Home / America del Nord / Stati Uniti / Arizona / Grand Canyon: la meraviglia dell’Arizona
Grand Canyon, Arizona, Stati Uniti. Author Tobias Alt. Licensed under the Creative Commons Attribution-Share Alike
Grand Canyon, Arizona, Stati Uniti. Author Tobias Alt

Grand Canyon: la meraviglia dell’Arizona

Il Grand Canyon National Park, il parco più visitato dell’Arizona e il secondo di tutti gli Stati Uniti, si trova nell’Arizona nord-occidentale. Il parco si estende su un area di 4.931 kmq, e comprende la parte più spettacolare del canyon scavato dal fiume Colorado, la zona è diventata parco nazionale nel 1919.

Il Grand Canyon, dichiarato dall’UNESCO, nel 1979, patrimonio mondiale dell’umanità, rappresenta il più spettacolare esempio al mondo di erosione fluviale. Il fiume Colorado ha scavato, nelle rocce dell’altopiano dell’Arizona, un incisione profonda 1.600 metri, larga fino a 29 km e lunga 446 km (da Lees Ferry a Grand Wash Cliffs), modellando drammaticamente tutto il paesaggio circostante.

L’origine del Grand Canyon risale a circa 5-6 milioni di anni fa. Probabilmente il fenomeno fu accentuato da un innalzamento dell’altopiano del Colorado, che provocò un aumento del dislivello del corso del fiume Colorado e dei suoi affluenti, causando una più veloce erosione da parte dei corsi d’acqua che fluivano nel golfo di California.

Il risultato di questo fenomeno erosivo è una delle più complete sezioni geologiche del pianeta, vere e proprie pagine di un grande libro di storia, si passa da rocce vecchie 230 milioni di anni di età del Kaibab Limestone sull’orlo del canyon, fino ad arrivare a rocce vecchie di 2 miliardi di anni del Vishnu Schist alla base dell’Inner Gorge. Il Grand Canyon attraversa un altopiano posto tra i 1.525 e i 2.745 metri d’altezza, la superficie dell’altopiano è leggermente inclinata in direzione sud-ovest.

Grand Canyon, Arizona, Stati Uniti. Author Pescaiolo. No Copyright

Grand Canyon, Arizona, Stati Uniti. Author Pescaiolo

Il parco è diviso in due sezioni, il South Rim e il North Rim, le due parti sono separate dal canyon del fiume Colorado, il fiume si trova ad una profondità di 1,6 km. Fra il North Rim, il margine settentrionale del canyon, e il South Rim, quello meridionale, vi è una differenza di altezza di circa 365 metri. Lungo il North Rim, formato dal Kaibab Plateau, crescono fitte foreste. Anche lungo il South Rim, il bordo meridionale del canyon, più basso e formato dal Coconino Plateau, si trovano foreste di piante sempreverdi, anche se meno dense di quelle presenti sul versante settentrionale. Altri tipi di vegetazione sono quelli che si trovano all’interno del canyon, qui la vegetazione è formata principalmente da piante tipiche del clima desertico, quali agave, cactus e yucca.

La distanza in linea d’aria tra i due bordi del canyon è di soli 10 miglia (16 km), ma la distanza stradale tra il South Rim Village e il North Rim Village è di 215 miglia (346 km), per compiere i quali sono necessarie circa 5 ore di guida. Notevole è la differenza di clima e vegetazione tra le due parti del parco a causa della diversa altezza tra i due bordi. Il South Rim (2.134 metri), più facile da raggiungere, è il più visitato dei due; meno visitato è il North Rim (2.438 metri), selvaggio, appartato e più difficile da raggiungere.

L’area del Grand Canyon era abitata da tribù di Nativi Americani che costruirono alcuni insediamenti lungo le pareti del canyon. I primi europei a vedere il Grand Canyon furono, nel 1540, i membri di una piccola spedizione esplorativa spagnola inviata dall’esploratore spagnolo Francisco Vázquez de Coronado. La spedizione guidata dal capitano Garcia Lopez de Cardenas, era composta da un piccolo gruppo di soldati spagnoli e da alcune guide indiane Hopi, essi esplorarono il South Rim tra gli attuali Desert View e Moran Point. Pablo de Melgrossa, Juan Galeras, e un terzo soldato discesero dentro il canyon per un terzo della strada verso il fiume, ma furono poi costretti a ritornare indietro per mancanza d’acqua. Dopo questa spedizione nessun altro europeo visitò il Grand Canyon per i successivi 230 anni.

Grand Canyon, Arizona, Stati Uniti. Author Olivier. Licensed under the Creative Commons Attribution

Grand Canyon, Arizona, Stati Uniti. Author Olivier

GRAND CANYON INFORMAZIONI UTILI

Orario: Il South Rim è aperto 24 ore al giorno, 365 giorni all’anno. Il North Rim è aperto da metà maggio a metà ottobre.

Biglietti: Il biglietto d’ingresso costa $25.00 per veicolo e comprende anche tutti i passegeri del veicolo. Il biglietto d’ingresso per chi giunge senza veicolo (a piedi, in bicicletta, in moto) è di $12.00 per persona. Il biglietto è valido per 7 giorni (sotto i 16 anni l’ingresso è gratuito) e comprende gli ingressi al South Rim e al North Rim.

South Rim servizi disponibili: campeggi, alloggi e ristoranti sono aperti tutto l’anno (è consigliato prenotare con molto anticipo). Un servizio di bus gratuito (shuttle buses) opera nell’area del Grand Canyon Village. Centro Visitatori: Il principale Visitor Center del parco, Canyon View Information Plaza (aperto tutti i giorni dell’anno dalle 8 am alle 17 pm), si trova a Mather Point (raggiungibile solo tramite il bus gratuito). All’ingresso est del parco del South Rim si trova il Desert View Information Center, aperto dalle 9 am alle 17 pm, con esclusione dei mesi invernali.

North Rim servizi disponibili: campeggi e alloggi sono aperti da metà maggio a metà ottobre (è sempre consigliato prenotare con molto anticipo). Centro Visitatori: Il North Rim Visitor Center, si trova vicino al parcheggio della Bright Angel Peninsula, è aperto da metà maggio a metà ottobre, dalle 8 am alle 18 pm.

Il clima del Grand Canyon: quando andare

Attrazioni principali del Grand Canyon

MAPPA DEL GRAND CANYON

banner
Close
Seguiteci su Facebook
Restate informati su Guida Viaggi