopher p. Becker (polihale)

Niihau: “l’isola proibita”

Al di là del Kaulakohi Channel, al largo della costa occidentale di Kauai, si trova un’isola brulla e arida: l’isola di Niihau, 18 miglia di lunghezza e circa sei miglia di larghezza, la sua altezza massima è il Monte Pānī’au (381 metri di altezza). L’isola è popolata quasi esclusivamente da hawaiani ed è “kapu” cioè vietata anche gli abitanti di Kauai. L’ “isola proibita”, Niihau (180 km quadrati) è l’ultimo luogo dove viene vissuta la semplice vita hawaiana di tanto tempo fa. Nel 1864, la famiglia Sinclair acquistò l’isola dal re Kamehameha V e oggi l’isola rimane un possedimento privato nelle mani dei loro discendenti, la ricca famiglia Robinson di Kauai.

Praticamente tutti i 250 residenti dell’isola di Niihau lavorano per la famiglia Robinson, allevando bovini e ovini nella fattoria, producendo carbone dagli alberi Kiawe e raccogliendo il miele. I preziosi gusci delle conchiglie di Niihau sono raccolti e infilati nelle collane di conchiglie che sono diventati preziosi oggetti da collezione per la loro bellezza e per il loro scrupoloso artigianato.

Niihau, Hawaii. Autor Christopher p. Becker (polihale). Licensed under the Creative Commons Attribution-Share Alike

Niihau, Hawaii. Autore Christopher p. Becker (polihale)

Il lungo processo di creazione di una collana di conchiglie inizia con la raccolta delle minuscole conchiglie dalle spiagge dell’isola spazzate dalle onde dell’oceano e con la loro classificazione in base al loro colore e dimensione. I gusci vengono poi puliti accuratamente e forati. Le collane vengono montate in una grande varietà di modelli. Gusci di conchiglie dai differenti colori vengono usati nelle collane di Niihau: marrone-maculato, bianco, bianco puro, blu, rosa, rosso, verde, nero e giallo. Una collana di questi fantastici gusci di conchiglie è davvero un pezzo da collezione.

La vita è semplice su Niihau. Sull’isola c’è solo una piccola scuola di grammatica. Non ci sono fogne, raccolta dei rifiuti, elettricità, telefoni, armi, alcolici, carceri o medici. La gente vive in semplici case di legno e di solito viaggiano a cavallo. Niihau è anche l’unica isola hawaiana dove la lingua hawaiana è ancora la lingua principale e quella utilizzata nella conversazione quotidiana. I 250 abitanti potranno probabilmente presto rimanere gli ultimi e i soli abitanti madrelingua della lingua hawaiana in tutto l’arcipelago delle Hawaii.

Generici Image Banner 300 x 250
banner
Close
Seguiteci su Facebook
Restate informati su Guida Viaggi